Si chiama “Non ti preoccupare” il nuovo disco di TUTTE LE COSE INUTILI su Black Candy Records

 Si chiama “Non ti preoccupare” il nuovo disco di TUTTE LE COSE INUTILI

in uscita a gennaio su Black Candy Records
 

Il 26 Gennaio uscirà, per l’etichetta Black Candy Records, “Non ti preoccupare”, il nuovo lavoro di Tutte Le Cose Inutili, a tre anni di distanza dall’ultimo album.

Registrato, come il precedente, in presa diretta, per rendere su disco l’idea del live, della dinamica e dell’interplay tra chitarra e batteria che caratterizza i loro concerti, si differenzia, invece, per  la tematica, il filo conduttore del disco, molto diverso e, per certi versi, opposto a quel tema di “Dovremmo essere sempre così” che paragonava la loro vita tra le autostrade e i palchi e il loro sogno a un gioco di bambini.
“Non ti preoccupare” è, infatti, una presa di posizione, uno sguardo disincantato, una voce morbida e insieme dura che dice che siamo tutti coinvolti, che non c’è più ingenuità ma cattiveria ed egoismo da sconfiggere insieme. La risposta è in un gesto semplice, è nel conforto di una mano che tiene stretta un’altra mano.

Prodotto da Tutte le Cose Inutili e Lorenzo Buzzigoli con la partecipazione e la collaborazione di Alberto Mariotti.
Registrato in presa diretta e Mixato al Folsom Prison Studio da Lorenzo Buzzigoli con l’aiuto di Emanuele Braca
Masterizzazione a Steam al White Sound Mastering Studio da Lorenzo Buzzigoli e Tommaso Bianchi.
Il disco vede la partecipazione di Alberto Mariotti (Samuel Katarro, King Of The Opera) alle seconde chitarre e di Marco Caldera (Sorge) alla ritmica.

https://www.facebook.com/TutteLeCoseInutili/
 

PALAZZO LITTA CULTURA | Damo Suzuki (CAN): film e concerto venerdì 13 ottobre

Damo Suzuki (CAN)

Film e concerto

Venerdì 13 ottobre
ore 19.00 documentario Neverending
ore 21.00 concerto – Ingresso a 20€
Cortile di Palazzo Litta – Corso Magenta 24 -Milano

 

Damo Suzuki è conosciuto per essere stata la leggendaria voce dei Can, storica band rock sperimentale tedesca attiva negli anni Settanta. Il gruppo krautrock nel triennio ‘71-’73 ha inciso tre Lp storici: Tago Mago (Spoon, ‘71), Ege Bamyasi (Spoon, ‘72) e Future Days (Spoon, ‘73), fonte di ispirazione e vera miniera a cui attingere per un’intera generazione di musicisti.
Negli anni Novanta Damo Suzuki teorizza il Network, singolare progetto di vagabondaggio musicale che tuttora prosegue attraverso un dedalo di collaborazioni in tutto il mondo. Nei suoi concerti l’artista suona con gruppi composti di volta in volta da componenti diversi e differenti tra loro, dando vita a una performance sempre unica e irripetibile, una sorpresa assoluta sia per il pubblico che per i musicisti. Non semplice improvvisazione, ma composizione istantanea, contraddistinta da spontaneità ed energia.
All’interno della programmazione musicale di Palazzo Litta Cultura, martedì 13 ottobre alle ore 19.00 si terrà un incontro tra Damo Suzuki e Francesco di Loreto, regista del documentario Neverending, racconto sulla vita del musicista e viaggio fisico ed emozionale attorno al globo – da Lancaster a Roma, da Buenos Aires a Sydney, da Tokyo a Roma – in un tour, appunto neverending, che permette all’artista di venire a contatto anno dopo anno con realtà musicali di tutto il mondo, accomunate dalla voglia di cimentarsi in concerti senza scaletta né direzione artistica.
Il film – menzione speciale al Unerhoert Film Festival di Amburgo – precede il concerto di Damo Suzuki con una band composta da Alessandro “Asso” Stefana – chitarrista di P.J. Harvey e di Vinicio Capossela,) alla chitarra, Giovanni Ferraio (basso), Enrico Gabrielli (P.J. Harvey, Calibro 35) ai fiati e Andrea Belfi alla batteria ed elettronica.

 

http://www.palazzolittacultura.org/
https://www.facebook.com/PalazzoLittaCultura/

RED BULL TV rivela la schedule dei live in diretta streaming dall’AUSTIN CITY LIMITS MUSIC FESTIVAL

RED BULL TV RIVELA LA SCHEDULE DEI LIVE
IN DIRETTA STREAMING
DALL’AUSTIN CITY LIMITS MUSIC FESTIVAL


SCOPRITE QUANDO VEDERE
RED HOT CHILI PEPPERS, GORILLAZ, RYAN ADAMS,THE HEAD AND THE HEART, FOSTER THE PEOPLE E MOLTI ALTRI!

TRE GIORNI DI COPERTURA LIVE A PARTIRE DALLEORE ITALIANE 21:00 DI

VENERDI’ 6 OTTOBRE 2017

 

 

AUSTIN, TEXAS – Red Bull TV annuncia il cartellone completo dei live trasmessi in diretta streaming, dalla tre giorni del festival Austin City Limitis 2017.
I fan di tutto il mondo potranno godere dell’esperienza del Festival da qualsiasi luogo e ammirare live le performance di Red Hot Chili Peppers, Gorillaz, Ryan Adams, The Head and the Heart, Foster The People, Vance Joy, Tove Lo, Cut Copy e molti altri.

