Van Morrison presenta il doppio singolo ”Up County Down”/“Where Have All The Rebels Gone?”

PRESENTA IL DOPPIO SINGOLO

UP COUNTY DOWN” /
WHERE HAVE ALL THE REBELS GONE?”

ASCOLTA QUI / GUARDA IL LYRIC VIDEO QUI

TRATTO DALL’ALBUM TOP 5
LATEST RECORD PROJECT: VOLUME 1″ – ASCOLTA QUI

 

Morrison sta facendo quello che fanno i bluesmen: incanalare la frustrazione in una splendida musica.” 4/5 – The Times

Una voce che in poche battute può portarti in paradiso e nello spazio” Dylan Jones, GQ

Il suo album più intenso da anni a questa parte.” 8/10 – Uncut

“E’ un album che brilla di vitalità, forza e ingegno.” – Record Collector

La voce di Morrison suona intatta dai segni del tempo.” – Independent

Raggiunge momenti di straordinaria sincerità” – Daily Telegraph

Classe pura” – Daily Express
 

 

Il nuovo doppio album di Van Morrison “Latest Record Project: Volume 1” è entrato direttamente in classifica UK al 5° posto, diventando il 16° album solista nella Top 10 della sua straordinaria carriera. Questo nuovo lavoro ha rinnovato l’ampio consenso di critica tributato alla sua voce unica, un baritono che punta dritto al cuore. L’album è stato anticipato dal singolo “Only A Song”, nominato Record of the Week da BBC Radio 2.

Il nuovo doppio singolo svela oggi due canzoni molto diverse; “Up County Down” e “Where Have All The Rebels Gone?” Ascolta QUI Guarda il lyric video QUI.

Up County Down” è uno dei momenti più gioiosi del disco. L’esemplare groove country-soul incontra la voce splendente di Van Morrison che riflette sui suoi viaggi concludendo che la sua musica non cambia indipendentemente dal fatto che si trovi in Texas, in California o nella sua casa nella contea di Down. Contiene anche un riferimento al 1966 a quando i Doors aprirono il concerto dei suoi Them al Whisky A Go Go su Sunset Boulevard a LA.

Come ”Up County Down”, anche ”Where Have All The Rebels Gone?” mette in evidenza l’abilità di Van Morrison di dirigere una band capace di suonare con precisione, personalità, sentimento e versatilità. Il rock ‘n’ roller da bar è la base per il suo commento diretto sulla vita moderna in cui brilla l’assenza di un vero pensiero indipendente.

Van Morrison ha presentato live “Latest Record Project: Volume 1” suonando il suo primo show virtuale dai Real World Studios, interpretando numerose canzoni dell’album insieme ad alcuni dei suoi classici. Dopo quattro serate al London Palladium nuovi concerti sono stati annunciati.
Per i dettagli e i biglietti visita www.vanmorrison.com

 

 

 

P O R T A L S – L’uscita multiformato dell’esperienza cinematografica uditiva e visiva dal vivo dei TesseracT

P O R T A L S
L’USCITA MULTIFORMATO DELL’ESPERIENZA CINEMATOGRAFICA
UDITIVA E VISIVA DAL VIVO

 

IN USCITA IL 27 AGOSTO 2021 PER KSCOPE

Nel dicembre 2020, i TesseracT hanno invitato i loro fan a P O R T A L S, un concetto ambizioso creato per essere una fuga in un periodo di isolamento. L’esperienza cinematica dal vivo ha fuso la loro performance musicale con un suggestivo utilizzo delle luci con effetti sorprendenti insieme a una sceneggiatura struttura a capitoli. La band per offrire o allo spettatore un’esperienza completamente nuova e unica, ha così spinto al massimo la sua forza creativa.

I TesseracT hanno eseguito brani da tutto il loro repertorio. Alcuni highlight sono stati “Nocturne” dal loro EP di debutto del 2010 Concealing Fate, “Eden” (One, 2011), “Of Matter” (Altered State, 2013), “Tourniquet” (Polaris, 2015) e “King” (Sonder, 2018), per un totole di 14 brani e oltre due ore di concerto. Lo spettacolo è stato un successo straordinario, raccogliendo commenti estremamente positivi dai fan e dai media di tutto il mondo
 

La qualità dell’audio e delle immagini testimonia che per i TesseracT questa performance rappresenta la loro migliore produzione fino ad oggi
Prog/ Louder Sound

“Tutto, dal palco al suono alle immagini, è stato micidiale… una stupenda avventura di due ore. I TesseracT dovrebbero essere molto orgogliosi di loro stessi per aver prodotto una tale immensa qualità per i loro fan in questi tempi sfortunati”
Metal Insider

 
Il bassista Amos Williams riflette sullo show e sulla sua imminente uscita: “È solo con il senno di poi avendo avuto oggi il tempo per apprezzarli, che ci rendiamo conto di cosa questo show abbia significato per noi. P O R T A L S come spettacolo è stato un esperimento che abbiamo potuto concepire in un periodo in cui tutto era possibile, perché nulla della nostra vita precedente era possibile. La travolgente accettazione di un tale approccio alla nostra musica, e alle storie in essa contenute, ha mostrato un potenziale salto in avanti per i TesseracT. È stato eccitante connettersi con la nostra fan base in un momento così difficile per tutti ed è stato potente vedere come per tutti ha rappresentato una tregua e una evasione. Questi sono stati I doni che questo show ci ha dato, rappresentando una direzione e una spinta, prendendo esempio da questo show per forgiare un nuovo percorso per i TesseracT“.

