171219 MAY THEM WHITE RISE WITH YOU – Il cortometraggio di commiato dei Father Murphy

171219

MAY THEM WHITE

RISE WITH YOU

 

A SHORT MUSIC FILM BY
DAVIDE MALDI / MICOL ROUBINI

WITH
FATHER MURPHY
CHIARA LEE / FREDDIE MURPHY

PROIEZIONI

2.11.21 – ITALIANA CORTI – TORINO FILM FESTIVAL
CINEMA MASSIMO – SALA 2, H 21.45

3.11.21 – ITALIANA CORTI – TORINO FILM FESTIVAL
CINEMA MASSIMO – SALA 2, H 11.15

4.11.21 – ITALIANA CORTI – TORINO FILM FESTIVAL
CINEMA MASSIMO – SALA 2, H 21.30
 

3.11.21 – MUSEO CASA MOLLINO – SPECIAL SCREENING *
H 15.00 / 15.45 / 16.30 / 17.15 / 18.00

*Il 3 dicembre il cortometraggio 17122019 MAY THEM WHITE RISE WITH YOU di Davide Maldi e Micol Roubini sarà proiettato nel Museo Casa Mollino, l’enigmatico interno segreto progettato dall’eminente artista torinese. L’abitazione, considerata una sorta di portale, ha ospitato la celebrazione del rituale raccontato nel corto.

Sono previste 5 proiezioni (con un massimo di 6 persone ciascuna) col seguente orario: 15:00 / 15:45 / 16:30 / 17:15 / 18:00
Indirizzo: Via Giovanni Francesco Napione 2, Torino
PER INFO E PRENOTAZIONI
GOSINISTER@GMAIL.COM

Anno: 2021
Durata: 16’
Regia: Davide Maldi, Micol Roubini
Con: Father Murphy
Fotografia: Davide Maldi
Montaggio: Davide Maldi, Micol Roubini
Colonna sonora originale: Father Murphy
freddie Murphy, Chiara Lee

Costumi: Born in Berlin
Produzione: L’Altauro
Prodotto da: Chiara Lee, Davide Maldi,
freddie Murphy, Micol Roubini

 




SINOSSI
 

Esattamente un anno dopo la fine della band Father Murphy, il 17 dicembre 2019 i due “orfani” freddie Murphy e Chiara Lee hanno deciso di riunirsi presso il Museo Casa Mollino per commemorarne la memoria ed evocarne l’essenza, celebrando un rituale per liberare lo spirito stesso di Father Murphy attraverso il portale custodito all’interno dell’appartamento sito nel cuore di Torino.
Casa Mollino, un mausoleo pensato per ospitare l’anima del rinomato artista torinese e disegnato seguendo il Libro dei Morti Egiziano, è considerato una sorta di rifugio magico per l’eternità, un portale segreto che unisce il mondo dei vivi e quello dei morti Davide Maldi e Micol Roubini sono stati i soli testimoni presenti e hanno filmato con devozione l’intera cerimonia.
 

NOTE
 

Così come in Casa Mollino ogni oggetto rimanda ad un significato, in pieno stile Father Murphy, anche ogni gesto del rituale rimanda alla leggenda che la band ha narrato tramite i concept album che ha prodotto negli anni.
La colonna sonora del cortometraggio è inoltre stata meticolosamente composta utilizzando cut up sonori estratti dai dischi della band, che si alternano e mescolano fino ad arrivare alla chiusura, inedita, e scritta appositamente dal duo per il commiato finale.
 

TRAILER
https://cutt.ly/kTHzDe9

BIOGRAFIE
 

Chiara Lee & freddie Murphy sono stati fondatori e ideatori del progetto musicale Father Murphy, con cui hanno realizzato una serie di concept album sul senso di colpa cattolico, e si sono esibiti in festival ed eventi prestigiosi, tra cui la Biennale di Venezia e il Santarcangelo Festival (Italia); il Dark Mofo Festival (Australia); Le Guess Who!? e il Roadburn Festival (Paesi Bassi); London St Pancras Old Church (UK); la Fondazione Arcosanti (Stati Uniti); la Bulgarian Radio National Hall (Bulgaria); il Sergey Kuryokhin International Festival (Russia) e molti altri.
Terminata l’esperienza Father Murphy nel 2018, con un album scritto a forma di requiem per la band stessa, Murphy e Lee continuano a collaborare componendo colonne sonore per film e documentari, installazioni sonore, reading e podcast. Film con le loro colonne sonore sono stati presentati al Locarno Film Festival (Svizzera), Torino Film Festival (Italia), MoMA Doc Fortnight (US), Karlovy Vary (Czech Republic) e altri.

Davide Maldi (1983) vive e lavora tra Milano e Roma. Diplomatosi presso la Scuola romana del fumetto, inizia a lavorare come illustratore e storyboard artist. Studia Arti e Scienze dello Spettacolo presso La Sapienza di Roma e Cinema e New Media presso la Libera Accademia di Belle Arti di Roma (RUFA). Nel 2007 vince una residenza di studio e formazione presso la New York Film Academy. Lavora come regista, filmmaker e direttore della fotografia per il cinema, collabora con diverse compagnie di teatro sperimentale e di prosa e realizza documentari di ricerca sociale e d’inchiesta. È co-fondatore de L’Altauro, casa di produzione per lo sviluppo di lavori di arte, cinema e documentario d’autore. I suoi film hanno ricevuto diversi riconoscimenti e sono stati presentati in concorso in numerosi festival internazionali, tra cui Festival del Cinema di Locarno, Torino Film Festival, Dok Leipzig, FICX Gijón International Film Festival. Il suo ultimo lavoro, L’apprendistato (2019) è stato proiettato al Museum of Modern Art di New York per la rassegna Doc Fortnight 2020.
Filmografia parziale: 171219| May them White rise with you (2021); L’apprendistato, The Young Observant (2019); Frastuono, Uproar, 84’ (2014); 8 A Mezzogiorno – Appunti dal Sud Italia (2012); Sul fiume (2011); Verso mare (2008).

