Primavera Pro 2018:

avventure nel mondo moderno

 

 

– Una tavola rotonda con la partecipazione di Amnesty International si parlerà di censura e dei procedimenti penali contro alcuni musicisti spagnoli

– Kyle Dixon e Michael Stein riveleranno i segreti della colonna sonora di Stranger Things in una conversazione con la celebrata produttrice di musica footwork Jlin

– Stuart Murdoch dei Belle and Sebastian presenterà i suoi momenti musicali preferiti nella storia del cinema

– Il cineasta Adam Curtis e il musicista Josh Tillman (Father John Misty) saranno protagonisti di un incontro imperdibile

– Los Planetas festeggeranno il ventesimo anniversario di “Una semana en el motor de un autobús” in un incontro aperto al pubblico

 

A meno di un mese dall’apertura del Primavera Pro 2018, è il momento di rivelare il programma della nona edizione dell’appuntamento per esperti del settore musicale, che avrà luogo dal 30 Maggio al 3 Giugno al Centre de Cultura Contemporània de Barcelona (CCCB) e al Parc del Fòrum, in parallelo con le giornate del Primavera Sound. L’incontro proporrà ancora una volta una serie di avventure nella musica moderna che esploreranno l’industria musicale e il suo impatto sul tessuto sociale: parole come “censura”, “femminismo” e “blockchain” si faranno sentire più volte nelle varie sezioni del CCCB, essendo argomenti che interessano (e impegnano) non solo il mondo della musica ma anche l’intera società. È per questo che il Primavera Pro andrà oltre i settori e il business, per una comprensione della musica come riferimento che ci consenta di tastare il polso del mondo che oggi ci circonda.

 

Musica e tecnologia: playlist, blockchain e lo status quo dello streaming
 

Un incontro dell’industria musicale che non dovesse tener conto degli ultimi sviluppi tecnologici sarebbe del tutto inadeguato. Per questo il Primavera Pro dedicherà ampio spazio a questi argomenti, con interesse ed entusiasmo, ma anche con una prospettiva critica. Justin Barker, di Slice Music, terrà un discorso d’apertura che spiega come far arrivare una traccia sulle playlist più influenti. Da parte sua, la giornalista Liz Pelly sarà moderatrice di un dibattito dove si parlerà del modo in cui gli algoritmi su cui sono basati gli streaming, perpetuano la diseguaglianza di genere nello status quo della musica. Infine, Sonic Visions Music Conference presenterà un incontro che esaminerà i modi in cui la tecnologia blockchain viene usata da musicisti, creatori e professionisti dell’industria musicale, usando diversi punti di vista. L’argomento blockchain avrà una forte importanza anche nella programmazione del Primavera Startups – la giornata che il Primavera Pro e Seed&Click dedicheranno all’imprenditoria tecnologica e musicale.
 

Primavera Pro On-Screen: sincronizzazione e ricontestualizzazione della musica pop
 

La terza edizione del Primavera Pro On-Screen, la programmazione dedicata allo studio delle sinergie tra industria musicale e audiovisiva, sarà sostenuta da EMI Production Music e dall’agenzia di supervisione musicale Thirty Two Music. Quest’alleanza partirà il 30 maggio, in una giornata dedicata che esaminerà attentamente casi concreti per poter rivelare tutti i segreti della sincronizzazione e selezione di musiche per pubblicità e opere audiovisive, uno dei settori più redditizi per artisti e professionisti.
Primavera Pro On-Screen ospiterà anche artisti eccezionali. Kyle Dixon e Michael Stein, acclamati per la composizione della colonna sonora della serie televisiva Stranger Things, saranno impegnati in una conversazione con Jlin, la visionaria produttrice di musica footwork, che è anche un nome richiestissimo per le sincronizzazioni di sfilate di moda. I tre artisti discuteranno la ricerca di modalità innovative per sincronizzare musica e immagini.
Inoltre, l’icona dell’indie e frontman dei Belle and Sebastian Stuart Murdoch, sarà protagonista nel  ruolo che era già toccato a Geoff Barrow e Ben Salisbury nell’attività 10Favs, selezionando i suoi dieci momenti musicali preferiti della storia del cinema.
Venerdì 1 giugno, invece, si svolgerà l’imperdibile incontro tra il cineasta e giornalista Adam Curtis, autore di saggi audiovisivi intensi e lucidi come Century of the Self e HyperNormalisation, e il musicista Josh Tillman. L’artista noto come Father John Misty intervisterà il regista riguardo alla sua attitudine vorace di musica pop, ricontestualizzata all’interno dei suoi film con chiari significati politici.

