The Kinks “The Moneygoround” – One Man Show Live Stream

The Kinks

“The Moneygoround” – One Man Show Live Stream

 

Disponibile in un unico streaming su YouTube solo il
29 Gennaio 2021 alle 21.00 sul canale ufficiale di The Kinks

https://thekinks.lnk.to/OfficialChannelPR

 

Lola Versus Powerman and The Moneygoround Part One

50° Anniversario, Multi-Format, Ristampa Album

Out now su BMG – https://thekinks.lnk.to/LolaD2CPR


Guarda il Trailer QUI

 

Proseguono le celebrazioni per il 50° anniversario dell’uscita di “Lola Versus Powerman and the Moneygoround, Part One”. Dopo l’uscita speciale multiformato di dicembre The Kinks presentano ”The Moneygoround”, un one man show live stream disponibile esclusivamete il 29 gennaio alle 21.00 sul canale YouTube ufficiale di The Kinks QUI. Iscrivetevi ora al canale per impostare un promemoria.

Ray Davies commenta: “The Moneygoround è un one man show che racconta la storia di una persona che si trova ad affrontare la difficile realizzazione di un album sotto estrema pressione. Questo spettacolo, simile a uno psicodramma, segue gli alti e bassi del protagonista mentre racconta gli eventi della sua vita. Si confronta con le forze oscure che lo circondano dopo essere caduto in un blocco emotivo e un baratro finanziario, e alla fine riesci a salvarsi con una canzone dopo essersi confidato con la sua amica Lola“.

Lo spettacolo di 45 minuti è scritto da Ray in collaborazione con Paul Sirett, che ha lavorato con lui in “Come Dancing” e con la BBC Radio 4 “Arthur”.

Questa produzione audiovisiva unica nel suo genere è stata girata con l’attore Ben Norris come protagonista (bennorris.net). La presentazione conterrà anche filmati d’archivio. L’intero spettacolo includerà anche il video lyric di “Any Time 2020”, il video di “Lola Unboxing” e il lyric di “Lola”.

Lola Versus Powerman and the Moneygoround, Part One”, comunemente abbreviato in “Lola Versus Powerman” o semplicemente “Lola”, è stato l’ottavo album in studio dei Kinks, registrato e pubblicato nel 1970. Concept album in anticipo sui tempi, Lola è uno sguardo satirico e pungente sul mondo dell’industria musicale inclusi editori, manager, produttori, mass media, stampa musicale e case discografiche. Uno dei classici di tutti i tempi di The Kinks.

Sebbene sia uscito durante un periodo di transizione per The Kinks, “Lola Versus Powerman” è stato un successo sia dal punto di vista della critica che commerciale, classificandosi nella Top 40 negli USA e contribuendo a rilanciarli al pubblico, in una sorta di grande ritorno. L’album conteneva due singoli di successo: “Lola”, che raggiunse il 9° posto negli Stati Uniti, il 2° nel Regno Unito e in Germania, diventando il più grande successo dei Kinks dopo “Sunny Afternoon” del 1966, e “Apeman”, che raggiunse il 5° posto nel Regno Unito e in Germania.

L’uscita speciale multi-format di “Lola Versus Powerman and the Moneygoround, Part One” è ora disponibile come Deluxe Box Set, 1LP, Deluxe 2CD, 1CD e su tutte le piattaforme digitali, ordinabile QUI.

The Moneygoround’ è uno show da non perdere!

 

https://thekinks.info/

Siena Jazz riapre le sue aule e presenta il video dei suoi docenti e i suoi live su Jazz in Toscana

SIENA JAZZ: RIAPRONO LE AULE PER I CORSI
DELL’ANNO ACCADEMICO 2020-2021
E PRESENTA IL VIDEO
“BASS PLAYERS ARE USUALLY COOL PEOPLE”
REALIZZATO DAI PROPRI DOCENTI SILVIA BOLOGNESI, GABRIELE EVANGELISTA E
FERRUCCIO SPINETTI

I CONCERTI DI SIENA JAZZ SUL PORTALE
JAZZ IN TOSCANA


Foto di Massimo Bartali

 

Con le lezioni in presenza del Biennio iniziate il 7 Gennaio e i corsi triennali che si stanno svolgendo in questi giorni, Siena Jazz ha riaperto gradualmente tutti i suoi corsi accademici, le attività pre-accademiche, i Corsi di Formazione Musicale “CFM” e il laboratorio giovanile musicale “Peter Pan Orchestra”. Ad oggi quindi tutti i corsi e le attività organizzate da “Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz” hanno ripreso il loro svolgimento nel nuovo anno.

I grandi musicisti italiani ed internazionali che costituiscono il corpo docente di questa istituzione musicale, eccellenza dell’alta formazione artistica per la musica jazz in Europa hanno ricominciato a muoversi fra le aule di Siena Jazz e a dare vita alle loro lezioni ed alla musica di insieme che contribuirà a formare i grandi artisti di domani.

Tutto ciò rispettando le normative ed i protocolli di sicurezza che fin dall’inizio dell’emergenza pandemica sono stati sempre prioritari per la sicurezza e serenità degli studenti e del corpo docente e non docente di Siena Jazz.

Per questo le lezioni si svolgono in modalità mista, alternando lezioni in presenza, grazie anche ai grandi pannelli di policarbonato che mantengono in sicurezza le lezioni con cantanti e strumenti a fiato, a lezioni online che oggi possono contare sull’affidabilità del collegamento alla rete comunale DIANA in banda larga. Interventi che permettono a Siena Jazz in questo periodo di emergenza di mantenere sempre alto il suo standard di formazione e che sono stati resi possibile grazie al sostegno e all’intervento del Comune di Siena.

