Siena Jazz riapre le sue aule e presenta il video dei suoi docenti e i suoi live su Jazz in Toscana

SIENA JAZZ: RIAPRONO LE AULE PER I CORSI
DELL’ANNO ACCADEMICO 2020-2021
E PRESENTA IL VIDEO
“BASS PLAYERS ARE USUALLY COOL PEOPLE”
REALIZZATO DAI PROPRI DOCENTI SILVIA BOLOGNESI, GABRIELE EVANGELISTA E
FERRUCCIO SPINETTI

I CONCERTI DI SIENA JAZZ SUL PORTALE
JAZZ IN TOSCANA


Foto di Massimo Bartali

 

Con le lezioni in presenza del Biennio iniziate il 7 Gennaio e i corsi triennali che si stanno svolgendo in questi giorni, Siena Jazz ha riaperto gradualmente tutti i suoi corsi accademici, le attività pre-accademiche, i Corsi di Formazione Musicale “CFM” e il laboratorio giovanile musicale “Peter Pan Orchestra”. Ad oggi quindi tutti i corsi e le attività organizzate da “Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz” hanno ripreso il loro svolgimento nel nuovo anno.

I grandi musicisti italiani ed internazionali che costituiscono il corpo docente di questa istituzione musicale, eccellenza dell’alta formazione artistica per la musica jazz in Europa hanno ricominciato a muoversi fra le aule di Siena Jazz e a dare vita alle loro lezioni ed alla musica di insieme che contribuirà a formare i grandi artisti di domani.

Tutto ciò rispettando le normative ed i protocolli di sicurezza che fin dall’inizio dell’emergenza pandemica sono stati sempre prioritari per la sicurezza e serenità degli studenti e del corpo docente e non docente di Siena Jazz.

Per questo le lezioni si svolgono in modalità mista, alternando lezioni in presenza, grazie anche ai grandi pannelli di policarbonato che mantengono in sicurezza le lezioni con cantanti e strumenti a fiato, a lezioni online che oggi possono contare sull’affidabilità del collegamento alla rete comunale DIANA in banda larga. Interventi che permettono a Siena Jazz in questo periodo di emergenza di mantenere sempre alto il suo standard di formazione e che sono stati resi possibile grazie al sostegno e all’intervento del Comune di Siena.

È quindi per Siena Jazz un piacere salutare i propri studenti e tutti gli studenti di musica in genere con la positività che renderà migliore il nostro ed il loro anno ed ha deciso di iniziare a farlo attraverso un video realizzato dai docenti di contrabbasso del Triennio di Siena Jazz: Silvia Bolognesi, Gabriele Evangelista e Ferruccio Spinetti, tre grandi artisti che oggi insegnano in quelle aule in cui hanno contribuito alla loro formazione musicale e che oggi portano avanti i loro progetti con l’Art Ensemble of Chicago 50th Anniversary, Enrico Rava e con Musica Nuda e Avion Travel, solo per citarne solo alcuni.

Il video del brano “Bass Players Are Usually Cool People“, è uno degli esempi della resistenza musicale di Siena Jazz, realizzato durante il lockdown ha avuto lo scopo sia di fare sentire i musicisti più vicini, che quello di tirare su il morale ai loro studenti.
 

Bolognesi, Evangelista e Spinetti “Bass Players Are Usually Cool People”
https://www.youtube.com/watch?v=RIdkESWx1_E

I CONCERTI DI SIENA JAZZ SU JAZZ IN TOSCANA

Nasce jazzintoscana.it, il sito del “jazz on demand” promosso dal coordinamento dei principali organizzatori di jazz toscani con il contributo della Regione Toscana.

Jazz in Toscana è promosso da Siena Jazz insieme a Music Pool, Pisa Jazz, Barga Jazz Festival, Empoli Jazz Ejf, e Musicus Concentus, con il contributo di Regione Toscana.

A breve saranno disponibili alcuni dei concerti registrati a Siena in occasione della 50ª edizione dei Seminari Internazionali di Siena Jazz 2020. Già disponibile on demand il concerto inaugurale ad opera della “SJU – Siena Jazz University Orchestra”, Direttore M° Roberto Spadoni, solista ospite il sassofonista Maurizio Giammarco. Presto saranno disponibili anche i successivi tra cui: la presentazione live dei nuovi progetti discografici “Electra”,“Humanity” e “Coaction”, i concerti del quintetto formato da Falzone, Giammarco, Cecchetto, Di Castri e Hutchinson, del quartetto con Richardson, Burk, Di Castri e Hutchinson, il quintetto con Sigurtà, Blake, Puglisi, Scandroglio e Galeotti e l’esibizione della Master Class “Rava 2020, diretta da Enrico Rava, con: Rava, Caputo, Rinaldo, Gravagna, Romano e Galeotti.