Per ulteriori informazioni sulle dirette che inizieranno venerdì 6 ottobre alle ore 21:00 in Italia, basta accedere ai siti redbull.tv/aclfest e aclfestival.com
 

CHI E QUANDO GUARDARE

Qui sotto il programma completo dei live, i tempi sono in alcuni casi soggetti a variazioni.
Per aggiornamenti in tempo reale redbull.tv/aclfest e @RedBullTV su Twitter o tramite la comoda app scaricabile QUI

 

VENERDI’, 6 OTTOBRE

 

Channel 1

9:05pm – Asleep at the Wheel

10:10pm- Mutemath

11:15pm –Crystal Castles

00:15am – Lukas Nelson & Promise of the Real

1:15am – Royal Blood

2:20am – Ryan Adams

3:30am – Foster the People

 

Channel 2

9:05pm – MISSIO

10:05pm – Sandy (Alex G)

00:05am – Andrew McMahon in the Wilderness

1:05am – Hamilton Leithauser

2:05am –Vulfpeck

3:05am – The Revivalists

 

SABATO, 7 OTTOBRE

Channel 1

9:05pm – MUNA

9:55pm – A$AP Ferg

11:00pm – Joseph

00:00am – LIVE

1:05am – Cut Copy

2:10am – Spoon

3:15am-Red Hot Chili Peppers

 

Channel 2

9:05pm – Welles

10:00pm – DREAMCAR

11:00pm – Benjamin Booker

0:05am – Cody Jinks

1:05am – Angel Olsen

2:05am – Tove Lo

3:05am – The Black Angels

 

Channel 3

9:05pm – Xavier Omar

9:50pm – Mobley

10:35pm – Ought

4:05am – RÜFÜS DU SOL

 

DOMENICA, 8 OTTOBRE
 

 

Channel 1

9:05pm – Middle Kids

10:15pm – Brothers Osborne

11:20pm – Milky Chance

0:25am – The Growlers

1:30am – Run the Jewels

2:35am – Portugal.the Man

 

 

 

Channel 2

9:05pm – Amy Shark

9:50pm – Sam Dew

10:50pm – Danny Brown

 11:50pm – D.R.A.M.

0:50am – Louis the Child

1:50am – First Aid Kit
2:50am– The Head and the Heart

3:50am – Gorillaz

 

 

Channel 3

9:05pm – The Wild Now

9:50pm – Twin Limb

10:35pm – Deap Vally

11:20pm – Rainbow Kitten Surprise

0:20am – Whitney

3:05am – Vance Joy

4:05am – ZHU

 

 

 

QUALCHE NOTIZIA SUL AUSTIN CITY LIMITS MUSIC FESTIVAL

Situato nel cuore di  quella che viene considerata “La capitale mondiale della musica dal vivo” il festival Austin City Limits offre un cartellone composto da più di 140 band per una media di 75.000 visitatori al giorno, con generi musicali che spaziano dal pop, rock, folk, alt-country, blues, gospel, R&B e dance. Ormai divenuto famoso in tutto il mondo, il Festival offre il meglio della città, tra cui un’ampia selezione di ristoranti e ACL Cares, un’area che da modo ad alcune organizzazioni no-profit di ottenere consensi e sostegno dai fan musicali, mentalmente allineati con loro.
Dall’hip-hop al country, dall’elettronica all’indie-rock, l’Austin City Limits Music Festival ha qualcosa per ogni amante della musica.

QUI tutti gli highlight della scorsa edizione targata 2016.

 

A PROPOSITO DI RED BULL TV

Red Bull TV è una piattaforma globale di intrattenimento per chiunque sia in cerca di ispirazione. Offre contenuti esclusivi da eventi di sport, dai migliori festival musicali del mondo, film e serie TV originali. Da giugno a ottobre 2017 Red Bull TV sta regalando coperture streaming live dai più celebrati e famosi festival musicali nel mondo come il Primavera Sound (Barcellona/Spagna), Demon Dayz (Margate/Inghilterra), Electric Daisy Carnival (Las Vegas/Stati Uniti), Roskilde (Roskilde/Danimarca), Montreux Jazz Festival (mondreux/Svizzera), Lollapalooza (Chicago/Stati Uniti) e Austin City Limits Music Festival (Ausitin/Stati Uniti). 

Tutto gratuito su Redbull.tv/Festivals e @RedBullTV su Facebook, Instagram, Snapchat e Twitter.

BOBO RONDELLI“Anime Storte” – Il nuovo album dal 6 Ottobre nei negozi e in tour da Novembre

BOBO RONDELLI

Anime Storte”

IL NUOVO ALBUM DAL 6 OTTOBRE NEI NEGOZI
E IN TOUR DA NOVEMBRE

 

A due anni di distanza dal celebrato “Come i Carnevali”, seguito dal tributo a Piero Ciampi uscito lo scorso anno, il cantautore livornese Bobo Rondelli torna con il nuovo album in studio dal titolo “Anime Storte”, in uscita a ottobre 2017 sulla label The Cage con distribuzione Sony Music Italy.

Rondelli continua a vivere la sua seconda giovinezza artistica e per comporre questo disco si fa ispirare dalla figura delle persone semplici dei giorni nostri, virtualmente ingolfati di amicizie social, ma realmente sempre più soli e alienate.