È quindi per Siena Jazz un piacere salutare i propri studenti e tutti gli studenti di musica in genere con la positività che renderà migliore il nostro ed il loro anno ed ha deciso di iniziare a farlo attraverso un video realizzato dai docenti di contrabbasso del Triennio di Siena Jazz: Silvia Bolognesi, Gabriele Evangelista e Ferruccio Spinetti, tre grandi artisti che oggi insegnano in quelle aule in cui hanno contribuito alla loro formazione musicale e che oggi portano avanti i loro progetti con l’Art Ensemble of Chicago 50th Anniversary, Enrico Rava e con Musica Nuda e Avion Travel, solo per citarne solo alcuni.

Il video del brano “Bass Players Are Usually Cool People“, è uno degli esempi della resistenza musicale di Siena Jazz, realizzato durante il lockdown ha avuto lo scopo sia di fare sentire i musicisti più vicini, che quello di tirare su il morale ai loro studenti.
 

Bolognesi, Evangelista e Spinetti “Bass Players Are Usually Cool People”
https://www.youtube.com/watch?v=RIdkESWx1_E

I CONCERTI DI SIENA JAZZ SU JAZZ IN TOSCANA

Nasce jazzintoscana.it, il sito del “jazz on demand” promosso dal coordinamento dei principali organizzatori di jazz toscani con il contributo della Regione Toscana.

Jazz in Toscana è promosso da Siena Jazz insieme a Music Pool, Pisa Jazz, Barga Jazz Festival, Empoli Jazz Ejf, e Musicus Concentus, con il contributo di Regione Toscana.

A breve saranno disponibili alcuni dei concerti registrati a Siena in occasione della 50ª edizione dei Seminari Internazionali di Siena Jazz 2020. Già disponibile on demand il concerto inaugurale ad opera della “SJU – Siena Jazz University Orchestra”, Direttore M° Roberto Spadoni, solista ospite il sassofonista Maurizio Giammarco. Presto saranno disponibili anche i successivi tra cui: la presentazione live dei nuovi progetti discografici “Electra”,“Humanity” e “Coaction”, i concerti del quintetto formato da Falzone, Giammarco, Cecchetto, Di Castri e Hutchinson, del quartetto con Richardson, Burk, Di Castri e Hutchinson, il quintetto con Sigurtà, Blake, Puglisi, Scandroglio e Galeotti e l’esibizione della Master Class “Rava 2020, diretta da Enrico Rava, con: Rava, Caputo, Rinaldo, Gravagna, Romano e Galeotti.

Iscrizioni ed informazioni: https://jazzintoscana.it

 

Siena Jazz
Accademia Nazionale del Jazz
Fortezza Medicea, 10
53100 – Siena
www.sienajazz.it

 

 

John Fogerty e la sua famiglia presentano il vinile dell’album “Fogerty’s Factory”

JOHN FOGERTY E LA SUA FAMIGLIA PRESENTANO

IL VINILE DELL’ALBUM “FOGERTY’S FACTORY”

 


Da sinistra a destra: Shane Fogerty, John Fogerty, Kelsy Fogerty, Tyler Fogerty
crediti foto: Julie Fogerty

 

John Fogerty ha anche recentemente pubblicato “Weeping in the Promised Land”, una nuova canzone in cui riflette sugli eventi del 2020

 

Dopo il CD uscito a fine novembre e l’uscita digitale di “Fogerty’s Factory” con John Fogerty e i suoi figli, l’album è ora disponibile per l’acquisto in formato vinile sempre tramite BMG. Mentre si auto-quarantenava insieme la famiglia Fogerty, John e i suoi figli Shane, Tyler e la figlia Kelsy, si sono riuniti nel loro studio di casa per suonare insieme. Volendo condividere la loro musica con un mondo in quarantena, ogni venerdì veniva pubblicato un nuovo video nell’ambito di una serie speciale su YouTube, appuntamento adorato dai fan in attesa ogni settimana di ascoltare le canzoni classiche di John. Questi video sono stati celebrati dalla critica tra i live stream preferiti nel 2020.

Ascolta “Fogerty’s Factory” QUI
 

Ad oggi, questi video hanno raccolto oltre 10 milioni di visualizzazioni e hanno attirato l’attenzione di media prestigiosi come il Tiny Desk di NPR, il Late Show con Stephen Colbert e lo speciale radiofonico di un’ora su SiriusXM, The Fogerty Rockin’ Family Hour, dove John insieme ai suoi figli, Shane e Tyler, hanno parlato di musica e di vita. Ogni media ha ricevuto una versione video unica della Fogerty Family che ha cantato e suonato le canzoni iconiche di John. La famiglia si è persino riunita in un Dodger Stadium vuoto per girare “Centerfield” il giorno del 75° compleanno di John, il 28 maggio. L’audio di queste session è stato originariamente pubblicato in formato digitale come EP quel giorno. Ma i Fogerty non si sono fermati qui, aggiungendo nove nuovi brani che hanno formato un album completo. 

Le canzoni di John Fogerty hanno continuato ad essere una presenza costante nel corso dell’ultimo anno. A dicembre l’album “Chronicle Vol. 1” dei Creedence Clearwater Revival, dopo una permanenza di oltre 500 settimane nella classifica Billboard 200, è diventato una pietra miliare delle chart come solo altri 7 album hanno mai fatto prima. Il 7 gennaio Fogerty ha pubblicato una nuova canzone “Weeping In The Promised Land”, la sua struggente riflessione sul 2020 e su come gli eventi di quest’ultimo anno hanno cambiato la vita come l’avevamo sempre conosciuta. “Weeping In The Promised Land” è in definitiva un commovente omaggio a coloro che sono stati vittime della pandemia e a coloro che hanno sofferto a causa di pregiudizi e ingiustizie, con lo sguardo rivolto ai giorni luminosi che ci attendono.
 