Iscrizioni ed informazioni: https://jazzintoscana.it

 

Siena Jazz
Accademia Nazionale del Jazz
Fortezza Medicea, 10
53100 – Siena
www.sienajazz.it

 

 

John Fogerty e la sua famiglia presentano il vinile dell’album “Fogerty’s Factory”

JOHN FOGERTY E LA SUA FAMIGLIA PRESENTANO

IL VINILE DELL’ALBUM “FOGERTY’S FACTORY”

 


Da sinistra a destra: Shane Fogerty, John Fogerty, Kelsy Fogerty, Tyler Fogerty
crediti foto: Julie Fogerty

 

John Fogerty ha anche recentemente pubblicato “Weeping in the Promised Land”, una nuova canzone in cui riflette sugli eventi del 2020

 

Dopo il CD uscito a fine novembre e l’uscita digitale di “Fogerty’s Factory” con John Fogerty e i suoi figli, l’album è ora disponibile per l’acquisto in formato vinile sempre tramite BMG. Mentre si auto-quarantenava insieme la famiglia Fogerty, John e i suoi figli Shane, Tyler e la figlia Kelsy, si sono riuniti nel loro studio di casa per suonare insieme. Volendo condividere la loro musica con un mondo in quarantena, ogni venerdì veniva pubblicato un nuovo video nell’ambito di una serie speciale su YouTube, appuntamento adorato dai fan in attesa ogni settimana di ascoltare le canzoni classiche di John. Questi video sono stati celebrati dalla critica tra i live stream preferiti nel 2020.

Ascolta “Fogerty’s Factory” QUI
 

Ad oggi, questi video hanno raccolto oltre 10 milioni di visualizzazioni e hanno attirato l’attenzione di media prestigiosi come il Tiny Desk di NPR, il Late Show con Stephen Colbert e lo speciale radiofonico di un’ora su SiriusXM, The Fogerty Rockin’ Family Hour, dove John insieme ai suoi figli, Shane e Tyler, hanno parlato di musica e di vita. Ogni media ha ricevuto una versione video unica della Fogerty Family che ha cantato e suonato le canzoni iconiche di John. La famiglia si è persino riunita in un Dodger Stadium vuoto per girare “Centerfield” il giorno del 75° compleanno di John, il 28 maggio. L’audio di queste session è stato originariamente pubblicato in formato digitale come EP quel giorno. Ma i Fogerty non si sono fermati qui, aggiungendo nove nuovi brani che hanno formato un album completo. 

Le canzoni di John Fogerty hanno continuato ad essere una presenza costante nel corso dell’ultimo anno. A dicembre l’album “Chronicle Vol. 1” dei Creedence Clearwater Revival, dopo una permanenza di oltre 500 settimane nella classifica Billboard 200, è diventato una pietra miliare delle chart come solo altri 7 album hanno mai fatto prima. Il 7 gennaio Fogerty ha pubblicato una nuova canzone “Weeping In The Promised Land”, la sua struggente riflessione sul 2020 e su come gli eventi di quest’ultimo anno hanno cambiato la vita come l’avevamo sempre conosciuta. “Weeping In The Promised Land” è in definitiva un commovente omaggio a coloro che sono stati vittime della pandemia e a coloro che hanno sofferto a causa di pregiudizi e ingiustizie, con lo sguardo rivolto ai giorni luminosi che ci attendono.
 

Ascolta “Weeping In The Promised Land”:
https://johnfogerty.lnk.to/WeepingInThePromisedLand

Guarda il canale ufficiale YouTube di John Fogerty
con tutti i video di Fogerty’s Factory

 

 

Japan “Quiet Life” – Un album classico ristampato nella nuova versione speciale Deluxe Edition

JAPAN “QUIET LIFE”

UN ALBUM CLASSICO RISTAMPATO NELLA NUOVA VERSIONE
SPECIALE DELUXE EDITION (1xLP + 3xCD)

DISPONIBILE ANCHE NEI FORMATI: LIMITED EDITION VINILE ROSSO RIMASTERIZZATO HALF SPEED, VINILE NERO E CD

IN USCITA IL 5 MARZO 2021 PER BMG, QUI IL PRE-ORDINE
https://Japanband.lnk.to/QuietLifePR

ORA DISPONIBILE “QUIET LIFE” (Japanese 7” Mix)
SU TUTTI I SERVIZI STREAMING

https://Japanband.lnk.to/QL7PR

A PEERLESS IMMACULATE, LIVING WORK OF ART” ELECTRONIC SOUND

 

Il classico dei Japan “Quiet Life” ha chiuso metaforicamente e letteralmente gli anni ’70 e ha dato il via agli anni ’80 per il fatto di essere uscito nel periodo natalizio, in alcuni paesi nel 1979 e in altri nel 1980.