Oggi, Kscope è orgogliosa di presentare questo evento unico a un pubblico più ampio per la prima volta. Il film e la colonna sonora saranno pubblicati in multiformato tra cui Blu-Ray, in triplo LP e limited edition deluxe a 4 dischi, il 27 agosto 2021
GUARDA IL TRAILER QUI

P O R T A L S Tracklist

1. Of Matter (P O R T A L S) [13:55]

2. King (P O R T A L S) [06:28]

3. Concealing Fate Parts 1, 2 & 3 (P O R T A L S) [18:15]

4. Tourniquet (P O R T A L S) [04:30]

5. Beneath My Skin / Mirror Image (P O R T A L S) [05:44]

6. Orbital (P O R T A L S) [02:06]

7. Juno (P O R T A L S) [06:11]

8. Cages (P O R T A L S) [05:28]

9. Dystopia (P O R T A L S) [06:43]

10. Phoenix (P O R T A L S) [04:18]

11. Nocturne (P O R T A L S) [04:21]

12. Eden (P O R T A L S) [06:30]

13. Of Energy (P O R T A L S) [11:05]

14. Seven Names (P O R T A L S) [05:02]
 

 

P O R T A L S uscirà nei seguenti formati con preordini disponibili QUI sul webstore dei TesseracT e sullo store di Kscope dal 17 giugno e su altri rivenditori dal 18 giugno

 

LIMITED EDITION DELUXE 4 DISC BOOK EDITION contiene:

  • Blu-ray & DVD: P O R T A L S main feature • Documentario dietro le quinte • Live In The Lockdown • P O R T A L S in audio alta risoluzione (tutto BD/DVD audio 48/24 PCM Stereo)
  • 2CD P O R T A L S soundtrack
  • Sontuoso set con un libro di 40 pagine contenente immagini esclusive, ampie note di copertina di Amos Williams e una art print numerata individualmente

Il webstore della band venderà esclusivamente un numero limitato di questa edizione con le art print firmate da TesseracT – disponibile dal 17 giugno

BLU-RAY EDITION contiene: P O R T A L S main feature • Documentario dietro le quinte • Live In The Lockdown • P O R T A L S in audio alta risoluzione (48/24 PCM Stereo)

3LP Gatefold / Edizione 2CD / digitale contengono: colonna sonora della straordinaria esperienza cinematografica dal vivo P O R T A L S, con brani che abbracciano la carriera della band fino ad oggi, tra cui Nocturne, Seven Names & King

La band suonerà i suoi primi spettacoli dal vivo, dopo quasi due anni, questo novembre e dicembre, ospiti speciali dei Trivium nel Regno Unito e in Europa, oltre a tornare sui in nordamerica nel 2022 (vedi il sito della band per i dettagli).

 

 

Segui i TesseracT:
Web: tesseractband.co.uk
Facebook: facebook.com/tesseractband/
Twitter: twitter.com/tesseractband
Instagram: instagram.com/tesseractband
Merch: https://tesseract.bravado.de/

 

 

Skin degli Skunk Anansie parla dei nuovi album compilation “The Montreux Years” per Classic Album Sundays

SKIN DEGLI SKUNK ANANSIE PARLA DI

NINA SIMONE E ETTA JAMES IN UN’INTERVISTA

PER CLASSIC ALBUM SUNDAYS

 

  • L’acclamata cantante punk mette in luce i suoi momenti preferiti della prime uscite della serie “The Montreux Years”
  • Skin discute sull’importanza senza tempo che la Simone e la James hanno avuto sulla propria carriera e sul mondo
     

Nina made me wanna sing but Etta made me wanna rock! “– Skin

 

Disponibile per la visione martedì 22 giugno alle 21:00 QUI

 

Skin, la cantante del riottoso gruppo punk-rock Skunk Anansie, è la protagonista della nuova video intervista e podcast Classic Album Sundays, in cui svela il suo amore da sempre per due delle artiste che più hanno brillato nel mondo, Nina Simone ed Etta James, attraverso le splendide registrazioni contenute nei nuovi album compilation The Montreux Years.

Dall’ascolto del primo disco della Simone all’incontro con la leggendaria cantante alla festa per gli 80 anni di Nelson Mandela, Skin racconta il profondo impatto e l’influenza che sia Nina Simone che Etta James hanno avuto su di lei come artista e sulle prime registrazioni degli Skunk Anansie.

Conversando con Colleen ‘Cosmo’ Murphy, conduttrice di Classic Album Sundays, Skin anticipa quelli che per lei sono i contenuti salienti della serie di compilation di prossima uscita The Montreux Years, che riunisce performance mozzafiato dei più grandi artisti del mondo registrate al leggendario Montreux Jazz Festival, tra cui Nina Simone ed Etta James.

Durante l’intervista, Skin sceglie i tre brani da ogni album, tra cui l’incendiaria performance di Etta James di ‘I Got The Will’, tratta dalla sua apparizione al Casino Montreux il 12 luglio 1989 e l’interpretazione da brivido di Nina Simone di ‘Stars’ di Janis Ian, che la Simone ha intepretato per la prima volta durante il suo concerto a Montreux del 1976, illustrando l’impareggiabile abilità di entrambe e il loro grande talento dal vivo.

L’intervista Classic Album Sundays – The Montreux Years di Skin sarà disponibile per la visione e l’ascolto QUI martedì 22 giugno alle 21.00.

“Nina Simone: The Montreux Years” e “Etta James: The Montreux Years” usciranno venerdì 25 giugno 2021. Gli album dal vivo, che saranno disponibili in multi-formato, tra cui edizioni in doppio LP e CD a due dischi, presentano sublimi raccolte delle migliori performance delle icone musicali al Montreux Jazz Festival, compreso materiale inedito, tutte restaurate al loro pieno splendore e altro ancora, con la masterizzazione eseguita da Tony Cousins presso gli storici Metropolis Studios di Londra in MQA (Master Quality Authenticated), per catturare il suono originale e l’unicità di queste performance dal vivo.

Trailer: https://youtu.be/ROFjBwmI1mE

About Classic Album Sundays

Classic Album Sundays racconta le storie degli album che hanno plasmato la nostra cultura e in alcuni casi, le nostre vite. Attraverso session di ascolto degli album on line, scavano in profondità, immergendo i fan nella storia del disco attraverso la narrazione musicale e verbale seguita da una riproduzione ininterrotta del vinile su alcuni dei migliori sistemi audio del mondo, in modo che gli ascoltatori possano vivere una nuova esperienza dell’album. Il loro sito web è un alveare di attività con video di interviste agli artisti, podcast di album classici, feature e playlist. Classic Album Sundays offre anche l’iscrizione a eventi e stream online tramite l’abbonamento Patreon.
https://classicalbumsundays.com/

About Montreux Jazz Festival

Il Montreux Jazz Festival è un rinomato festival musicale creato da Claude Nobs che si tiene ogni anno a Montreux, in Svizzera, per due settimane a luglio. Giunto al suo 55° anno, il festival attira circa 250.000 amanti della musica da tutto il mondo sulla riva del lago di Ginevra. Il Montreux Jazz Festival celebra gli artisti emergenti e contemporanei del settore, rendendo omaggio alle leggende della musica. Nato nel 1967 come festival jazz, Montreux ha aperto ad altri stili di musica nel corso degli anni e oggi presenta artisti di ogni genere musicale. Gli artisti che hanno calcato il palco di Montreux includono Etta James, Bob Dylan, Elton John, Lauren Hill, Aretha Franklin, David Bowie, James Brown, Kendrick Lamar, Leonard Cohen, Marvin Gaye, Miles Davis, Nina Simone e molti altri. Mathieu Jaton è l’amministratore delegato del Montreux Jazz Festival dopo aver assunto la direzione del festival nel 2013.