Ascolta “Weeping In The Promised Land”:
https://johnfogerty.lnk.to/WeepingInThePromisedLand

Guarda il canale ufficiale YouTube di John Fogerty
con tutti i video di Fogerty’s Factory

 

 

Japan “Quiet Life” – Un album classico ristampato nella nuova versione speciale Deluxe Edition

JAPAN “QUIET LIFE”

UN ALBUM CLASSICO RISTAMPATO NELLA NUOVA VERSIONE
SPECIALE DELUXE EDITION (1xLP + 3xCD)

DISPONIBILE ANCHE NEI FORMATI: LIMITED EDITION VINILE ROSSO RIMASTERIZZATO HALF SPEED, VINILE NERO E CD

IN USCITA IL 5 MARZO 2021 PER BMG, QUI IL PRE-ORDINE
https://Japanband.lnk.to/QuietLifePR

ORA DISPONIBILE “QUIET LIFE” (Japanese 7” Mix)
SU TUTTI I SERVIZI STREAMING

https://Japanband.lnk.to/QL7PR

A PEERLESS IMMACULATE, LIVING WORK OF ART” ELECTRONIC SOUND

 

Il classico dei Japan “Quiet Life” ha chiuso metaforicamente e letteralmente gli anni ’70 e ha dato il via agli anni ’80 per il fatto di essere uscito nel periodo natalizio, in alcuni paesi nel 1979 e in altri nel 1980.

Un momento perfetto per una band che stava per uscire dal glam rock, dalle ombre post-punk e consegnare un disco con un suono nuovo di zecca che sarebbe arrivato a definire il nuovo decennio. 

“Quiet Life” è stato il terzo, ultimo e più riuscito album della band per l’etichetta Hansa Records, inclusi i singoli che lo accompagnavano; Quiet Life” e “All Tomorrow’s Parties” così come altri singoli non originariamente non compresi nell’album, sono oggi inclusi nella nuova versione deluxe; “Life In Tokyo”, “European Son” e “I Second That Emotion” hanno agito da precursori per i suoni alternative, new wave e new romantici dei primi anni ’80.

Mentre l’album non sarebbe entrato nella top 50 del Regno Unito, la sua influenza duratura si sarebbe fatta sentire per i decenni a venire ed è ormai universalmente riconosciuto come uno dei grandi classici britannici dell’epoca.

Quiet Lifeè ora oggetto di una nuova importante ristampa con una nuovissima rimasterizzazione half-speed dell’album originale, mix alternativi, b-side, singoli, rarità e materiale live che include la registrazione del ricercato ‘lost’ Live at Budokan del marzo 1980 precedentemente disponibile solo come EP a 4 tracce Live in Japan.

L’uscita presenta l’artwork originale dell’album restaurata, nuove esclusive note di copertina con una prefazione del produttore originale, John Punter, fotografie inedite e memorabilia.

Parlando di “Quiet Life” nel 2019 il batterista dei Japan, Steve Jansen, dice: “Sembra il lavoro più compiuto da un gruppo di musicisti che ha iniziato a trovare una propria voce, piuttosto che dimostrare semplicemente le loro capacità di scrivere/suonare musica“.

Anche il tastierista, Richard Barbieri, riconosce lo spostamento sismico che la band ha vissuto “È come se da un giorno all’altro avessimo scoperto da un giorno all’altro la raffinatezza, la sottigliezza e le sfumature. Un grande cambiamento dovuto al fatto che David ha iniziato a scrivere di più al pianoforte e credo che questo abbia generato i brani più incisivi di quel periodo. Canzoni dal suono più aperto e spazioso in cui abbiamo iniziato a capire come costruire gli arrangiamenti“.

 

JAPAN “QUIET LIFE” – DELUXE EDITION TRACKLIST

 

LP & CD1: QUIET LIFE
L’ALBUM ORIGINALE RIMASTERIZZATO HALF-SPEED SU VINILE PESANTE E RIMASTERIZZATO PER CD
Quiet Life
Fall In Love With Me
Despair
In-Vogue
Halloween
All Tomorrow’s Parties 
Alien
The Other Side Of Life 

CD2: A QUIETER LIFE
MIX ALTERNATIVI E RARITA’
European Son (Steve Nye 7” remix 1982)
Life In Tokyo (Steve Nye 7” special remix 1982)
Quiet Life (Original German 7” mix 1980)
I Second That Emotion (Steve Nye 7” remix 1982)
All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 7” remix version 1983) 
European Son (John Punter 12” mix 1980)
Life In Tokyo (Steve Nye 12” special remix version 1982)
I Second That Emotion (Steve Nye 12” remix version 1982) 
All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 12” remix version 1983) 
European Son (Steve Nye 12” remix version 1982)
Quiet Life (Japanese 7” mix 1980)
A Foreign Place
All Tomorrow’s Parties (John Punter 7” mix 1979)
Life In Tokyo (Theme Giorgio Moroder version 1979)
Live In Japan EP
Deviation (Live In Japan)
Obscure alternatives (Live In Japan)
In-Vogue (Live In Japan)
Sometimes I Feel So Low (Live In Japan) 

 

CD3: LIVE AT BUDOKAN 27/03/1980 
Intro
Alien
…Rhodesia
Quiet Life
Fall In Love With Me
Deviation
All Tomorrow’s Parties 
Obscure Alternatives
In-Vogue
Life In Tokyo 
Halloween
Sometimes I Feel So Low 
Communist china 
Adolescent Sex
I Second That Emotion 
Automatic Gun

 

JAPAN ‘QUIET LIFE’
DATA DI USCITA 5 MARZO 2021 PER BMG

PRE-ORDINE QUI  
https://Japanband.lnk.to/QuietLifePR

 

Fuck you, 2020: balliamo insieme da casa alla festa di Capodanno di Making Time e Primavera Sound

Fuck you, 2020: balliamo insieme da casa alla festa di Capodanno di Making Time e Primavera Sound

 

– John Talabot, Daniel Avery, Jessy Lanza, Paranoid London e  il b2b di Lena Willikens e BSS sono alcuni degli artisti che parteciperanno al live stream mondiale del 31 dicembre. 