Già in radio e in rete il brano “Soli”,questo il video girato tra Parigi e Barcellona:    http://bit.ly/Bobo_Rondelli_SOLI_clip

La produzione e gli arrangiamenti sono affidati alle sapienti mani di Andrea Appino (Zen Circus), nel disco anche la partecipazione di Bocephus King e Francesco Pellegrini (Zen Circus).

 

Bobo Rondelli presenterà “ANIME STORTE” con mini esibizione dal vivo nelle seguenti città:

 VENERDI’ 6 ottobre
LA FELTRINELLI MILANO, PIAZZA PIEMONTE

LUNEDI 9 ottobre
SKY STONE & SONGS , PIAZZA NAPOLEONE (Lucca)

MARTEDI 10 Ottobre
FELTRINELLI ROMA, VIA APPIA NUOVA

MERCOLEDi 11 Ottobre
FELTRINELLI, RED FIRENZE PIAZZA REPUBBLICA

GIOVEDI’ 12/10
FELTRINELLI LIVORNO, VIA DI FRANCO

 

Questo invece il tour in partenza da Firenze il 4 novembre, con la formazione ormai collaudata composta da Fabio Marchiori, Simone Padovani, Stive Lunardi, Valerio Fantozzi e Matteo Pastorelli.

 

Sabato 4 novembre – FIRENZE, FLOG

Venerdì 10-novembre – MOLFETTA (BA), EREMO CLUB

Sabato 25 novembre – LIVORNO, THE CAGE

Giovedì 30 novembre – BOLOGNA, LOCOMOTIV

Venerdì 8 dicembre – AREZZO, KAREMASKI

Sabato 09 dicembre – TORINO, SPAZIO211 presentato da Todays festival

Giovedì 21 dicembre – PERUGIA, REWORK

Venerdì 12 gennaio – ROMA, MONK CIRCOLO ARCI (ingresso riservato ai soci)

Giovedì 18 gennaio – MILANO, SALUMERIA DELLA MUSICA

 

 

http://boborondelli.de/

https://www.facebook.com/BoboRondelliDE

www.locusta.net

http://bit.ly/Bobo_Rondelli 

JAZZMI Seconda Edizione – Dal 2 Al 12 Novembre 2017 A Milano

JAZZMI 
Seconda edizione

dal 2 al 12 novembre 2017 a Milano

La prima edizione di JAZZMI era partita l’anno scorso come una scommessa ambiziosa: rappresentare la storia e l’attualità di una musica complessa e in continua evoluzione come il Jazz, invitandone a Milano i protagonisti in un nuovo e grande festival diffuso nella città.

La scommessa è stata ampiamente vinta, grazie alla partecipazione entusiasta del pubblico che ha riempito teatri, club, sale da concerto, gallerie d’arte e ognuno dei numerosissimi spazi del festival.

Anche la soddisfazione espressa dalle istituzioni, dagli sponsor, dagli operatori, dagli enti coinvolti a vario titolo nella manifestazione, come pure gli attestati ricevuti dagli artisti di fama mondiale presenti nel programma, ci hanno confermato di essere sulla strada giusta. Una strada che è appena agli inizi: JAZZMI è un progetto che vuole continuare a crescere e a espandersi nel territorio, dal centro alle periferie.

Questa seconda edizione di JAZZMI offre un programma ricchissimo, ancora più variegato e differenziato nelle proposte. Ci sono musicisti-icona, capiscuola, star indiscusse della storia del Jazz e nuove proposte, artisti emergenti, sperimentatori di nuovi linguaggi.

JAZZMI vuole dare conto di quanto di significativo sta accedendo oggi, in Italia e nel mondo, sotto il dinamico cielo del Jazz, le sue affinità e le sue collisioni con altre musiche e altre forme, le sue infinite influenze e diramazioni.

Ci sono ancora film e documentari inediti, mostre fotografiche, incontri e masterclass con i musicisti, reading, laboratori, residenze e feste di quartiere.

Per JAZZMI sono centrali anche le periferie.

Da sottolineare quest’anno è la presenza di importanti produzioni originali, un altro degli obiettivi che ci eravamo prefissi, e il coinvolgimento dei bambini in vari progetti ludici e educativi.

JAZZMI continua a collaborare con le realtà cittadine che si occupano di Jazz tutto l’anno, in una rete di sinergie che rende possibile questi 11 giorni di grande festa del Jazz.

(Titti Santini e Luciano Linzi)

 

JAZZMI ideato e prodotto da Triennale Teatro dell’Arte e Ponderosa Music & Art, in collaborazione con Blue Note Milano, realizzato grazie al Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, main partner INTESA SANPAOLO, partner FLYING BLUE e HAMILTON,sotto la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione torna JAZZMI, dal 2 al 12 novembre 2017, il festival che porta il grande jazz a Milano, con oltre 150 eventi con 500 musicisti, distribuiti tra il centro e i quartieri più periferici, ospitando nomi leggendari e giovani artisti e coinvolgendo tutte le realtà cittadine che producono Jazz.

Musica e tanto altro, libri, film, mostre, incontri con gli artisti, masterclass e narrazioni.

JAZZMI è uno sguardo caleidoscopico sull’universo del Jazz attuale e sui diversi mondi che lo compongono.

 

 

JAZZMI WHAT ? COSA E’ JAZZMI ? 