Sara Battaglini presenta il nuovo progetto “Vernal Love” e il primo singolo “Birdcage”

Sara Battaglini presenta

il nuovo progetto “Vernal Love”

e il primo singolo “Birdcage

 

 

Vernal Love è il nuovo progetto della cantante e compositrice Sara Battaglini, in uscita per Auand Records il 2 Luglio 2021.

Un progetto trasversale con un ensemble interamente toscano composto da sei elementi intrecciati in un delicato tessuto acustico ed elettronico. Le composizioni avvolte in un intimo magma denso e colorato, rimangono sospese tra leggerezza e amarezza, in equilibrio tra ciò che nella fragilità umana è sognante e assurdo.

Un progetto dedicato al concetto dell’assenza, intesa non solo come distanza e mancanza ma come stato, come “casa”. E’ una visione della vita fuori e dentro una bolla nella quale ci sentiamo protetti e imprigionati allo stesso tempo, in cui raggiungiamo il punto di maggiore distanza da ciò che ci circonda ma anche la profondità più intima e sensibile della nostra persona.

L’uscita di Vernal Love è anticipata dal primo estratto “Birdcage”


Ascolta “Birdcage”

Dopo il debutto Dalia con una formazione in trio e collaborazioni come nel disco Text(US) degli Auanders, Sara Battaglini compone e arrangia il nuovo lavoro Vernal Love per una formazione allargata di sei musicisti dove oltre alla ritmica composta da Simone Graziano, Francesco Ponticelli e Bernardo Guerra, intreccia alla sua voce la timbrica di due fiati, il sax baritono e clarinetto basso di Beppe Scardino e la tromba e flicorno di Jacopo Fagioli.

La ricerca e l’attenzione sono rivolti verso un impasto sonoro avvolgente, ricco di diversi layer e ambienti sonori, con elementi di elettronica e timbriche acustiche sviluppati e lavorati con cura in una produzione in collaborazione con Francesco Ponticelli.

 

 

www.facebook.com/Sara-Battaglini

 

 

Il Primavera Sound 2022 Barcellona – Sant Adrià è sold out

Il Primavera Sound 2022 Barcellona – Sant Adrià è sold out

– Il 20° anniversario del festival ha venduto i suoi 200.000 biglietti in poco più di una settimana

– Una risposta spettacolare al nuovo format dell’evento che nel 2022 durerà 12 giorni

 

 

Tra un anno esatto ci accingeremo finalmente a festeggiare l’edizione del ventennale del Primavera Sound che abbiamo aspettato negli ultimi tre anni. Manca ancora molto tempo, troppo, prima che le porte del Parc del Fòrum si riaprano per ospitare la nostra edizione più desiderata, ma sappiamo già che il pubblico ci sarà: il Primavera Sound 2022 Barcellona – Sant Adrià è sold out. In poco più di una settimana, il festival ha venduto i suoi 200.000 biglietti, il che garantisce il tutto esaurito per ognuno dei sei giorni di concerti al Parc del Forum con 80.000 persone al giorno.

Queste cifre indiscutibili confermano che il nuovo format del festival è stato accolto con entusiasmo dal pubblico. Una fiducia che è stata dimostrata anche dalla maggior parte dei possessori di biglietti per l’edizione 2021, che hanno conservato i loro biglietti per l’edizione del prossimo anno. Sarà possibile chiedere il rimborso dei biglietti ancora fino al 15 giugno, quindi i biglietti che saranno nuovamente disponibili, questi verranno distribuiti attraverso la lista d’attesa DICE, alla quale è ancora possibile iscriversi.

Sommando le presenze di tutto il festival, l’edizione 2022 del Primavera Sound Barcellona – Sant Adrià raggiungerà la significativa cifra di mezzo milione di partecipanti. Ma al di là dei numeri, ciò che pone saldamente il Primavera Sound sul podio dei festival di tutto il mondo è la straordinaria risposta del pubblico a una line-up unica nel suo genere. Tale è il suo potere di attrazione internazionale che oltre 100.000 persone viaggeranno da 126 paesi diversi per quello che sarà il primo grande evento della stagione europea dei festival post-pandemici.

Come sempre, questo sforzo titanico non sarebbe stato possibile, né lo sarà, senza la complicità del pubblico, certo, ma nemmeno senza quella degli artisti e di tutti i loro team, desiderosi di tornare on the road e sui palchi. Agli sponsor, collaboratori e partner, ai lavoratori, a tutte le persone coinvolte nel rendere possibile un tale festival: non vediamo l’ora di rivedervi.

Quindi, grazie… X2.

 

PRIMAVERA SOUND PRESS AREA

 

 

Ronnie Wood and the Ronnie Wood Band “Mr Luck – A Tribute to Jimmy Reed: Live at the Royal Albert Hall”

Ronnie Wood and the Ronnie Wood Band 

“Mr Luck – A Tribute to Jimmy Reed:
Live at the Royal Albert Hall”

In uscita il 3 settembre 2021 per BMG


Pre-ordina l’album e ascolta i primi due estratti
“Good Lover” e “Baby What You Want Me to Do”

 

Ronnie Wood torna al blues con la Ronnie Wood Band e il secondo capitolo della sua trilogia di album dal vivo “Mr Luck – A Tribute to Jimmy Reed: Live at the Royal Albert Hall”.

In uscita per BMG il 3 settembre 2021, l’album composto da 18 tracce presenta la Ronnie Wood Band insieme a Mick Taylor e altri incredibili ospiti speciali come Bobby Womack, Mick Hucknall e Paul Weller, e rende omaggio a uno degli eroi musicali che più ha influenzato Ronnie, il pioniere del blues elettrico del Mississippi Jimmy Reed.