– Il biglietto di 10 euro è in vendita su DICE

 

Texto alternativo

 

Il 2020 ha avuto molte, molte cose che preferiremmo dimenticare, ma una delle cose che ci mancano di più è la possibilità di ballare insieme. In quest’anno senza club e senza festival, noi del Primavera Sound e della leggendaria esperienza sonora trascendentale di Philadelphia Making Time, non potevamo lasciare che l’anno finisse così. Quest’anno avremmo entrambi festeggiato il nostro 20° anniversario e anche se non possiamo ancora ballare fisicamente insieme, possiamo ballare spiritualmente insieme. Digitalmente. Metafisicamente. Quindi, ci siamo riuniti per ospitare Fuck 2020: A Transcendental New Year’s Eve Celebration, un addio collettivo trascendentale all’anno peggiore delle nostre vite, che trasmetterà oltre una dozzina di dj set di pionieri della musica futuristica durante otto ore ininterrotte di musica, con una messa in scena futuristica attraverso la tecnologia olografica sviluppata da Ricardo Rivera del Klip Collective di Philadelphia, un suono degno del miglior club… e, naturalmente, inclusi i 12 colpi di mezzanotte!

Il programma prevede due sale con le performance del futuristico avventuriero del suono John Talabot, il techno master Daniel Avery, il succulento b2b di  Lena Willikens e BSS, i mattatori della house di Chicago Paranoid London,  l’apparizione stellare dello stesso Dave P (fondatore di Making Time e uno degli elementi essenziali delle line up del Primavera Sound) e i dj resident di Making Time Zillas on Acid, la produttrice canadese Jessy LanzaDJ Nobu live da Chiba (Giappone), Moor Mother con la sua incessante sperimentazione in un live set, Lovefingers dall’High Desert della California, la raver di Barcellona ISAbella, la mixer del rhythm africano Nídia, la cilena di base a Bristol Shanti Celeste e Nabihah Iqbal (precedentemente conosciuta come Throwing Shade): un cast spettacolare di artisti che coprirà tutto lo spettro della musica elettronica che una festa di Capodanno deve avere.  

La festa si svolgerà su due sale virtuali con performance artistiche contemporanee, più una chat room per connettersi con i partecipanti di tutto il mondo. E quando diciamo da tutto il mondo, intendiamo il mondo intero, perché la festa può essere seguita dalle 19:00 di giovedì 31 dicembre (e fino alle 3 del mattino) in ognuno di questi sei fusi orari: EST (Stati Uniti), PST (Stati Uniti, Canada e Messico), CET (Europa e Nord Africa), WET (Europa e Africa), JST (Giappone) e AEST (Australia).

I biglietti sono già in vendita su DICE per € 10, e tutti i profitti andranno agli artisti partecipanti alla festa. Un euro di ogni biglietto sarà donato alla Philadelphia Lawyers for Social Equity e a Plus 1 for Black Lives Fund. Questo Capodanno, non dimenticate di rimanere a casa a ballare con noi. E fuck you, 2020.

 

 

Richard Barbieri (Japan, Rain Tree Crow, Porcupine Tree) torna con il suo nuovo album Under A Spell

Richard Barbieri
(Japan, Rain Tree Crow, Porcupine Tree) 

torna con il suo nuovo album Under A Spell

In uscita per Kscope il 26 Febbraio 2021


(Crediti foto – Carl Glover)

 

L’uomo la cui illustre carriera è iniziata alla fine degli anni ’70 con la band visionaria synth-pop Japan e successivamente membro dell’influente band art-rock Porcupine Tree, torna con il nuovo album Under A Spell che segue il suo Planets + Persona del 2017.
 

GUARDA IL TRAILER DELL’ALBUM

 

Richard Barbieri non aveva pianificato di realizzare un album come Under A Spell, in origine pensava al suo quarto album solista come diretto seguito del suo predecessore, Planets + Persona del 2017.

Quel disco, realizzato in diversi studi in tutta Europa e con l’inclusione di performance dal vivo con una serie di ospiti, è stato avventuroso e audace, mostrando l’infinita inventiva di Barbieri nella scrittura delle canzoni e la sua padronanza dell’elettronica. Il seguito avrebbe dovuto riprendere da dove si era interrotto, viaggiando ulteriormente nel percorso che aveva tracciato col disco precedente. Poi la pandemia del COVID-19 ha colpito e tutto è cambiato. Dice Barbieri di Under A SpellL’ho scritto e registrato nel mio studio casalingo, in questo periodo così strano. Il nuovo lavoro è diventato qualcosa di completamente diverso: questo strano album onirico“.

