Primavera Sound 2018:

Orari, mappa, nuovi palchi ed artisti

 

– Nuovi artisti aggiunti al cartellone, con novità di rilievo come Liminal, il nuovo progetto di Jónsi (Sigur Rós)
– Gli showcase di Mosaic, Warp e Giegling guidano la programmazione di The Warehouse
– Grazie a SEAT, il palco Radio Primavera Sound per chi vuole ballare successi indie e pop

 

A soli 21 giorni dall’apertura del Parc del Fòrum nella sua giornata inaugurale, mercoledì 30 Maggio, siamo già immersi nel Primavera Sound 2018. Quale artista sceglierai tra gli oltre 200 nomi e 14 palchi? Dove ricaricherai le batterie e scoprirai il succulento cartellone gastronomico di Primmmavera? Quali segreti ti attendono nella struttura eternamente cangiante del festival? Ogni frequentatore del festival ha il suo Primavera, e ci sono tanti Primavera Sound quanti sono gli spettatori. Ecco dieci indicazioni che vi trasporteranno direttamente nel Parc del Fòrum.

1. ORARI
Si, ci sono sovrapposizioni

Eccoli. Gli orari, i conflitti, i calcoli. Le ore e ore di musica. Che il dibattito inizi! Senza ulteriore indugio, scoprite tutti gli orari sul nostro sito.

Restando in tema, ci duole informarvi che, a causa di problemi personali, quest’anno Madlib non potrà suonare al Primavera Sound.

2. LA MAPPA
Mettetevi scarpe comode

Preparate il vostro itinerario, calcolate le distanze, immaginate come saranno le nuove aree, i nuovi spazi e la nuova disposizione. I nuovi palchi (l’Heineken Hidden Stage si sposta all’aperto ed il Xiringuito Aperol si aggiunge all’area spiaggia), il cambio di posizione del palco Night Pro, l’integrazione del Primavera con Apple Music, The Warehouse e Radio Primavera Sound, nuove aree per camminare… L’intero universo del Primavera Sound è ora nelle vostre mani.

3. HEINEKEN HIDDEN STAGE
All’aperto

Nel suo quinto anniversario, l’Heineken Hidden Stage è cresciuto a tal punto che gli abbiamo tolto le pareti e il soffitto. Nella sua nuova posizione, dove l’anno scorso si è svolto lo storico concerto Unexpected degli Arcade Fire, il festival aggiunge grazie a Heineken® un nuovo palco all’aperto a cui il pubblico potrà accedere senza prenotazione. In totale sette artisti suoneranno su questo palco nei quattro giorni del Parc del Fòrum, due dei quali sono già stati annunciati: il ritorno sui palchi dei Belly di Tanya Donelly e i veterani del soul Lee Fields & the Expressions. Gli altri, tra cui un concerto gratis nella giornata inaugurale di mercoledì 30 Maggio, saranno annunciati nei prossimi giorni attraverso i social media sia del festival che di Heineken®.

 

 

 

 

4. THE WAREHOUSE
Rifugio techno

A solo pochi metri dal suo celebre palco, Ray-Ban presenterà una delle perle di quest’edizione del festival: The Warehouse, un’incredibile discoteca al chiuso di musica elettronica con un suo sound unico e coinvolgente. Nello spazio che l’anno scorso ospitò l’Hidden Stage quest’anno si potrà ballare su musica elettronica.

La programmazione, 7 ore di musica al giorno, avrà un incontrovertibile marchio di qualità: la giornata di giovedì 31 Maggio sarà guidata da Mosaic, con l’aggiunta del viaggio nell’electro e nell’IDM del DJ e produttore Maceo Plex con il suo alias Mariel Ito e inoltre le session di Danny Daze e gli show elettronici live di Carl Finlow, Egyptian Lover, Radioactive Man e Morphology. Venerdì primo Giugno l’etichetta tedesca Giegling si prenderà cura dei beat con una lineup composta da DJ Dustin b2b Konstantin, Edward live, Molly, ATEQ, Leafar Legov live ed Elli. Infine, sabato 2 Giugno sarà la Warp ad assicurare un finale spettacolare, con una vasta selezione tra le sue nuove voci e di altri artisti vicini alla sua filosofia: live act di Yves Tumor, Nkisi, Gaika e Kelly Moran e session di LYZZA, Tutu, ADR e l’inclassificabile Evian Christ.

Ma non è tutto: The Warehouse offrirà due delle poche performance mondiali di Liminal, il nuovo progetto sonoro di Jónsi (frontman dei Sigur Rós), Alex Somers e Paul Corley, che cominceranno a sperimentare il venerdì e il sabato alle 19. Sarà un viaggio attraverso il catalogo dei Sigur Rós, insieme a una moltitudine di altre fonti in cerca dei loro elementi più ambient e ipnotici.