L’album è stato registrato dal vivo in una serata memorabile alla Royal Albert Hall il 1° novembre 2013.
Contiene brani straordinari tra cui Good Lover e Ghost of A Man. Con un artwork unico appositamente creato da Ronnie, Mr Luck sarà disponibile in digitale, su CD, in vinile e in una bellissima edizione limitata con vinile colorato in doppia tonalità blu fumo.

A ‘Tayle’ of Two Sidemen

Quando il chitarrista autodidatta Eddie Taylor insegnò tutto ciò che sapeva del suonare la chitarra al suo amico Jimmy Reed, sicuramente non poteva immaginare l’effetto che ciò avrebbe avuto per la scena blues di Chicago. Per questo, anche se nella sua carriera ha accompagnato musicisti come John Lee Hooker, Tylor è ricordato soprattutto per il suo lavoro con il suo ex studente.

La coincidenza ha voluto che nel 1974 un altro Taylor, Mick, facesse posto a Ronnie Wood nei Rolling Stones, aprendo la strada a una amicizia e una collaborazione proficua per questi due celebri chitarristi. Il culmine di tutto ciò è stata la presenza di Taylor nella Ronnie Wood Band alla Royal Albert Hall per il Bluesfest del 2013, dove è stato suonato l’ormai leggendario set che avrebbe generato questa registrazione.

A proposito di Mr Luck, Ronnie commenta:

Jimmy Reed è stato una delle prime influenze per i Rolling Stones e per tutte le band che amano il blues americano fino ai giorni nostri. È un onore per me avere l’opportunità di celebrare la sua vita e la sua eredità con questo tributo“.

Questo album segna il secondo capitolo di una trilogia di album speciali e personali di Wood con la sua band, che celebrano gli eroi musicali di Ronnie. Il primo album, Mad Lad, ha esplorato il lavoro di Chuck Berry e ha rappresentato una commemorazione struggente dopo la scomparsa di Berry poco più di due anni fa.
Ronnie è stato in tour con Berry ed è stato suo fan per tutta la vita.

 

Tracklist:
1. Essence
2. Good Lover
3. Mr. Luck
4. Let’s Get Together
5. Ain’t That Loving You Baby
6. Honest I Do
7. High & Lonesome
8. Baby What You Want Me To Do
9. Roll and Rhumba
10. You Don’t Have To Go
11. Shame Shame Shame
12. I’m That Man Down There
13. Got No Where To Go
14. Big Boss Man
15. I Ain’t Got You
16. I’m Going Upside Your Head
17. Bright Lights Big City
18. Ghost of a Man

Pre-ordina l’album e ascolta i primi due estratti
“Good Lover” e “Baby What You Want Me to Do”

 

Ronnie Wood è uno dei più importanti chitarristi rock del mondo ed è stato inserito due volte nella Rock and Roll Hall of Fame, con i Rolling Stones e i Faces. Ronnie ha anche avuto una propria carriera parallela come artista molto apprezzato e, come un raconteur radiofonico naturale, ha vinto tre prestigiosi premi Sony Radio Personality.

 

RONNIE WOOD and the RONNIE WOOD BAND
MR LUCK – A TRIBUTE TO JIMMY REED: LIVE AT THE ROYAL ALBERT HALL
IN USCITA PER  BMG IL 3 SETTEMBRE 2021

 

 

Il Buena Vista Social Club festeggia il suo 25° anniversario

BUENA VISTA SOCIAL CLUB 

25th ANNIVERSARY EDITION

 

In uscita il 17 settembre 2021 per World Circuit/BMG

Pre-ordine disponibile QUI

Ascolta la traccia inedita “Vicenta” QUI

Formati disponibili:
2LP + 2CD Deluxe Book Pack
2CD Casebook
2LP 180G Vinile Gatefold
Digitale

 

 

World Circuit e BMG annunciano oggi i formati dell’edizione del 25° anniversario del Buena Vista Social Club, che uscirà il 17 settembre e comprenderà le seguenti versioni: 2LP + 2CD Deluxe Book Pack, 2CD Casebook, 2LP Vinile Gatefold e Digitale. Queste edizioni speciali sono state create per celebrare il 25° anniversario della registrazione dell’album e conterranno anche l’album originale rimasterizzato dal vincitore del GRAMMY Bernie Grundman, oltre a tracce inedite dai nastri originali delle session del 1996, tra cui “Vicenta” che esce oggi. Inoltre tutti i formati includono nuove note di copertina, fotografie e testi inediti, biografie estese, art print e la storia del leggendario club originale dell’Avana, disponibile esclusivamente nel formato Deluxe Book Pack.

Vicenta” è il primo dei brani inediti tratti dalle session dell’album del 1996, che sono stati selezionati per queste edizioni dal produttore Ry Cooder e dal produttore esecutivo Nick Gold. Un duetto vocale tra le star di Buena Vista Eliades Ochoa e Compay Segundo, la canzone è una composizione classica di Compay Segundo e segue la storia di un noto incendio che, il 1° aprile 1909, distrusse quasi tutto il villaggio di La Maya, vicino a Santiago de Cuba, dove Eliades Ochoa era nato e vissuto da bambino, tra piantagioni di banane, caffè e cacao.

La storia, l’autenticità e il mito di Buena Vista Social Club risplendono ancora oggi per i fan vecchi e nuovi. Il 26 marzo 1996, il trio composto dal bandleader cubano Juan de Marcos González, dal produttore e chitarrista americano Ry Cooder e dal produttore e proprietario dell’etichetta britannica World Circuit Nick Gold, riunì un gruppo improvvisato di musicisti cubani negli storici studi EGREM/Areito dell’Havana. La maggior parte dei musicisti erano celebrati veterani dell’epoca d’oro della scena musicale cubana degli anni ’40 e ’50. Nessuno di loro aveva idea che le registrazioni che stavano per produrre avrebbero cambiato la vita di molte persone, compresi loro stessi, aumentando per sempre la visibilità della musica cubana nel mondo. Buena Vista Social Club fu il nome scelto per questo straordinario gruppo di musicisti che per il titolo dell’album, registrato in soli sette giorni. Lo studio, di proprietà dell’etichetta musicale nazionale cubana EGREM, fu costruito negli anni ’40 ed è celebrato come un grande gioiello della storia della registrazione. La vasta stanza rivestita in legno ha permesso di registrare con dell’intero ensemble dal vivo, che permette all’ascoltatore di sentirsi in mezzo ai musicisti. Non c’è dubbio che questo luogo abbia giocato un ruolo importante nel suono magico delle registrazioni finali.