In Under A Spell, Barbieri ha preferito catturare le atmosfere e gli stati d’animo che il suo cervello disconnesso stava evocando, piuttosto che concentrarsi sugli arrangiamenti e melodie. Canzoni come “Flare”, “Serpentine”, “Sleep Will Find You” e “Darkness Will Find You” sono definite con precisione, nonostante la loro genesi ispirata dal sognare a occhi aperti, mentre ‘Under A Spell’ e ‘Lucid’, le suggestive tracce di apertura e chiusura, sono le chiavi che aprono il disco. “Queste due tracce contengono nel loro interno tutto il significato dell’album“, racconta Barbieri. “Il primo brano, Under A Spell, ti conduce in luoghi dove non sei sicuro di quello che sta succedendo. Ci sono sussurri in sottofondo, incantesimi lanciati in un bosco deserto. Poi il brano finale, Lucid, è l’opposto. Sei in questo sogno lucido e confortante, ma poi ti allontani ancora di più, cercando di uscirne. Ci sono voci che dicono: ‘Svegliati, svegliati, torna vivo…‘”.

Gli ascoltatori saranno in grado di distinguere delle voci e tra quelle troviamo quelle del frontman dei Marillion Steve Hogarth e la cantante svedese Lisen Rylander Love (che ha co-scritto ‘A Star Light’).

Il titolo dell’album racchiude perfettamente il mondo evocativo che Barbieri ha creato. Canzoni come “Clockwork” e “Sketch 6”, tracciano territori dub fluttuanti e sono sospese in quello strano mondo di mezzo tra il sonno e la veglia, un riflesso subconscio dello stato surreale in cui il pianeta si è trovato negli ultimi mesi. “Stavo facendo un sacco di sogni bizzarri e ricorrenti che mi giravano intorno dopo il mio risveglio”, dice Barbieri. “Erano basati su questo sentiero nel bosco, che è rappresentato dalla copertina dell’album, un ambiente surreale, deserto, tipo Blair Witch Project. Stai attraversando questi boschi, ti dirigi verso questa luce, quasi come se stessi lasciando la vita. È da qui che è nato il titolo Under A Spell, era una sensazione di non avere il controllo totale. Quasi come se i tuoi sogni ti indicassero direzioni che a volte puoi controllare e a volte no“.

Fondatore dei Japan, pionieri della new-wave e uno dei gruppi più innovativi dei loro anni, Richard Barbieri ha contribuito a innescare la rivoluzione della musica elettronica, il suo suono synth non solo ha definito la band, ma ha influenzato artisti del calibro di The Human League, Duran Duran, Gary Numan e Talk Talk. Dopo lo scioglimento dei Japan, Barbieri insieme a Steven Wilson ha formato il leggendario gruppo progressive Porcupine Tree, suonando in nove album, tra cui Stupid Dream del 1999, In Absentia del 2002 e l’acclamato Fear Of A Blank Planet del 2007. Dopo che i Porcupine Tree hanno sospeso la propria attività, Barbieri ha intrapreso una carriera solista, pubblicando album come Things Buried del 2005, Stranger Inside del 2008 e Planets + Persona del 2017, oltre alla sua recente serie EP, Variant.1-5.

La volontà di Barbieri di ridefinire costantemente i propri confini musicali non è mai stata così evidente come nel brillante, ipnotico Under A Spell, l’ultima pietra miliare di questo viaggio assolutamente unico.

Under A Spell tracklist

1. Under A Spell [07:19]
2. Clockwork [02:33]
3. Flare 2 [08:51]
4. A Star Light [03:50]
5. Serpentine [06:22]
6. Sleep Will Find You [02:51]
7. Sketch 6 [06:30]
8. Darkness Will Find You [04:58]
9. Lucid [06:14]

 

Under A Spell uscirà su Kscope il 26 febbraio 2021, su CD, gatefold doppio LP in vinile nero, gatefold doppio LP in vinile rosso in edizione limitata (in esclusiva per lo shop Kscope) e in digitale con pre-ordini disponibili QUI

Per le immagini ad alta risoluzione qui www.kscopemusic.com/media/richardbarbieri

 

Segui Richard Barbieri:

https://www.facebook.com/RichardBarbieriOfficial/
https://www.instagram.com/richardbarbieri_music
http://kscopemusic.com/artists/richard-barbieri

 

Primavera Sound Barcellona: Lo studio clinico PRIMACOV completa la sua prima fase con successo sia in termini di partecipazione che di organizzazione

Lo studio clinico PRIMACOV completa la sua prima fase con successo sia in termini di partecipazione che di organizzazione

 

– 1.042 persone hanno partecipato sabato scorso alla sperimentazione clinica presso la Sala Apolo di Barcellona con test rapidi per rendere possibile lo svolgimento di concerti in assenza di distanza sociale
A metà gennaio conosceremo i risultati di questo studio

– Il progetto fa parte dell’iniziativa Back on Track organizzata dal Primavera Sound e dalla Fight AIDS and Infectious Diseases Foundation e dal Hospital Universitari Germans Trias i Pujol di Badalona (Barcellona).
 

 

Lo studio clinico PRIMACOV è già un dato di fatto. La prima fase dello studio si è svolta sabato 12 dicembre scorso nella Sala Apolo di Barcellona: 1.042 persone hanno partecipato a un concerto senza distanza sociale e in piena sicurezza. Tutti erano stati precedentemente sottoposti a test antigenici rapidi (insieme a un tampone PCR), i cui risultati sono stati disponibili in 15 minuti. Questo era, appunto, l’obiettivo di questo studio: convalidare questo tipo di test come strumento estremamente utile per poter realizzare qualsiasi tipo di evento, musicale o meno, senza distanza sociale.

Questo successo di partecipazione e di organizzazione, però, non è ancora completo: se le 1.042 persone che facevano parte sia del gruppo di controllo che di quelli che sono entrati in sala non verranno ad eseguire un nuovo tampone PCR domenica 20 dicembre, i risultati potrebbero non essere del tutto validi.

Questo studio clinico è stato approvato dalle autorità sanitarie e promosso dal Primavera Sound insieme alla Fight AIDS and Infectious Diseases Foundation e al Hospital Universitari Trias i Pujol di Badalona (Barcellona) nell’ambito del progetto Back On Track.