JAZZMI è musica e non solo.
Il programma del festival è strutturato secondo
diversi percorsi con una nutrita serie di appuntamenti suddivisi che in undici giorni coinvolgeranno tutta la città in diverse sezioni:
 

Artist 
Concerti di grandi artisti internazionali e non, più prestigiosi palcoscenici della città.

Free 
Concerti Jazz gratuiti in spazi inconsueti dalle periferie al centro città in collaborazione con il Comune di Milano, Touring Club Italiano, Super – il festival delle periferie. 

Kids
Il Jazz si impara da piccoli con le proposte di JAZZMI per bambini e genitori.
 

Art
Contaminazioni interdisciplinari, mostre fotografiche, concerti nei luoghi delle arti.

Movies
Una rassegna cinematografica al Palazzo del Cinema presenta le grandi storie del Jazz.

Books
Incontri, parole, musica e appassionanti racconti Jazz.

Stories
Approfondimenti, presentazioni e interviste con gli artisti del festival.

Night & Day
Eventi per scoprire gli spazi piccoli e grandi che ogni giorno programmano Jazz in città.

Lacittàintorno
Quattro eventi dedicati a “Lacittaintorno”, il programma Triennale di Fondazione Cariplo dedicato alla rigenerazione urbana delle città, che parte a Milano dai quartieri Adriano/Via Padova e Corvetto/Chiaravalle.

Jazzdo.it

Convegni, showcase, incontri e masterclass dedicati all’approfondimento dei temi e delle istanze del Jazz.
Con il contributo di SIAE.

 

Artist

I punti nevralgici dei concerti come lo scorso anno sono TriennaleTeatro dell’Arte e il Blue Note.

Il Teatro dell’Arte torna a proporsi come luogo dell’incontro creativo tra performing arts – teatro e musica. Uno spazio per le nuove espressioni artistiche, per elaborare nuovi format di relazione tra artisti e pubblico e per sperimentare le nuove alchimie creative della contemporaneità.

Il Blue Note, Jazz club e ristorante aperto dal 2003 parte del network internazionale, è una delle realtà di punta nel panorama jazz mondiale. Nella sua sede di via Borsieri nel quartiere Isola, propone circa 300 spettacoli l’anno, che rappresentano al meglio la varietà e le contaminazioni del Jazz contemporaneo. L’atmosfera tipica del Jazz club ed il contatto ravvicinato con i musicisti completano l’esperienza, rendendo ogni serata al Blue Note un evento unico ed irripetibile.

Triennale Teatro dell’Arte ospiterà una fitta programmazione di concerti, tra gli altri: Lee Konitz, Andrea Motis e Gabriel Royal, Gaetano Liguori IDEA trio (Guest Pasquale Liguori), Shabaka & The Ancestors, Naturally 7, Nels Cline Lovers, Donny McCaslin, Rob Mazurek & Jeff Parker, Ghost Horse, Bill Frisell, Guano Padano, Gavino Murgia, Xamvolo, Gianluca Petrella, Ben L’Oncle Soul con il suo tributo a Sinatra, Mauro Ottolini, Makaya Mc Kraven, Franco D’Andrea, Harold Lopez Nussa e Francesco Bearzatti Tinissima Quartet, oltre a una mostra di fotografie di Pino Ninfa con le improvvisazioni al pianoforte di Enrico Pieranunzi.

La programmazione del Blue Note, prevede i live di: Stacey Kent, Al Di Meola, Mike Stern & Dave Weckl Band, Joe Lovano Classic Quartet, Maria Gadù e Kneebody.

Due grandi firme del panorama Jazz italiano, Stefano Bollani e Paolo Fresu, rispettivamente con due progetti particolari danno lustro alla seconda edizione di JAZZMI: il primo con una serata inedita interamente dedicata a Milano, sua città natale all’Auditorium La Verdi, il secondo accompagnato da Daniele Di Bonaventura, ospitato alla Pirelli HangarBicocca con “Altissima Luce”, un concerto dedicato al Laudario di Cortona, la più antica collezione di musica italiana, per la prima volta a Milano.

Anche per la seconda edizione JAZZMI arriverà in tutta la città, con concerti in importanti sedi come Santeria Social ClubBase MilanoSpirit De Milan e Alcatraz.

Il Teatro dal Verme vedrà esibirsi il pianista Brad Mehldau con Chris Thile, esponente della musica roots americana.

Il Conservatorio aprirà le sue porte per il concerto del pianista canadese Chilly Gonzales & Kaiser Quartett che tanto successo ha riscosso in occasione della sua esibizione a Piano City 2017 e al sassofonista Jan Garbarek, in duetto con il versatile percussionista Trilok Gurtu.

All’Alcatraz sono attesi i De La Soul, capostipiti del movimento Hip Hop e della Black Music moderna, oltre a Laura Mvula (in collaborazione conRadio Monte Carlo), nuova regina dell’R’n’B e del Soul contemporaneo e Mulatu Astatke con il suo ensemble africano.

Ancora tanti luoghi in programma per i concerti. La Santeria Social Clubospiterà il 3 Novembre il concerto della colorita Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen e il 7 novembre il magico duo inglese Binker & Moses.

Allo Spirit de Milan i nostrani Chicago Stompers con l’indimenticabileLino Patruno,

al Masada il trio Thumbscrew in cui milita Mary Halvarson appena insignita di un Grammy.

Il Mare Culturale Urbano il live della pianista francese Eve Risser, BASE Milano la festa swing degli Electric Swing Circus e l’eclettico ensemble Abraham Inc. con David Krakauer, Fred Wesley & SoCALLED.