Era chiaro dall’atmosfera delle session di registrazione che qualcosa di molto speciale stava avendo luogo, ma nessuno avrebbe potuto prevedere che Buena Vista Social Club sarebbe diventato un fenomeno mondiale – premiato con un Grammy nel 1997 e con 8 milioni di copie, superando qualsiasi altro disco dello stesso genere. L’impatto di quelle session si sente ancora 25 anni dopo e la vibrazione e il fascino seducente della ricca storia e cultura di Cuba risplende più che mai in queste versioni definitive. L’acclamazione dell’album originale ha elevato gli artisti (tra cui Ibrahim Ferrer, Eliades Ochoa, Compay Segundo, Rubén González e Omara Portuondo) allo status di superstar, ha ispirato il premiato film di Wim Wenders e ha contribuito a rendere popolare il ricco patrimonio musicale di Cuba. Prodotto da Ry Cooder per World Circuit, questo disco passerà alla storia come una delle registrazioni di riferimento del 20° secolo, grazie alla qualità senza tempo della musica e all’interpretazione indimenticabile dei musicisti che ci hanno suonato.

Questa nuova edizione include brani che sono stati registrati durante quella famosa settimana del 1996, ma mai pubblicati; alcuni brani erano semplici suggerimenti di repertorio, altri improvvisazioni ed altre vere e proprie gemme paragonabili alle canzoni dell’album che abbiamo conosciuto fino a oggi.

Una di queste gemme riportate alla luce è “Vicenta”, che viene svelata oggi per la prima volta. Ascolta QUi.
Ci sono anche delle versioni alternative di alcuni dei successi più amati dell’album.

Il produttore e chitarrista Ry Cooder dichiara: “I Buena Vista boys volano alto e non perdono mai una piuma. ‘If you miss the boat this time, you’ll have the blues forever’“.

Juan de Marcos González sottolinea: “Buena Vista Social Club è stato probabilmente l’album più importante della musica cubana alla fine del secolo scorso e sicuramente quello che ha riaperto le porte del riconoscimento internazionale del ‘Son Cubano’. Venticinque anni dopo posso ancora sentire le vibrazioni positive dello studio e, naturalmente, il piacere di aver contribuito in qualche misura all’album che ha salvato dall’ombra la musica del mio paese e molti dei suoi grandi interpreti”.

Nick Gold aggiunge: “Buena Vista Social Club è una registrazione unica di musica cubana ai massimi livelli. La magia creata in quello studio dell’Avana suona tanto vitale e unica oggi quanto 25 anni fa“.

Eliades Ochoa conclude: “Buena Vista Social Club ha riunito grandi musicisti dell’epoca d’oro della musica cubana e ha portato con successo la nostra musica tradizionale nel mondo. Mi ha permesso di essere riconosciuto a livello internazionale con i sones, guarachas e boleros che facevo da quando ero giovane. Mi ha anche fatto rientrare in contatto con musicisti di grande esperienza che ammiravo. Buena Vista ci ha unito con la musica e siamo stati una famiglia ben gestita. In questo 25° anniversario, ricorderemo con meritato orgoglio quelle grandi leggende che saranno sempre presenti tra noi. Celebreremo con gioia l’eredità del Buena Vista Social Club e la musica tradizionale cubana“.

Venticinque anni dopo i fortunati giorni di quelle registrazioni, mentre ancora oggi moltitudini di nuovi fan continuano a scoprire il fascino duraturo e seducente di questo disco, queste edizioni del 25° anniversario ci permetteranno la possibilità di avvicinarci al suo mito rivivendo le session da cui è nato un fenomeno globale.

 

PRE-ORDINA L’EDIZIONE DEL VENTICINQUESIMO

ANNIVERSARIO DI BUENA VISTA SOCIAL CLUB

 

Formati

2LP + 2CD Deluxe Book Pack

  • L’album originale, rimasterizzato da Bernie Grundman, su CD e 2LP da 180g 2
    • CD di bonus track inedite tratte dai nastri originali delle sessioni del 1996
    • Libro di 40 pagine con nuove note di copertina, foto, note sulle canzoni, testi, biografie e una storia del club originale
    • 2 x 12×12” Art Prints

2LP
A-1 Chan Chan (2021 Remaster)
A-2 De Camino a La Vereda (2021 Remaster)
A-3 El Cuarto de Tula (2021 Remaster)
A-4 Pueblo Nuevo (2021 Remaster)

B-1 Dos Gardenias (2021 Remaster)
B-2 ¿ Y Tú Qué Has Hecho? (2021 Remaster)
B-3 Veinte Años (2021 Remaster)
B-4 El Carretero (2021 Remaster)
B-5 Candela (2021 Remaster)

C-1 Amor de Loca Juventud (2021 Remaster)
C-2 Orgullecida (2021 Remaster)
C-3 Murmullo (2021 Remaster)
C-4 Buena Vista Social Club (2021 Remaster)
C-5 La Bayamesa (2021 Remaster)

D-1 Vicenta *
D-2 La Pluma *
D-3 A Tus Pies *
D-4 La Cleptómana *
D-5 Orgullecida (Alternate Trio Take) *

CD1
1 Chan Chan (2021 Remaster)
2 De Camino a La Vereda (2021 Remaster)
3 El Cuarto de Tula (2021 Remaster)
4 Pueblo Nuevo (2021 Remaster)
5 Dos Gardenias (2021 Remaster)
6 ¿ Y Tú Qué Has Hecho? (2021 Remaster)
7 Veinte Años (2021 Remaster)
8 El Carretero (2021 Remaster)
9 Candela (2021 Remaster)
10 Amor de Loca Juventud (2021 Remaster)
11 Orgullecida (2021 Remaster)
12 Murmullo (2021 Remaster)
13 Buena Vista Social Club (2021 Remaster)
14 La Bayamesa (2021 Remaster)

CD2
1 Chan Chan (Monitor Mix) *
2 Vicenta *
3 La Pluma *
4 Dos Gardenias (Alternate Take) *
5 Mandinga *
6 Siboney *
7 A Tus Pies *
8 El Carretero (Alternate Take) *
9 Ensayo *
10 El Diablo Suelto *
11 Saludo Compay *
12 Descripción De Un Sueño *
13 Pueblo Nuevo (Alternate Take) *
14 La Cleptómana *
15 ¿ Y Tú Qué Has Hecho? (Alternate Take)
16 Orgullecida (Alternate Take) *
17 Descarga Rubén *
18 Candela (Alternate Take) *
19 Orgullecida (Alternate Trio Take) *