Poiché i risultati di questa sperimentazione, che sarà nota a metà gennaio 2021, possono essere straordinariamente utili per molti settori per riprendere normalmente la loro attività, l’iniziativa Back On Track è stata affiancata da patrocinatori come Last Tour, Live Nation, Apolo, Brunch-In, Universal Music Group, GTS, Sony Music, Cruïlla, Razzmatazz, BBF, Jägermeister, SGAE, Madness Live, Palau Sant Jordi (BSM), Vampire Studio, Sala Zero, Palm Fest, Ticketmaster, ReCup, The Wild Seeds, Taller de Músics, collaboratori come la Banc Sabadell Fundation e il supporto di Ajuntament de Barcelona e Generalitat de Catalunya tramite ICUB e ICEC.

 

 

On line special concert di Katie Melua dalla Rivoli Ballroom di Londra

KATIE MELUA

ON LINE SPECIAL CONCERT
DALLA RIVOLI BALLROOM DI LONDRA

Giovedì 17 Dicembre 2020 ore 21

Biglietti ancora disponibili qui: katiemelua.lnk.to/Live

Questa speciale performance sarà disponibile solo per la visione live e
non sarà più accessibile una volta terminata

 

La musicista multi-platino Katie Melua è lieta di annunciare un concerto disponibile in tutto il mondo, in collaborazione con Driift. Dopo le fenomenali recensioni internazionali ottenute da Album No.8, l’ottavo album consecutivo di Katie nella Top 10 del Regno Unito e l’Album Of The Week di BBC Radio 2, la cantautrice georgiana/britannica e la sua band si esibiranno in uno dei luoghi più spettacolari di Londra, la storica Rivoli Ballroom.

Non potrei essere più felice di suonare Album No. 8 e alcuni dei miei pezzi preferiti del mio reportorio con la mia adorata band e la mia troupe“, dice Katie. “Da quando ho visto il primissimo Driift show, Laura Marling alla Union Chapel, sono stata molto determinata a trovare un modo per riunire la nostra squadra in una splendida cornice per suonare dal vivo per i nostri fan.

La nostra preferenza per la location è andata subito sulla suggestiva Rivoli Ballroom, nel cuore di Londra. Inaugurata nel 1913 è diventata una famosa sala da ballo negli anni ’50 e l’edificio ha fatto da cornice al video del nostro recente singolo A Love Like That. Ho avuto il piacere di esibirmi sul suo spettacolare palco per le riprese e non vedo l’ora di tornare a suonare finalmente per un pubblico.

Questa performance molto speciale sarà diretta da Charlie Lightening, che ha anche diretto il video e con me sul palco ci saranno Tim Harries al basso, Mark Edwards alle tastiere, Zurab Melua alle chitarre, Joe Yoshida alla batteria e Nina Harries al contrabbasso e ai cori. Ci vediamo on line!

Per il suo primo concerto in streaming mondiale, Katie ha scelto di collaborare con Driift, un’affermata piattaforma promotor e producer, i cui recenti eventi in streaming hanno visto protagonisti acclamati artisti come Kylie Minogue, Laura Marling, Nick Cave, Niall Horan, Dermot Kennedy, Biffy Clyro e James Bay. Questo evento molto speciale, multi-camera, sarà trasmesso in streaming ai fan di tutto il mondo, con un orario specifico per regioni specifiche. Lo spettacolo non sarà disponibile on-demand dopo che avrà avuto luogo e senza pubblico presente, l’unico modo per vederlo sarà quello di acquistare i biglietti per la trasmissione livestream.

Dalla sua scoperta da adolescente nel 2003 con il suo album di debutto Call Off The Search, sei volte disco di platino nel Regno Unito, Katie è diventata una delle artiste più amate e di maggior successo al mondo. Album No. 8, uscito in ottobre, ha visto Katie assumere il ruolo di paroliera unica e ha ricevuto alcune delle migliori recensioni dei suoi 17 anni di carriera.

Un elogio è venuto anche dal Times, che ha sottolineato “shades of Dusty Springfield, Minnie Riperton and other stars of the late Sixties/early Seventies golden age“, mentre il Sunday Times ha descritto il singolo A Love Like That come “sinuous, sepulchral pop-noir at its most enveloping“.

Il Daily Telegraph ha descritto il suo Album of the Week come “voking the fall of autumnal leaves’ e anche ‘its melodies, unhurried rhythms and gentle balance of acoustic instruments with richly orchestrated strings that convey Melua’s self-composure“.

Registrato a Londra e in Georgia e prodotto da Leo Abrahams, Album No.8 contiene anche The Georgian Philharmonic Orchestra e un’apparizione speciale del Gori Women’s Choir, con il quale Katie ha collaborato all’album Top 10 In Winter del 2016.

 

Instagram/ Twitter/ Facebook/ Web/ YouTube

 

 

I Gazpacho annunciano i dettagli della loro performance live in streaming “Fireworking At St. Croix” il 12 Dicembre 2020

I GAZPACHO ANNUNCIANO I DETTAGLI DELLA 

LORO PERFORMANCE LIVE IN STREAMING

“FIREWORKING AT ST. CROIX” IL 12 DICEMBRE

BIGLIETTI ORA IN VENDITA

 

Dopo aver raccolto un’enorme quantità di elogi da parte dei media e dei fan di tutto il mondo per il loro ultimo album in studio Fireworker e la necessità di dover rinviare la loro attività live per l’anno in corso, i Gazpacho hanno annunciato che trasmetteranno in streaming la loro prima performance in video da Fireworker dal loro spazio prove St Croix, un luogo storico a sud di Oslo.