 

Free

Più di 50 eventi, sono pronti ad incantare Milano con mostre, concerti, Dj Set e incontri in un viaggio di 11 giorni, in collaborazione con il Comune di Milano, Touring Club Italiano, i Civici Corsi di Jazz,Super-il festival delle periferie e molti altri partner.

Il programma sarà fitto di appuntamenti tutti connessi tra loro, creando dei percorsi in tutta la città e rendendo JAZZMI un evento sinergico e vivo in spazi inconsueti dall’hinterland al centro città a partire dalla suggestiva location del Belvedere Enzo Jannacci del Palazzo Pirelli(grazie al Consiglio di Regione Lombardia) che segnerà l’inizio ufficiale della rassegna e la chiusura con i concerti di Push Up e Orion Trio il 2 novembre e Cesar Moreno Trio e Oxalis (giovani gruppi selezionati dalConservatorio Giuseppe Verdi) il 12 novembre, per poi espandersi nelle hall degli alberghi della catena NH Hotel (Nhow, Touring, President), negli spazi che si affacciano sulla Galleria Vittorio Emanuele del Mercato Del Duomo, nelle Biblioteche di quartiere della nostra città (Sormani, Quarto Oggiaro, Valvassori Peroni, Gallaratese, Lorenteggio e Affori), in luoghi suggestivi e storici come Palazzo Litta, Acquario Civico, Museo del ‘900, Planetario, Museo della Scienza e della Tecnica, Archivio di Stato, Rotonda della Besana, Galleria d’Arte Moderna, Casa Verdi, il Casello Sempione presso l’Arco Della Pace, il mercato di Piazza Santa Maria del Suffragio, in strutture site nelle periferie (Nuovo Armenia, EUMM aDergano, Spazio Gorlini a Trenno, ZOC, Brute Epoque in Città Studi, Mercato Lorenteggio e Casa Della Carità al Quartiere Adriano/Via Padova) e non (Bonaventura Music Club).

Menzione speciale per ISOLA JAZZ CLUB, una serata speciale di concerti che avranno come palcoscenico tanti locali e spazi del quartiere Isola.

 

Kids

Sezione speciale che vede protagonisti i ragazzi con il progetto di Massimo Nunzi“Giocajazz”, in due appuntamenti (Casa Della Caritàal Quartiere Adriano e Anguriera di Chiaravalle) nel primo fine settimana di programmazione e il laboratorio d’improvvisazione realizzato da Massimo Serra con il laboratorio Remida al MUBA della rotonda della Besana.
 

Art

Nutrita la sezione di mostre ed appuntamenti con le immagini:

– Palazzo Litta apre con l’inaugurazione della mostra di Roberto Masotti, uno dei più stimati fotografi al mondo che raccoglie immagini capaci di rivelare la grandezza del Jazz e dei suoi protagonisti.

-Al Blue Note invece è prevista la mostra All – COOL di Chioccia & Tsarkova, artisti assai apprezzati e stimati in Italia e Oltreoceano; noti per aver firmato il manifesto per il 60° anniversario del più antico e forse più importante jazz festival del mondo, il Newport Jazz Festival.

– Jazz in Town, mostra di Pino Ninfa, che racconta il rapporto tra le grandi città e il Jazz all’Urban Center di Galleria Vittorio Emanuele.

 

Movies

Rassegna di tre affascinanti pellicole dedicate a Miles Davis, John Coltrane e Bill Frisell in altrettanti appuntamenti al Cinema Anteo, in cui spiccano anche quattro documentari su figure storiche del Jazz come il polistrumentista Rahsaan Roland Kirk, il leader della prima vera Jazz band della storia, Nick La RoccaLee Morgan e del cantante Jimmy Scott.

 

Books

Il 4 Novembre alla Rotonda della Besana, Paolo Fresu presenta “La musica siamo noi”, il libro edito dal Saggiatore in cui il trombettista mette a fuoco le coordinate del suo pensiero musicale e filosofico, mentre allo IULM l’autore Luca Cerchiari ci introdurrà nella sua ultima opera “Una Storia Della Musica”, il 10 novembre.

 

Stories

Con JAZZ100 il noto giornalista Claudio Sessa, in 6 appuntamenti al Triennale Teatro Dell’Arte (3/4/5/10/11/12 Novembre) ci racconterà i primi cento anni di storia del genere musicale.

Donny McCaslin, musicista, recente collaboratore di David Bowie nel suo ultimo album “Blackstar”, si racconta ed incontra il pubblico (Triennale Teatro Dell’Arte, 7 Novembre).

 

Night & Day

Serie di eventi prodotti dalle tante realtà che ogni giorno intensificano la proposta musicale affine al Jazz; dai piccoli club (Bachelite cLabLa Corte Dei MiracoliSanteria Paladini, Le Biciclette e Vista Darsena) a concerti e incontri a cura di Associazione Musica Oggi.

 

Lacittàintorno

Insieme a Lacittàintorno di Fondazione Cariplo quattro i grandi eventi JAZZMI dedicati a grandi e piccoli che coinvolgeranno le zone Adriano/via Padova e Corvetto/Chiaravalle, oltre ai progetti dedicati ai bambini con due eventi speciali con Enrico Intra e l’Orchestrino.