*Brani inediti e take alternative dai nastri originali delle sessioni in studio del 1996

 


2CD CASEBOOK
L’album originale, rimasterizzato da Bernie Grundman
• 12 tracce bonus prese dai nastri originali delle sessioni del 1996
• Libretto di 64 pagine con nuove foto delle note di copertina, note sulle canzoni e testi

CD1
1 Chan Chan (2021 Remaster)
2 De Camino a La Vereda (2021 Remaster)
3 El Cuarto de Tula (2021 Remaster)
4 Pueblo Nuevo (2021 Remaster)
5 Dos Gardenias (2021 Remaster)
6 ¿ Y Tú Qué Has Hecho? (2021 Remaster)
7 Veinte Años (2021 Remaster)
8 El Carretero (2021 Remaster)
9 Candela (2021 Remaster)
10 Amor de Loca Juventud (2021 Remaster)
11 Orgullecida (2021 Remaster)
12 Murmullo (2021 Remaster)
13 Buena Vista Social Club (2021 Remaster)
14 La Bayamesa (2021 Remaster)

CD2
1 Chan Chan (Monitor Mix) *
2 Vicenta *
3 La Pluma *
4 Dos Gardenias (Alternate Take) *
5 Mandinga *
6 Siboney *
7 A Tus Pies *
8 El Carretero (Alternate Take) *
9 Ensayo *
10 La Cleptómana *
11 Descarga Rubén *
12 Orgullecida (Alternate Trio Take) *

*Brani inediti e take alternative dai nastri originali delle sessioni in studio del 1996

 


2LP DA 180G (GATEFOLD)
CONTENGONO:
• L’album originale, rimasterizzato da Bernie Grundman
• 5 tracce bonus prese dai nastri originali delle sessioni in studio
• Libretto di 20 pagine con nuove note di copertina, foto, note sulle canzoni e testi

A-1 Chan Chan (2021 Remaster)
A-2 De Camino a La Vereda (2021 Remaster)
A-3 El Cuarto de Tula (2021 Remaster)
A-4 Pueblo Nuevo (2021 Remaster)

B-1 Dos Gardenias (2021 Remaster)
B-2 ¿ Y Tú Qué Has Hecho? (2021 Remaster)
B-3 Veinte Años (2021 Remaster)
B-4 El Carretero (2021 Remaster)
B-5 Candela (2021 Remaster)

C-1 Amor de Loca Juventud (2021 Remaster)
C-2 Orgullecida (2021 Remaster)
C-3 Murmullo (2021 Remaster)
C-4 Buena Vista Social Club (2021 Remaster)
C-5 La Bayamesa (2021 Remaster)

D-1 Vicenta *
D-2 La Pluma*
D-3 A Tus Pies *
D-4 La Cleptómana *
D-5 Orgullecida (Alternate Trio Take) *

*Brani inediti e take alternative dai nastri originali delle sessioni in studio del 1996

 

 

Si conclude il Primavera Pro 2021, ma #DiscussToResist continua a vivere!

Si conclude il Primavera Pro 2021,

ma #DiscussToResist

continua a vivere!  

Il Primavera Pro chiude la sua edizione ibrida con oltre 2000 partecipanti e 12000 visualizzazioni da 61 paesi del mondo

I partecipanti accreditati al Primavera Pro 2021 potranno beneficiare di #DiscussToResist per tutto l’anno: l’area networking sarà attiva e i video di tutte le attività e degli showcase saranno disponibili sulla piattaforma online

 
 

Dal 2 al 4 giugno, il palco dell’Auditorium del Centre de Cultura Contemporània de Barcelona (CCCB) si è trasformato in una discoteca utopica dove si è discusso di industria musicale e delle attuali politiche sul tempo libero. Quali dibattiti legati alla cultura della vita notturna sono stati affrontati nella 12esima edizione del Primavera Pro? Il funzionamento delle strutture queer negli eventi che si svolgono in un ambiente urbano o rurale; l’acquisizione femminista e otherkin degli spazi di svago online; la decolonizzazione dei club attraverso le vibrazioni di piacere della diaspora; la concert gamification e la lotta per i diritti dei sex worker nella musica, questi alcuni degli argomenti trattati e che sono solitamente trascurati.

Come ha detto Personaje Personaje nella sua conversazione con Linn da Quebrada, “quello di cui non si parla non esiste” e da ciò deriva l’importanza del claim #DiscussToResist. In questa edizione abbiamo avuto l’opportunità di dare visibilità e riunire sul palco sia rappresentanti della controcultura dissidente che analisti dei temi più attuali del settore musicale come gli NFT, gli algoritmi musicali, la gamification delle esperienze musicali, le app audio, ecc.

Grazie allo streaming, queste conversazioni hanno raggiunto il mondo intero, con oltre 2.000 visitatori unici e circa 12.000 visualizzazioni da 61 paesi diversi, in questa prima edizione ibrida del Primavera Pro che ha anche permesso ai professionisti del mondo della musica di incontrarsi di nuovo di persona. Il pubblico accorso al Pati de les Dones del CCCB ha potuto godere di 9 concerti in presenza, proposte musicali a cura insieme di Catalan Arts e Basque.Music. Inoltre sono stati trasmessi 31 concerti di primizie musicali provenienti da Italia, Argentina, Cile, Corea del Sud, Ungheria, Irlanda, Perù, Polonia e Taiwan, trasmessi in streaming per gli spettatori on line.

In programma ci sono state anche altre occasioni per ballare: Rombo ha dato spazio sul palco a La Ludwig Band e MICE a Sara Zozaya. Per quanto riguarda gli speaker, se King Princess non ha potuto partecipare, lo ha fatto un esercito di drag-king guidato da Ken Pollet e composto da Hapi Hapi, King Massalami e Capitano Barbacoño, paraldno delle nuove mascolinità nel pop. La Goony Chonga ha dato spazio a Juicy Bae e Bad Gyal che hanno parlato di sessualizzazione vs. oggettivazione e del problema dello ‘shadowbanning’ nella musica. 