Fireworking at St. Croix sarà trasmesso in streaming il 12 dicembre 2020 alle 21. L’esibizione di 70 minuti vedrà la band eseguire Fireworker nella sua interezza, più una canzone aggiuntiva.

I biglietti sono ora in vendita QUI e i possessori di biglietto potranno assistere nuovamente allo spettacolo in una data a loro scelta fino al 1° gennaio 2021.
 

 

Thomas Andersen dei Gazpacho riguardo alla performance e al suo significato per la band spiega: “Quando il tour di Fireworker è stato cancellato eravamo devastati perché sentivamo di avere un album molto speciale in tasca ansiosi di portarlo in tour. Adoriamo suonare dal vivo e ogni sera è speciale per noi. Abbiamo anche pensato che allestire un palco e fare uno spettacolo in un luogo vuoto sarebbe stato deprimente e ci sentivamo in difetto. Un concerto è qualcosa che si crea in egual misura tra gli esecutori e il pubblico e che assomiglia molto alle avventure romantiche, ma non è lo stesso se eseguito al suono delle lacrime di un rifiuto.

Volevamo anche essere onesti e abbiamo pensato che questa fosse una grande opportunità per mostrare a tutti voi come è veramente una prova dei Gazpacho. Un assaggio di backstage, se volete. Abbiamo sempre pre-prodotto i nostri spettacoli a St.Croix e abbiamo passato molto tempo lì a provare e in generale a infastidire i poveri vicini di casa che hanno scelto incautamente di avvicinarsi così tanto al “ground zero”, come chiamiamo il nostro batterista Robert.

Quindi ci abbiamo filmato mentre suonavamo Fireworker nella sua interezza ed è incredibilmente meraviglioso. Un vero e proprio nutrimento per la tua mente affamata. Fa bene anche a te. Sarebbe illegale dire che ti guarisce o che potrebbe portarti fortuna e migliorare seriamente le tue possibilità di vincere alla lotteria, quindi non lo farò. Ma potrebbe. Ma non l’hai letto qui.

Questo film è un viaggio molto lunatico nel mondo di Fireworker ed è stato girato il 25 ottobre di quest’anno, dal vivo nella sala prove del Gazpacho a St.Croix. Niente correzioni, niente smalto, niente spettacolo di luci e niente di niente. Nemmeno il catering. Solo la pura interpretazione della musica con una o due sorprese per chi è stato con noi per un po’ di tempo.

E per tutti quelli di voi che non hanno avuto la possibilità di vederci dal vivo e ci hanno chiesto più volte di andare nella loro città, questo è un momento da non perdere.

E se vi siete mai chiesti come facciamo tutti a sopravvivere e a mantenere le amanti dei nostri direttori di banca ricoperte di diamanti? È attraverso un processo che ho imparato a conoscere come il pagamento delle bollette e per quanto sia doloroso, sembra essere parte della vita in questi tempi maledetti. Per questo motivo, se voleste sostenere noi, i vostri amici di tutti questi anni, il modo migliore per farlo e ottenere un grande spettacolo allo stesso tempo, sarebbe quello di partecipare allo streaming come non avete mai fatto prima. Farete parte della storia di Gazpacho e del nostro Fireworker.

Devo aggiungere altro? Suoniamo anche uno dei vecchi classici dall’album Night. Ci vediamo in streaming!“.

 

Fireworker è uscito su Kscope su CD, gatefold 2LP su vinile nero 180g (3 lati audio, 1 lato incisione artistica) e digitale ed è disponibile su ordinazione QUI

 

FIREWORKER tracklist

1. Space Cowboy [19:43]

2. Hourglass [04:15]

3. Fireworker [04:41]

4. Antique [06:24]

5. Sapien [15:22]

 

GAZPACHO LIVE

Le date europee e britanniche della band con i Reason Revolution in origine programmate per ottobre 2020, sono state posticipate a ottobre 2021.

2021
08.10 Warsaw (PL), Progresja
09.10 Poznan (PL), U Bazyla
10.10 Berlin (DE), Columbia Theater
12.10 Cologne (DE), Die Kantine
14.10 Zwolle (NL), Hedon
15.10 Breda (NL), Mezz
16.10 Paris (FR), Petit Bain
17.10 London (UK), Islington Assembly Hall

(crediti foto: Nina Krømer  / www.ninafoto.net / @nina_kroemer)

 

I Gazpacho sono:
Thomas Andersen – keyboards, programming
Jan-Henrik Ohme – vocals
Jon-Arne Vibo – guitars
Mikael Krømer – violin, additional guitars
Kristian “Fido” Torp – bass
Robert R Johansen – drums

 

Segui i Gazpacho:

https://www.facebook.com/Gazpacho.Official.BandPage
https://www.instagram.com/gazpachoband
www.gazpachoworld.com

 

 

Mick Fleetwood & Friends – Il primo estratto è “The Green Manalishi” con Billy Gibbons degli ZZ Top e Kirk Hammett dei Metallica

MICK FLEETWOOD & FRIENDS

CELEBRATE THE MUSIC OF PETER GREEN

AND THE EARLY YEARS OF FLEETWOOD MAC”

LA PRIMA TRACCIA ESTRATTA DALL’ALBUM E’
THE GREEN MANALISHI
(WITH THE TWO PRONGED CROWN)”
GUARDA/ASCOLTA QUI

UNA PERFORMANCE LIVE CON IL FEATURING DI
BILLY GIBBONS E KIRK HAMMETT (CON LA LEGGENDARIA
LES PAUL 1959 DI PETER GREEN)

UN CAST ALL-STAR RIUNITO PER UN CONCERTO UNICO IN ONORE DEI PRIMI ANNI DEI FLEETWOOD MAC E DEL LORO FONDATORE PETER GREEN

REGISTRATO AL PALLADIUM DI LONDRA IL 25 FEBBRAIO 2020

IL FILM AL CINEMA NEL MARZO 2021

ALBUM IN USCITA PER BMG IL 30 APRILE 2021

 

 

Esce oggi il primo brano dal vivo registrato in occasione della celebrazione musicale dei primi anni dei Fleetwood Mac e del suo fondatore Peter Green, con Billy Gibbons degli ZZ Top e Kirk Hammett dei Metallica, che si esibiscono in una ruvida versione di The Green Manalishi (With The Two Pronged Crown).