 

Jazzdo.it

JAZZDO.IT è il nuovo progetto del festival realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. Un progetto unico in Italia, rivolto a tutti i componenti della filiera del Jazz quali artisti, etichette discografiche, festival, editori, media, operatori, associazioni, professionisti, studiosi e appassionati.

Ci saranno convegni, showcase, conferenze, incontri e masterclass con artisti e operatori del settore, tutti dedicati all’approfondimento dei temi e delle istanze del Jazz, dalla produzione discografica al live, dalla didattica all’export. L’intento è quello di creare un ambiente comune di alto profilo internazionale dove le associazioni di categoria, gli operatori e le istituzioni possano ritrovarsi, dialogare e insieme elaborare progetti per la diffusione del Jazz italiano all’estero, dando vita a collaborazioni e partnership internazionali, sull’esempio dei più virtuosi modelli europei, che saranno presenti.
 

Crediamo che anche questo sia uno dei compiti ineludibili di un grande festival Jazz contemporaneo proiettato al futuro, quale JAZZMI aspira a essere.

 

Il cuore di JAZZDO.IT si svilupperà da venerdì 10 a domenica 12 novembre nella cornice di Triennale Teatro Dell’Arte, ma durante tutto JAZZMI diversi saranno i momenti di approfondimento dedicati ai professionisti e agli amanti del Jazz.
Tutto il programma è consultabile sul sito internet jazzmi.it nella sezione JAZZDO.IT
 

Media partner della rassegna sono: Corriere della Sera, Radio Monte Carlo, Musica Jazz, Edizioni Zero, Spotify.

Grazie ai nostri partner:

– Intesa Sanpaolo, mainpartner di JAZZMI che inaugurerà i due week-end del festival con due concerti nella filiale di Piazza Cordusio, prima in Italia pensata come spazio per cultura e innovazione.

– Flying Blue di Air France KLM, che diventa partner di JAZZMI e oltre a far volare i nostri artisti, sarà l’anima della serata d’inaugurazione coi Chicago Stompers.

Per gli iscritti al programma Flying Blue di Air France KLM sconti dedicati su tutti i concerti a pagamento, posti riservati nelle prime file ed ingresso gratuito alla serata di inaugurazione.

– Hamilton, marchio orologiero svizzero dalle radici americane che batterà il tempo accompagnando le serate “american spirit” dedicate agli artisti statunitensi Lee Konitz, Naturally 7, Donny McCaslin, Bill Frisell e il concerto conclusivo di Jan Garbarek feat. Trilok Gurtu.

– NH Hotel che ospiterà i nostri artisti e alcuni dei concerti di JAZZMI.

– Yamaha Pianos che presenta i concerti al Casello Sempione.
 

INFORMAZIONI
 

SITO UFFICIALE, BIGLIETTERIA E ABBONAMENTIwww.jazzmi.it

MAILinfo@jazzmi.it

INFOLINE: 345.5170594

Dalle 10 alle 18 dal lunedì al venerdì. Dalle 10 alle 18 nei giorni del festival.

 

FACEBOOKwww.facebook.com/JAZZMIMILANO

SPOTIFY: JAZZMI

INSTAGRAM: JAZZMIMILANO #jazzmi2017

Appuntamento unico a Milano con la musica dei BAUSTELLE per festeggiare il successo del tour L’ESTATE, L’AMORE E LA VIOLENZA



Foto di Gianluca Moro

APPUNTAMENTO UNICO A MILANO CON LA
MUSICA DEI BAUSTELLE  PER FESTEGGIARE IL
SUCCESSO DEL TOUR

“L’ESTATE, L’AMORE E LA VIOLENZA” 

NUOVA DATA
IN RECUPERO DI QUELLA CANCELLATA
PER MALTEMPO AL CARROPONTE

21 SETTEMBRE 2017
ALCATRAZ – MILANO

Confermandosi una delle band più originali e di successo della scena alternative pop italiana, i Baustelle  tornano ad esibirsi dal vivo a Milano con il tour “L’ESTATE, L’AMORE E LA VIOLENZA”, partito lo scorso 16 giugno da Russi (Ravenna) nel quadro di oltre 20 date sparse in tutta la penisola. 

ll nuovo concerto vede inserite in scaletta anche alcune cover a sorpresa, oltre alle canzoni del nuovo album “L’amore e la violenza” e a molti classici del gruppo tra i quali “Charlie fa surf”, “La guerra è finita”, “Un romantico a Milano”, “L’aeroplano” e “Piangi Roma”.
Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci sono Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre).

Ore 21:30 – Biglietti in prevendita: 20 €+ddp – Biglietti in cassa: 25 €

È “Betty” l’ultimo singolo dei Baustelle,  tratto dal loro ultimo album  “L’AMORE E LA VIOLENZA”, uscito lo scorso 13 gennaio.

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=bqx0O-bzheg

Betty” è un ritratto di ragazza di oggi, in bilico tra una vita da social network e un rapporto con la realtà ben raccontato tra le righe della canzone (“Betty / è bravissima a giocare / con l’amore e la violenza / si fa prendere e lasciare / che cos’è la vita senza / una dose di qualcosa / una dipendenza”). Come scrive a proposito del brano Francesco Bianconi: “Sono amico di Betty, usciamo insieme. Andiamo agli aperitivi e ai concerti, incontriamo persone per strada, nei bar e nelle camere da letto. Abbiamo profili memorabili e foto che non riusciamo a stampare. Vorremmo sedurre il mondo. A lei piace una musica, a me un’altra. Spesso facciamo le cose che non vorremmo fare. Quando non stiamo insieme la spio. Come lei, senza un motivo a volte rido e a volte piango. Sono arrivato a una conclusione: Betty sono io“.   