La buona notizia per i possessori dell’accredito Primavera Pro 2021 è che potranno rivedere tutte le attività, gli showcase e le conferenze, insieme ai video delle 23 proposte Ideas Showroom, nell’area privata della nostra piattaforma online. Anche l’area di networking per i professionisti dell’industria musicale continuerà ad essere attiva per tutto l’anno. #DiscussToResist non è solo per un giorno.

 

 

 

Sacrobosco presenta il suo nuovo video e le prime date del tour estivo

Sacrobosco presenta “Prayer”

il nuovo video

e le prime date del suo tour estivo

GUARDA IL VIDEO DI “PRAYER” 

 

Sull’onda del successo del suo debutto “Both Sides Of The Sky“, uscito il 9 aprile per Sussidiaria, la label di Daniele Carretti (Felpa/Offlaga Disco Pax), Giacomo Giunchedi in arte Sacrobosco presenta il nuovo video dell’ultima traccia “Prayer”, un viaggio onirico sci-fi creato dall’artista stesso con l’aiuto analogico di Ivan Fu.
Sacrobosco parla del video: “Ho lavorato al video utilizzando due filmati prelevati da Youtube, alterandoli con vari effetti tra cui colorazione, mirroring, saturazione e distorsione. I due elementi chiave sono il rosso e il nero, tra i quali scorre un rapporto che ho sempre ritenuto estremamente suggestivo. Il sangue, l’amore, la passione e il pericolo da un lato, dall’altro l’assenza, il vuoto ma anche la notte con la sua impenetrabilitá, profonda e inviolabile.
La genesi del video é molto simile a quella del brano, costruita attorno al campionamento di un canto tradizionale indiano. Sono andato alla ricerca di immagini che potessero rappresentare la sonorità del pezzo nel modo piú vicino possibile.
Una volta completato il lavoro l’ho consegnato a Ivan Fu che a sua volta lo ha trattato con effetti VHS rigorosamente analogici
“.

 

Guarda il video di “Prayer”

 

Queste sono le prime date confermate del tour firmato da Gigiabooking, che porterà Sacrobosco a giro in tutto lo Stivale questa estate:
05.06 Il Vagone – Bar sociale su rotaia MILANO
09.06 Bagni Elsa Nº3 FOSSO SEJORE
11.06 Raindogs House SAVONA
19.06 Freakout Club BOLOGNA
27.06 SECRET SHOW
03.07 FESTIVALINO DA GIARDINO MODENA
17.07 LA COSTA CORNOVECCHIO
01.08 Bosconegro 13th.Floor SAN CLEMENTE

 

“Both Sides Of The Sky” è stato registrato, mixato e prodotto da Giacomo Giunchedi in collaborazione con Justin Bennett e masterizzato da Matilde Davoli presso Sudestudio.

Giacomo Giunchedi approda per la prima volta all’elettronica nel 2014 con il progetto electrowave Torakiki, dopo una militanza in formazioni di rock alternativo intrecciate con la scena musicale dell’underground bolognese.

A febbraio del 2020 si esibisce per la prima volta sotto il nome Sacrobosco in una serata organizzata dalla label Switch Music Recordings, per la quale pubblica 4 mesi più tardi il suo primo ep, Dam, e a fine anno un secondo release, il mini album Neon Sunshine/Avalanche. A settembre 2020 ha ideato e prodotto la compilation Resonance – An Alternative Italian Music Support to Grup Yorum, nella quale ha pubblicato come Sacrobosco il brano “Okyanus”. L’opera raccoglie al suo interno 14 artisti della scena elettronica e sperimentale italiana (tra cui Egle Sommacal, Geodetic, Felpa, Stromboli) con l’obiettivo di raccogliere un fondo via Bandcamp, da donare al collettivo turco Grup Yorum.

 

..stile notturno ed espressivo” 76 su 100 RUMORE
Eleganti piroette al silicio” ROCKERILLA
…ha il potere di trasportarci altrove” 7 su 10 BLOW UP
l primo album di Sacrobosco è così forte da riuscire a spostare le pareti” ROCKIT
Segnatevelo sui vostri taccuini” SOUNDWALL

 

 

www.facebook.com/Sacrobosco.music

 

 

La potente line-up del NOS Primavera Sound Porto 2022 aggiunge gioia al ritorno dei festival il prossimo anno

La potente line-up del NOS Primavera Sound Porto 2022 aggiunge gioia al ritorno dei festival il prossimo anno

– Tame Impala, Gorillaz, Nick Cave and the Bad Seeds, Beck e Pavement saranno gli headliner dell’edizione 2022 del festival portoghese, con altri nomi ancora da annunciare

– Tutti i biglietti del 2020 e 2021 saranno validi per questa edizione

– I nuovi biglietti saranno in vendita da venerdì 4 giugno al prezzo di 140 euro (+ tasse) per gli abbonamenti e 60 euro (+ tasse) per i giornalieri

Anche il NOS Primavera Sound Porto guarda al prossimo anno, l’anno in cui si recupererà il tempo perduto. Una settimana dopo aver svelato la line-up del Primavera Sound Barcellona – Sant Adrià 2022, l’edizione portoghese del festival annuncia la line-up con cui celebrerà il suo nono anniversario dal 9 all’11 giugno 2022, con i Tame Impala e la loro psichedelia multicolore, i Gorillaz di Damon Albarn, Nick Cave and the Bad Seeds per un nuovo appuntamento con l’eternità, l’icona Beck, i risorti Pavement, Little Simz come nuovo punto di riferimento del rap britannico, la sempre irrequieta Kim Gordon e King Krule che ulula nel buio. Con alcuni nomi ancora da annunciare nelle prossime settimane per completare la line-up, sono già 61 gli artisti con il marchio 100% Primavera Sound che ci accompagneranno nel tanto atteso ritorno al Parque da Cidade.

Al di là dell’entusiasmo che accompagna tutti i rituali che circondano un festival, il NOS Primavera Sound Porto sarà una celebrazione della musica contemporanea in tutta la sua gamma, con una line-up audace, eclettica e trasversale che parla lingue e suoni diversi in molteplici modi. Dal soul attivista di Jamila Woods all’inesauribile post-hardcore dei Jawbox, dal rilassante flamenco di María José Llergo all’hip hop mutante di Earl Sweatshirt, dal funk nomade dei Khruangbin all’house globale di Black Coffee, il ritorno a Porto servirà non solo per recuperare il tempo perduto, ma anche per vivere il presente e cominciare a immaginare il futuro.

