“Internos” è il primo estratto dal nuovo album dei

DIARI DELLA FINE su Black Candy Records

 

ll loro momento di vita è quello bastardo dei 25 anni, dove sei più vicino ai 30 che ai 20.
Sperimentano l’elettronica internazionale in cameretta dal 2014, vestendola di un cantautorato Italiano intellegibile e immaginifico al contempo,

I Diari della Fine sono 3 toscani: Nicolò, Filippo e Iacopo

Dopo una gestazione di 2 anni sono pronti a partorire il loro primo album “Documenti” che uscirà a primavera 2018 per Black Candy Records (Audioglobe/Warner Music Italy), un disco in cui non c’è spazio per politica, non c’è spazio per cronaca e non c’è spazio per la protesta.
C’è l’individuo, ci sono io e ci sei te e c’è chi ascolta quello che ci diciamo quando siamo soli

“Documenti” è tutto questo, un disco di canzoni itpop, scritte con l’aiuto di sintetizzatori e campionatori senza nessun tipo di pregiudizio verso il computer. Analogico e digitale che vivono complementari, un patto insolito che li circonda su ogni livello, dalle mappe antiche sulle grafiche disegnate su Photoshop al look decapato e coloniale per una fredda e moderna griglia Instagram.

Il primo estratto dal disco è “INTERNOS”, una somma di micro note arpeggiate che riverberano fino ad esplodere in un ritornello R&B col basso che detta le regole del movimento che dovrà fare il bacino per i prossimi due minuti. 
Il testo è esistenzialista come tutti i temi che trattano i documenti dei Diari della Fine e in questo caso parla di una coppia che si sfiora, si racconta ma non riesce a raggiungersi e il videoclip diretto da Stefano Poggioni del collettivo The Factory Prd, già conosciuto per i recenti lavori con Levante ed Emis Killa:  https://youtu.be/QCLu9hkPIvQ

A breve saranno annunciate anche le prime date live della band curate da Locusta Booking.

 

www.facebook.com/diaridellafine/

Comments.

Currently there are no comments related to this article. You have a special honor to be the first commenter. Thanks!

Leave a Reply.

* Your email address will not be published.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.