Kirk Hammett ha eseguito l’iconica canzone con la leggendaria chitarra Les Paul 1959 di Peter Green, mentre la band al completo comprendeva lo stesso Mick Fleetwood, che ha curato l’evento, con Dave Bronze, Jonny Lang, Andy Fairweather Low, Ricky Peterson e Rick Vito.

Questa uscita è il primo assaggio di una splendida festa che arriverà anche nelle sale cinematografiche a marzo 2021, oltre che uscire in formati speciali boxset.

L’album uscirà in vinile 4LP Gatefold, oltre a un mediabook di 20 pagine con Blu-Ray e 2CD e anche un hardbound bookpack di 44 pagine con note di copertina del biografo di Mick Fleetwood, Anthony Bozza, splendide foto dell’evento e del dietro le quinte, vinile 4LP Gatefold, 2CD e Blu-Ray.

 

About “Mick Fleetwood & Friends Celebrate

The Music Of Peter Green and The Early Years of Fleetwood Mac”

Il 25 febbraio 2020, pochi giorni prima della scoperta del primo caso di COVID-19 nel Regno Unito, sfociato poi nella pandemia in corso che ha reso necessaria la sospensione della società moderna, si è tenuto un concerto molto speciale al leggendario Palladium di Londra per celebrare le canzoni di Peter Green e la formazione originale dei Fleetwood Mac.

Il pubblico dello show, sold out, è stato testimone di qualcosa di unico, in quello che sarebbe stato uno degli ultimi concerti dal vivo prima della loro sospensione. Questo spettacolo assume oggi un significato particolarmente toccante, dopo la scomparsa di Peter Green nel luglio 2020.

I musicisti riuniti per questo evento hanno formato un cast di tutto rispetto, mostrando un profondo e incredibile legame cosmico con le canzoni.

I musicisti sul palco erano Neil Finn, Noel Gallagher, Billy Gibbons, David Gilmour, Kirk Hammett, John Mayall, Christine McVie, Jeremy Spencer, Zak Starkey, Pete Townshend, Steven Tyler e Bill Wyman. Il produttore leggendario Glyn Johns si è unito come produttore esecutivo del suono e la house band era composta dallo stesso Mick Fleetwood con Dave Bronze, Jonny Lang, Andy Fairweather Low, Ricky Peterson e Rick Vito.

Per maggiori informazioni visitare il sito:
www.mickfleetwoodandfriends.com

 

L’ALBUM IN USCITA

IL 30 APRILE 2021 PER BMG

Disponibile come hardbound bookpack 44 pagine, che include:

  • Note di copertina di Anthony Bozza in collaborazione con Mick Fleetwood.
  • Foto dell’evento e citazioni degli artisti che hanno suonato quella notte.
  • Ampio reportage fotografico del concerto, delle prove e del dietro le quinte.
  • Blu-Ray del film del concerto e la registrazione completa su doppio CD e quadruplo vinile.

 

Disponibile anche come: Gatefold 4LP, 2CD/Blu-Ray mediabook e Audio Digitale.

 

Tracklist:

Act I

  1. Rolling Man (feat. Rick Vito)
  2. Homework (feat. Jonny Lang)
  3. Doctor Brown (feat. Billy Gibbons)
  4. All Your Love (feat. John Mayall)
  5. Rattlesnake Shake (feat. Billy Gibbons & Steven Tyler)
  6. Stop Messin’ Round (feat. Christine McVie)
  7. Looking For Somebody (feat. Christine McVie)
  8. Sandy Mary (feat. Jonny Lang)
  9. Love That Burns (feat. Rick Vito)
  10. The World Keep Turning (feat. Noel Gallagher)
  11. Like Crying (feat. Noel Gallagher)
  12. No Place To Go (feat. Rick Vito)
  13. Station Man (feat. Pete Townshend)

 

Act II

  1. Man Of The World (feat. Neil Finn)
  2. Oh Well (Pt.1) (feat. Billy Gibbons & Steven Tyler)
  3. Oh Well (Pt.2) (feat. David Gilmour)
  4. Need Your Love So Bad (feat. Jonny Lang)
  5. Black Magic Woman (feat. Rick Vito)
  6. The Sky Is Crying (feat. Jeremy Spencer)
  7. I Can’t Hold Out (feat. Jeremy Spencer)
  8. The Green Manalishi (With The Two Prong Crown) (feat. Billy Gibbons & Kirk Hammett)
  9. Albatross (feat. David Gilmour)
  10. Shake Your Moneymaker (group finale)

 

Mick Fleetwood & Friends –

Celebrate The Music Of Peter Green And The Early Years Of Fleetwood Mac

Formato : Blu-Ray, 2CD, 4LP, 44p Bookpack – Cat No. BMGCAT454BOX
Formato : Blu-Ray, 2CD, 20p mediabook – Cat No. BMGCAT454TCD
Formato : 4LP Gatefold – Cat No. BMGCAT454QLP

 

 

 Page 1 of 38  1  2  3  4  5 » ...  Last »