Un momento perfetto per una band che stava per uscire dal glam rock, dalle ombre post-punk e consegnare un disco con un suono nuovo di zecca che sarebbe arrivato a definire il nuovo decennio. 

“Quiet Life” è stato il terzo, ultimo e più riuscito album della band per l’etichetta Hansa Records, inclusi i singoli che lo accompagnavano; Quiet Life” e “All Tomorrow’s Parties” così come altri singoli non originariamente non compresi nell’album, sono oggi inclusi nella nuova versione deluxe; “Life In Tokyo”, “European Son” e “I Second That Emotion” hanno agito da precursori per i suoni alternative, new wave e new romantici dei primi anni ’80.

Mentre l’album non sarebbe entrato nella top 50 del Regno Unito, la sua influenza duratura si sarebbe fatta sentire per i decenni a venire ed è ormai universalmente riconosciuto come uno dei grandi classici britannici dell’epoca.

Quiet Lifeè ora oggetto di una nuova importante ristampa con una nuovissima rimasterizzazione half-speed dell’album originale, mix alternativi, b-side, singoli, rarità e materiale live che include la registrazione del ricercato ‘lost’ Live at Budokan del marzo 1980 precedentemente disponibile solo come EP a 4 tracce Live in Japan.

L’uscita presenta l’artwork originale dell’album restaurata, nuove esclusive note di copertina con una prefazione del produttore originale, John Punter, fotografie inedite e memorabilia.

Parlando di “Quiet Life” nel 2019 il batterista dei Japan, Steve Jansen, dice: “Sembra il lavoro più compiuto da un gruppo di musicisti che ha iniziato a trovare una propria voce, piuttosto che dimostrare semplicemente le loro capacità di scrivere/suonare musica“.

Anche il tastierista, Richard Barbieri, riconosce lo spostamento sismico che la band ha vissuto “È come se da un giorno all’altro avessimo scoperto da un giorno all’altro la raffinatezza, la sottigliezza e le sfumature. Un grande cambiamento dovuto al fatto che David ha iniziato a scrivere di più al pianoforte e credo che questo abbia generato i brani più incisivi di quel periodo. Canzoni dal suono più aperto e spazioso in cui abbiamo iniziato a capire come costruire gli arrangiamenti“.

 

JAPAN “QUIET LIFE” – DELUXE EDITION TRACKLIST

 

LP & CD1: QUIET LIFE
L’ALBUM ORIGINALE RIMASTERIZZATO HALF-SPEED SU VINILE PESANTE E RIMASTERIZZATO PER CD
Quiet Life
Fall In Love With Me
Despair
In-Vogue
Halloween
All Tomorrow’s Parties 
Alien
The Other Side Of Life 

CD2: A QUIETER LIFE
MIX ALTERNATIVI E RARITA’
European Son (Steve Nye 7” remix 1982)
Life In Tokyo (Steve Nye 7” special remix 1982)
Quiet Life (Original German 7” mix 1980)
I Second That Emotion (Steve Nye 7” remix 1982)
All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 7” remix version 1983) 
European Son (John Punter 12” mix 1980)
Life In Tokyo (Steve Nye 12” special remix version 1982)
I Second That Emotion (Steve Nye 12” remix version 1982) 
All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 12” remix version 1983) 
European Son (Steve Nye 12” remix version 1982)
Quiet Life (Japanese 7” mix 1980)
A Foreign Place
All Tomorrow’s Parties (John Punter 7” mix 1979)
Life In Tokyo (Theme Giorgio Moroder version 1979)
Live In Japan EP
Deviation (Live In Japan)
Obscure alternatives (Live In Japan)
In-Vogue (Live In Japan)
Sometimes I Feel So Low (Live In Japan) 

 

CD3: LIVE AT BUDOKAN 27/03/1980 
Intro
Alien
…Rhodesia
Quiet Life
Fall In Love With Me
Deviation
All Tomorrow’s Parties 
Obscure Alternatives
In-Vogue
Life In Tokyo 
Halloween
Sometimes I Feel So Low 
Communist china 
Adolescent Sex
I Second That Emotion 
Automatic Gun

 

JAPAN ‘QUIET LIFE’
DATA DI USCITA 5 MARZO 2021 PER BMG

PRE-ORDINE QUI  
https://Japanband.lnk.to/QuietLifePR