 

Spagna: tra il bavaglio e l’anniversario di un disco epocale
 

Negli ultimi tempi, nessuno della scena musicale iberica si è visto protagonista delle cronache quanto Valtonyc, Pablo Hásel e il collettivo La Insurgencia. Anche chi non ha mai sentito una sola nota della loro musica ne conosce i nomi, essendo loro gli artisti che sono stati condannati per i crimini di incitazione al terrorismo e di offese nei confronti della Corona spagnola. Una situazione preoccupante per la libertà d’espressione che sarà esaminata da Amnesty International e dai professionisti che hanno seguito il caso, in una tavola rotonda in cui si parlerà di come sono andate le cose.
Oltre ad affrontare questo problema scottante, il Primavera Pro guarderà anche indietro al 1998, il momento in cui una band di Granada ha pubblicato uno spartiacque epico dell’indie rock spagnolo: stiamo parlando di Los Planetas e del loro “Una semana en el motor de un autobús”. Vent’anni dopo, Jota e Florent riapriranno il cofano di questo iconico veicolo, per esaminarne i meccanismi insieme all’artista Pedro G. Romero, in una discussione moderata da Santi Carrillo, direttore della rivista musicale Rockdelux.
Queste due attività avranno luogo nel pomeriggio di venerdì 1° giugno al CCCB e saranno libere al pubblico.

 

Come non perdersi tra i Paesi non anglosassoni
 

Il Primavera Pro 2018 viaggerà fuori dai consueti canali anglosassoni, per analizzare le possibilità offerte anche da altri settori. Per questo ci sarà un’introduzione all’eccellente stato di salute dell’industria musicale centro europea, area che costituisce un quarto del mercato musicale sul globo. Ci sarà anche una guida pratica per tutti gli artisti e professionisti che desiderano andare in tour in Asia, un continente estremamente attraente, ma con numerose particolarità logistiche. Infine, la conferenza inviterà gli organizzatori di Visa For Music, il principale evento musicale del Marocco, a spiegare in che modo sono riusciti a superare le difficoltà, rendendo Rabat il principale punto d’incontro per musicisti e manager musicali dell’Africa e del Medio Oriente.
Il programma della conferenza dedicherà del tempo alla valutazione delle politiche riguardanti l’industria musicale sviluppate in varie città della Spagna, esaminando anche le possibilità di finanziamento fornite dai Programmi della Comunità Europea – Creative Europe and Horizon 2020 – per i progetti musicali.

 

Primavera Award: donne nell’Industria Musicale
 

Il Primavera Award 2018 sarà presentato dall’associazione Mujeres de la Industria de la Música (MIM), per il suo lavoro nel fornire visibilità alle donne che lavorano nel settore della musica.
La presidente dell’Associazione, Carmen Zapata, ritirerà il premio nel corso della Cena Inaugurale del Primavera Pro il 30 maggio. Il giorno successivo Zapata modererà personalmente un dibattito a cui parteciperanno diversi membri del MIM: la cantautrice Christina Rosenvinge, Celia Carrillo (Ticketmaster), Lorena Jiménez (La Trinchera) e Ivone Lesan (Miles Away/Sala Razzmatazz), discutendo anche dell’assenza di uguaglianza di genere nell’industria musicale e dei motivi che stanno dietro alla creazione del MIM.
 

La programmazione includerà anche varie attività già annunciate: il discorso d’apertura di John Congleton, l’agente di booking Clementine Bunel e Aly Gillani, rappresentante della divisione europea di Bandcamp; il dibattito tenuto da giovani professionisti dell’industria musicale spagnola; incontri a tema coordinati dai locali per concerti europei, da etichette discografiche indipendenti e dall’iniziativa CultHunting; sessioni di orientamento con giovani professionisti dell’industria e una gamma di presentazioni che porterà al Primavera Pro una selezione veramente ampia di progetti, iniziative e ricerca. Tutto questo sarà naturalmente accompagnato dal cartellone degli showcase di artisti provenienti da cinque continenti, che riempiranno di suoni innovativi il Pati de les Dones al CCCB e il palco Night Pro al Parc del Fòrum. In totale ci saranno 40 attività, oltre 100 relatori, 39 showcase e una lunga lista di esperti. Tutto questo renderà Primavera Pro un incontro multiforme, dove specialità e settori potranno intrecciarsi, tenendo sempre la musica come principale centro di gravità.

 

Clicca qui per l’intero programma

Comments.

Currently there are no comments related to this article. You have a special honor to be the first commenter. Thanks!

Leave a Reply.

* Your email address will not be published.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.