Francesco Bianconi inoltre è stato uno dei protagonisti della edizione 2017 della Milanesiana,  leggendo un breve racconto inedito scritto per una serata dedicata, come tutta l’edizione, al tema “Paura e coraggio”.

Resta inteso che i biglietti del 9 settembre rimangono totalmente rimborsabili e che saranno validi i biglietti già acquistati per il Carroponte.

Chi ha acquistato al botteghino il giorno dello spettacolo e non ha provveduto al rimborso la sera stessa, può scrivere una mail a ticketing@ponderosa.it.

 

 

www.gibilterra.org

www.ponderosa.it

www.abuzzsupreme.it

MATT BIANCO “Gravity” – Nuovo album e tour in Italia

Matt Bianco

“Gravity”

Nuovo album e tour in Italia

 

Alcune cose migliorano solo con il tempo.
Vino rosso e fiducia in se stessi, per esempio, o Matt Bianco. Il leggendario gruppo britannico, nato negli anni ’80, ispirato ad una immaginaria figura  di una super-spia degli anni Sessanta, è stato apprezzato in tutto il mondo per successi come “Half A Minute”, “Get Out Of Your Lazy Bed”, “Whose Side Are You On?” e “Yeh Yeh”.
Per il loro quindicesimo album “Gravity”, il front-man, il cantante e cantautore Mark Reilly ha reclutato una nuova band con Magnus Lindgren, sax e flauto svedese, e una buona parte del gruppo di Jamie Cullum. La loro missione: rianimare e modernizzare le basi di Bossa e Jazz di Matt Bianco, pur mantenendo il facile appeal dei successi precedenti, il tutto costruito intorno alla iconica voce Dry-Martini di Mark Reilly.
Il risultato è una collezione energetica, ma anche rilassante, di dieci canzoni originali, con una sufficiente dose di attrazione per soddisfare i più sofisticati ammiratori e per attirare nuovi fan, che potrebbero essere stati già adepti del Jazz di Gregory Porter o di Jamie Cullum.

Quando abbiamo iniziato, eravamo molto attratti dagli spy-movie degli anni Sessanta”, ricorda Mark, che fondò la band nel 1983 con due colleghi del gruppo Blue Rondo à la Turk.
La ragione principale è che spesso c’era già una grande quantità di musica latina e jazz molto algida nelle colonne sonore. Così abbiamo affinato il nostro genere per crearci un’opportunità” afferma Reilly. Registrato a Stoccolma, Londra e nello studio dello stesso Matt Reilly a Buckinghamshire, “GRAVITY”si basa su un suono Jazz organico, registrato come una band live e mixato da Mark.
Abbiamo ricevuto critiche da parte del mondo del jazz tradizionale, perché Matt Bianco non è jazz in senso stretto; il jazz era un’influenza per noi, ma non stavamo cercando di fare musica jazz classica. Il nostro mix di jazz è riuscito a creare interesse in molte persone. Penso che abbiamo creato una fusione interessante tra la nostra musica, capace di attrarre non solo i fan storici, ma anche le generazioni più giovani “.

La produzione del nuovo album, la prima uscita dopo la tragica morte del tastierista e co-leader Mark Fisher, che aveva aiutato a ripensare il suono del gruppo pop britannico 25 anni fa, dopo essersi unito alla band per il loro secondo album, ha avuto inizio a Stoccolma quando Mark ha iniziato a comporre le solari note del singolo “Joyride”, un brano sospeso tra “Sidewinder” di Lee Morgan e “Lowrider” dei War, che è anche contenuto in un remix di Mark De Clive- Lowe, e la ballata, profonda e oscura“Solace”, così come la dolcissima “AM / PM” con Magnus Lindgren. Le altre sette tracce, che vanno dal groove uptempo di “Summer In The City” e di “Invisible” o alla latineggiante “Paradise”, sono state scritte e registrate con il sassofonista britannico Dave O’ Higgins (Jamie Cullum, Mezzoforte, Matthew Herbert) nel suo studio di Brixton e i membri del suo quintetto: Sebastiaan de Krom ai tamburi, Geoff Gascoyne al basso (Jamie Cullum), Graham Harvey al pianoforte e al Fender Rhodes, conosciuto per il suo lavoro con George Benson, Incognito e Stacey Kent, oltre all’incredibile Martin Shaw alla tromba e al filicorno, un frequentatore della grande orchestra della BBC che ha anche collaborato con Sting, Jamiroquai e Natalie Cole. A Completare la line-up è l’affascinante Elisabeth Troy, cantante che colpisce al cuore e vanta collaborazioni con MJ Cole, Metrik, e Clean Bandit.

Mark Reilly è a dir poco entusiasta del tour di “Gravity” di Matt Bianco, che vedrà coinvolti gli stessi musicisti che appaiono sull’album.
Il tour ha avuto inizio in Giappone alla fine di agosto 2017 per approdare poi in Europa a partire da settembre 2017 e in tutto il mondo nel 2018.