Ancora una volta, vorremmo ringraziare il nostro pubblico e i nostri partner, NOS, Porto City Council, SEAT, Super Bock e Via Verde per il loro sostegno al fine di rendere possibile il festival.

FROM GENERATION TO GENERATION

A partire dagli Shellac, la cui presenza in una line-up del Primavera Sound non è negoziabile in nessuna parte del mondo, la prossima edizione del NOS Primavera Sound Porto sarà un viaggio intergenerazionale per capire il DNA del festival. Il percorso è stato segnato dalla filosofia di progetti instancabile come Dinosaur Jr, gli Slowdive felicemente riuniti e  gli OM di Al Cisneros degli Sleep, che passeranno per Porto per affermare che ci sono ancora brillanti capitoli da scrivere nella loro storia. Saranno sostenuti da futuri classici come il trovatore Helado Negro, i riff solari di Beach Bunny e Rolling Blackouts Coastal Fever, DIIV con il loro destreggiarsi tra rumore e melodia, l’intensità di Jehnny Beth, il camaleontico Mura Masa, il dream-pop degli Penelope Isles e gli inni da cantare con il pugno in aria dei Pile.

HERE AND NOW

Nonostante il collegamento diretto con le due edizioni del festival che non abbiamo potuto vivere, la forza della line-up è perfettamente assicurata grazie ad alcuni artisti a cui dobbiamo diversi dei migliori album del 2021. C. Tangana debutterà nel Parque da Cidade incoronato come l’idolo della canzone spagnola, Japanese Breakfast tirerà a lucido la sua versione più pop, i Dry Cleaning dimostreranno che il post-punk ha ancora delle sorprese nella manica, Paloma Mami mostrerà il suo talento nel creare hit personali e Derby Motoreta’s Burrito Kachimba e Black Midi faranno scintille con il loro personale rock rispettivamente da Siviglia e Londra.

POP UNIVERSE

Ma… cos’è il pop? Dove ci posizioniamo in merito? Che tu intenda il pop in un modo o in un altro, in modo più classico o più avanzato, come uno spazio sicuro o come un labirinto pieno di trappole da cui non vuoi uscire, al NOS Primavera Sound Porto 2022 troverai la definizione che più ti si addice. Il sound misterioso di Sky Ferreira non è lo stesso dei 100 gec e delle loro capsule del futuro, ma i due progetti hanno un punto d’incontro: saranno al Parque da Cidade. Insieme a Caroline Polachek che trasforma in oro tutto ciò che canta, l’artista britannica-giapponese Rina Sawayama e la sua perfetta fabbrica di cori, la ragazza d’oro Amaia e Bad Gyal, nel pieno della sua conquista del mondo dopo l’uscita di Warm Up.

A LINE-UP WITH LOCAL HEAVYWEIGHT

Anche se tutto sembra nuovo dopo due anni senza festival, ci sono cose che non cambiano perché non c’è motivo che cambino: come negli anni precedenti, anche nel 2022 si parlerà portoghese sui palchi del festival con visita sull’altra sponda dell’Atlantico con Arnaldo Antunes, storia vivente della musica brasiliana, e rappresentanti della scena portoghese tra cui Pedro Mafama e il suo nuovo folklore, gli agitatori Throes + The Shine, Montanhas Azuis e il loro canzoniere galleggiante, Holy Nothing col loro groove contagioso, la magnetica Rita Vian e David Bruno e il suo romanticismo a prova di bomba. Talenti locali che si completano con eroi della scena clubbing portoghese come Nídia, DJ Firmeza, Mvria e Arrogance Arrogance: tante ragioni per continuare a credere nella musica con accento portoghese.

CLUB OF CLUB

Non importa che tipo di festa abbiate in mente: potrete realizzarla nel Parque da Cidade grazie a un programma che mette in evidenza la musica dance in tutti i suoi aspetti. L’impeccabile Avalon Emerson, il mago britannico Joy Orbison, la scintillante techno di Aurora Halal, l’imprevedibile back to back offerto da Octo Octa ed Eris Drew, il debutto a sei mani di Florentino, Kelman Duran e DJ Python come New Blood, la conoscenza infinita di DJ Marcelle, Sherelle e le sue session a tutta velocità, i ritmi panafricani di Mina & Bryte, l’incarnazione in Special Request di Paul Woolford e D. Tiffany: i loro set trasformeranno il festival in un club su club in cui, ovviamente, ci sarà spazio anche per proposte che guardano alla pista da ballo da una prospettiva pop come Pabllo Vittar e Georgia.

TICKET INFORMATION

Tutti i biglietti già acquistati per il NOS Primavera Sound Porto 2020 e 2021 sono validi per l’edizione 2022. Per questo, è obbligatorio cambiare il biglietto del NOS Primavera Sound Porto 2020 o 2021 con un biglietto valido per l’edizione 2022 presso il punto vendita dove è stato acquistato, dal 4 giugno 2021 al 31 dicembre 2021. Tutte le informazioni su questo processo saranno disponibili sul nostro sito web.

Gli abbonamenti e i biglietti giornalieri del NOS Primavera Sound Porto 2022 saranno in vendita da venerdì 4 giugno alle 12:00 (mezzogiorno, ora portoghese) al prezzo di 140 € (+ tasse) e 60 € (+ tasse) rispettivamente su DICE e nei punti vendita abituali (FNAC, CTT, El Corte Inglés e negozi NOS). Gli abbonamenti VIP saranno in vendita al prezzo di 200 € (+ tasse), esclusivamente su DICE e in un numero molto limitato, e comprendono un pacchetto di benvenuto, sconti sulle bevande nell’area VIP e accesso a zone con vista privilegiata.

I possessori del biglietto del NOS Primavera Sound 2021 possono richiedere la sostituzione del loro biglietto se lo desiderano, secondo i termini stabiliti per legge in Portogallo.

Tutti coloro che hanno acquistato un biglietto per il NOS Primavera Sound 2020 e che, purtroppo, non potranno essere presenti nelle date del 2022, potranno richiedere il rimborso tra l’11 giugno e il 1 luglio alle 23:59 (ora portoghese) , attraverso il modulo creato a tale scopo e che sarà disponibile sul nostro sito web. Saranno accettate solo le richieste di rimborso dei biglietti acquistati per il NOS Primavera Sound 2020 che non siano stati cambiati per l’edizione 2021 o 2022.

 

PRIMAVERA SOUND PRESS AREA

 

 

 Page 1 of 2  1  2 »