 

5. RADIO PRIMAVERA SOUND STAGE
Indie-Disco

Grazie alla collaborazione tra Primavera Sound e SEAT, quest’anno non bisognerà aspettare il set di DJ Coco per ballare le hit indie e pop al Primavera Sound. Grazie al palco Radio Primavera Sound sarà possibile farlo per tutto il festival, di giorno, di notte e nelle prime ore del mattino. All’interno della nuova area SEAT Village, collocata vicino al mare, con food truck e spazi per il relax, il palco Radio Primavera Sound offrirà un’alternativa per tutti quelli che vogliono solo cantare, saltare e ballare le loro hit preferite. Dall’apertura del festival e fino a mezzanotte, i DJ di questo palco saranno i fan stessi, grazie a uno spettacolare database interattivo degli oltre 2000 artisti che hanno suonato al Primavera Sound in tutti questi anni e di cui si potrà suonare ogni singolo brano. Dall’una del mattino fino a chiusura, la musica sarà fornita da sei DJ da paesi diversi ma con un solo obiettivo: riportare alla memoria attraverso le hit i grandi inni pop, rock, e indie del festival. Jonathan Villicaña dal Messico e Karrera Klub DJs da Berlino si occuperanno di far ballare proprio tutti il giovedì, il presentatore e DJ di BBC Radio Jon Hillcock e la star locale Miqui Puig seguiranno il venerdì, e l’apice della festa del sabato sarà nelle mani del DJ italiano Carlo Pastore e di Indiespot DJ, direttamente dalla rete musicale iberica che sta celebrando il suo decimo anniversario.

6. FLATSTOCK E FIERA DEL DISCO
Il miglior negozio in circolazione

Ancora una volta e per il settimo anno consecutivo, l’esposizione itinerante di poster di concerti Flatstock visiterà Barcellona grazie al Primavera Sound. Un’opportunità unica di assistere all’insolito incontro tra la musica e la più nascosta delle arti visive.

Flatstock, un progetto creato dall’organizzazione non-profit American Poster Institute dedicato alla promozione dei poster musicali, si troverà al Parc del Fòrum, dove gli amanti della musica avranno accesso ad una grande varietà di lavori creati da numerosi artisti.

Già da sedici anni le principali etichette indipendenti hanno portato i loro prodotti al pubblico del Primavera Sound attraverso la fiera del disco. Posto sulla passeggiata del Parc del Fòrum, il tradizionale incontro sarà ancora una volta zeppo di dischi e stampa indipendente, dove gli amanti della musica potranno trovare una selezione esclusiva di album in vinile, magliette e altri articoli nel pieno spirito del festival. Molte di queste etichette saranno rappresentate dai loro artisti all’interno dell’evento di Barcellona.

7. minimúsica
Mini? Maxi!

Anche quest’anno minimúsica collabora col Primavera Sound per avvicinare i bambini alla musica moderna di qualità attraverso l’opportunità di vivere un’esperienza interattiva insieme agli artisti del cartellone.

L’area minimúsica del Parc del Fòrum sarà attiva dal giovedì al sabato dalle 16 alle 23 e fornirà diversi servizi che coprono le varie necessità delle famiglie (area di cambio pannolini, zona riposo, fornitura auricolari protettivi, servizi igienici adattati…) oltre a una zona di gioco libero con sorveglianti qualificati.

Quest’anno il design e i contenuti sono stati creati in collaborazione con gli studenti dell’Institut Quatre Cantons di Barcellona, che come filo conduttore per le attività e per i giochi che vi si svolgeranno hanno scelto “il circo”. Ci saranno quindi workshop di giocoleria, aree travestimento, giochi di equilibrio e mira, e tanto altro ancora.

Inoltre, come ogni anno, ci saranno svariati concerti. Mercoledì alle 18 suoneranno The Quacks, una band formata dagli studenti dell’Institut Quatre Cantons. Il venerdì alle 18 ci sarà una lezione di hip hop coi giovani DJ Rubén Juanez e Miquel Pla. E il sabato alla stessa ora ci sarà un miniconcerto di Heather, Kiwis, e Side Chick, tre band che rappresentano la scena underground della nostra città. Per concludere, la domenica alle 12:30 come parte integrante del Primavera al Raval, al CCCB, ci sarà una performance di pop in Valenziano di Marieta Ganduleta.

 

8. NO CALLEM 
Non staremo zitte

Il Primavera Sound aderisce a No Callem, un protocollo d’azione contro le molestie sessuali in locali notturni sostenuto dal municipio di Barcellona insieme ad altri locali e festival della città.

Vogliamo che il festival sia sicuro per tutti. E per questo:

  • Ci sarà un punto informativo di No Callem a vostra disposizione nel Parc del Fòrum
  • Lo staff di No Callem si sposterà per tutta l’area concerti fornendo informazioni e proteggendo da possibili casi di molestie
  • A tutti i lavoratori del festival sono state fornite informazioni riguardo all’iniziativa e al suo protocollo d’azione
  • Se assistete a casi di molestie o di comportamenti non ammissibili, siete pregati di informare un membro del nostro team

Siamo tutti qui per divertirci e godere della musica. Ringraziamo tutti per aver reso e continuare a rendere Primavera Sound un festival libero dalla violenza sulle donne. 

 

 

 

PRESS AREA

 

www.primaverasound.es

Comments.

Currently there are no comments related to this article. You have a special honor to be the first commenter. Thanks!

Leave a Reply.

* Your email address will not be published.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>