“È qualcosa di più maturo rispetto al 1984 in cui i Matt Bianco erano inseriti in un contesto pop. Era l’inizio dell’epoca del video clip e fummo lanciati con quello stile.
Adesso, anche se sono passati 20 anni, la musica non è cambiata molto, ma è diverso il nostro approccio,è  più adulto. Penso che la musica che facciamo ora sia la stessa, ma più evoluta e che meglio si adatta alla nostra età. L’auspicio, per dirlo con dolcezza, è che gli ascoltatori si sentano a proprio agio con il nuovo Matt Bianco, un suono stiloso, fresco e sofisticato, per i nostri tempi e anche un po’ oltre.”

IL TOUR:
18 Settembre BOLOGNA – Bravo Caffè
19 Settembre BOLOGNA – Bravo Caffè
20 Settembre BOLOGNA – Bravo Caffè
21 Settembre MILANO – Blue Note
22 Settembre MILANO – Blue Note
23 Settembre MILANO – Blue Note

LA BAND:
MARK REILLY
voce
ELISABETH TROY
voce
DAVE O’HIGGINS
sax
MARTIN SHAW
tromba e filicorno
GEOFF GASCOYNE
contrabbasso
GRAHAM HARVEY
piano e fender rhodes
SEBASTIAAN DE KROM
Batteria

LINKS:
http://www.mattbianco.com/

ARTO LINDSAY – Nuovo video e tour europeo

Nuovo video e tour europeo per Arto Lindsay

 

Torna in Europa ARTO LINDSAY per presentare “Cuidado Madame”, il suo ultimo album in studio uscito a fine aprile su etichetta Ponderosa Music & Art, un lavoro al solito geniale e coraggioso, ispirato al misconosciuto film omonimo del 1970 del regista underground brasiliano Julio Bressane, che racconta degli allegri e brutali omicidi commessi da una cameriera.

Queste sono le date confermate:
7 Ottobre – London (UK) @ Barbican (full band)
8 Ottobre – Paris (F) @ La Bellevilloise (full band)
13 Novembre – Trento (IT) @ Auditorium Santa Chiara (trio)
14 Novembre – Breno (IT) @ Teatro delle Ali (trio)
15 Novembre – Roma (IT) @ Monk (trio)
16 Novembre – Bologna (IT) @ Locomotiv (trio)
18 Novembre – Madrid (ES) @ Cafè Berlin (trio)

 

Lindsay ha anche rilasciato il nuovo video del brano “Arto vs Arto”, diretto da Seth Tillett e visibile QUI sul suo facebook ufficiale.

http://ponderosa.it/
https://www.facebook.com/artolindsayofficial
http://artolindsay.com/

I Diari della Fine firmano per Black Candy Records


Vengono da Lucca, si fanno chiamare
Diari della Fine e sono il nuovo gioiellino della  
Black Candy Records

 

Solitudine
Malinconia microcosmo
Malinconia macrocosmo
Il testo rimane decadente,il narratore è solo
La musica però porta fuori dalla stanza e pare a tratti ballabile,serena.
È sempre calma apparente,Leopardiana quasi.
Si vive molto il rapporto col foglio davanti,
SAUDADE che comincia con: “Organizziamoci mi hai detto..” È la chiave di lettura di tutto l’album.
Si maschera la solitudine con la musica fresca, ma è sempre contraddittorio il rapporto testo/musica.

Il brano “Nascere dove si muore” con un kick in 4/4 il narratore si domanda se, reciprocamente, la vita sia un sogno e la morte ne sia il risveglio e se così fosse non sarebbe un meraviglio ricordo ma un “pessimo ricordo”.

Il nostro momento di vita è quello bastardo dei 25 anni, dove sei più vicino ai 30 che ai 20, e come in  “Giuda” ci si prova ad immaginare padri anziché figli.

Il tempo è sempre poco e il lavoro sempre troppo
Non c’è spazio per politica, non c’è spazio per cronaca, non c’è spazio per la protesta, c’è l’individuo, ci sono, ci sei te e c’è chi ascolta quello che ci diciamo quando siamo soli.
Tutto è vero e tutto è inventato, tutto è autobiografico, ma fatto recitare ad attori che non siamo noi e che interpretano le nostre parole.

La vera chiusura dell’album è l’unico brano dalla natura meno pop “Sanno solo sorridere”, dove per l’ennesima volta si ricorda che la solitudine non è uno stato, ma un continente.

L’uscita del nuovo album dei Diari della Fine “Documenti” è prevista per la fine di gennaio 2018 su Black Candy Records con distribuzione affidata ad Audioglobe. Il primo singolo “Inter Nos” sarà in tutte le radio dello Stivale a partire dalla metà di ottobre.

https://www.facebook.com/diaridellafine/

La Metralli a Sarajevo per rappresentare l’Italia al PitchWise Festival

La Metralli a Sarajevo per

rappresentare l’Italia al

PitchWise Festival


 

La Metralli presenterà l’8 settembre 2017 a Sarajevo  il nuovo lavoro dal titolo “Lanimante”, in uscita, in Italia, il 15 settembre con distribuzione Audioglobe.

La band è stata invitata dall’onlus Iscos Emilia Romagna a rappresentare l’Italia all’interno del prestigioso festival The PitchWise Festival, organizzato dalla CURE Foundation e incentrato su arte e attivismo femminista.

La manifestazione si terrà dal 7 al 10 settembre con mostre, spettacoli, workshop, tavole rotonde e teatro, per discutere sui diritti delle donne e la promozione della pace e della non violenza.

Per ulteriori informazioni e per vedere il programma completo del festival, questo è il sito ufficiale     http://fondacijacure.org/

http://lametralli.com/

 Page 1 of 13  1  2  3  4  5 » ...  Last »