Micol Roubini (1982) vive e lavora a Milano. Ha studiato presso la Universität der Künste Berlin e l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano dove si è laureata nel 2007 in pittura. Nel 2008 si è diplomata in Tecnologie dell’audio presso l’IrMus, dipartimento di musica della Scuola Civica di Milano. Artista e regista, utilizza principalmente il video, il suono, la scrittura nell’elaborazione di progetti site-specific che ha esposto in diverse mostre personali e collettive, in Italia e all’estero.
Dal 2010 ha collaborato nel duo Casali+Roubini. Nel 2019 il suo primo lungometraggio, La strada per le montagne, viene presentato in competizione internazionale al 41°Cinema du Réel a Parigi e in diversi altri festival europei. Nel 2020 il film vince il Premio Corso Salani al 31°Trieste Film festival. È co-fondatrice de L’Altauro, casa di produzione per lo sviluppo di lavori di arte, cinema e documentario d’autore. Filmografia parziale: 171219| May them White rise with you (2021); How did my eyes go blind? (2020); La strada per le montagne (2019); WATNA (2018); Outer Dark # 430.670 MHz (2014); Arrange your rocks naturally (2013). Atlante Silvestre (2012).

 

 

 

Esce a gennaio la versione rimasterizzata con bonus track e nuovo artwork del debutto di Gavin Harrison “Sanity & Gravity”

IN OCCASIONE DEL 25° ANNIVERSARIO DELL’USCITA DELL’ALBUM DI DEBUTTO
DI GAVIN HARRISON “SANITY & GRAVITY”
A GENNAIO DISPONIBILE LA VERSIONE RIMASTERIZZATA CON BONUS TRACK
E NUOVO ARTWORK

DATA DI USCITA:
28 GENNAIO 2022 PER KSCOPE

Gavin Harrison è considerato come uno dei batteristi di punta della scena progressive rock degli ultimi anni. Come membro di The Pineapple Thief, Porcupine Tree e King Crimson, e come ospite di altri splendidi progetti, è senza dubbio uno dei batteristi più emozionanti in circolazione.

(foto di Bob Wiczling)

Nel 1997 Gavin ha pubblicato Sanity & Gravity, un impressionante album di debutto solista impreziosito dalle performance di una formazione stellare che include Mick Karn, Richard Barbieri, Jakko Jakszyk (21st Century Schizoid Band) e Dave Stewart (Egg, National Health). Rifulgendo l’idea di realizzare un tipico album di batteria “solista” come mezzo per dimostrare la sua tecnica prodigiosa, Gavin ha creato un lavoro espressivo ed emotivo che convince sia col suo groove che con la sua melodia.

Gavin racconta: “Quando inizialmente mi sono trovato di fronte alla prospettiva di fare un album di batteria ‘solista’ ho deciso che avrei adottato un approccio più sperimentale nel suonare il mio strumento; sentivo che c’era un modo per esprimere emozioni attraverso una batteria suonata in modo più melodico, componendo come se stessi suonando un pianoforte. Ero estremamente felice di collaborare con così tanti dei miei musicisti preferiti ed estremamente disponibili al mio approccio sperimentale. Questo disco ha realizzato molti dei miei sogni ritmici e melodici“

L’album originale ha ottenuto uno status leggendario nei 25 anni successivi alla sua uscita e oggi quel CD è valutato a caro prezzo da fan e collezionisti.

Nel 2022  Kscope ripresenterà Sanity & Gravity in versione rimasterizzata con una bonus track esclusiva e una nuova grafica per l’edizione dell’anniversario.

Sanity & Gravity uscirà su CD, LP e in digitale il 28 gennaio 2022 ed è disponibile per il PRE-ORDINE QUI

Sanity & Gravity tracklist:

1. Aim [05:49]
2. On A Wave Of Positivity [04:04]
3. Dog Day [06:17]
4. A Place To Stay [04:38]
5. Witness (for Bobby)[05:41]
6. Dearest Blood [05:46]
7. Sonata in H [02:51]
8. Big News For A Small Day [05:59]
9. Witness (reprise) [01:40]
10. Iron Horse [05:44] (Bonus track)

Segui Gavin Harrison:
https://www.facebook.com/drummergavinharrison
https://www.instagram.com/gavinharrisonpage/

 

 

Federico Sagona presenta “Battiti” il primo estratto dal suo debutto solista

Federico Sagona
presenta “Battiti”
il primo estratto dal
suo debutto solista in uscita
nei primi mesi del 2022
per Under Roof 


Ascolta qui “Battiti”
distrokid.com/hyperfollow/federicosagona/battiti

Esce oggi per Under Roof “Battiti”, il primo estratto dal debutto solista di Federico Sagona, un disco di piano solo previsto per i primi mesi del 2022 che completa la sua produzione artistica ad oggi già ricca di esperienze come musicista, arrangiatore e autore.

Federico, dopo studi di musica classica intrapresi a Prato, dove è nato e cresciuto, ha deciso di assecondare la sua passione per la musica leggera e quella rock. Da quel momento il suo percorso è stato segnato da una serie di progetti originali e non che lo hanno portato a collaborare dal vivo ed in studio, in Italia e all’estero, con grandi artisti del panorama musicale italiano come Piero Pelù, Litfiba, Gianni Morandi e Noemi.

Nonostante questo percorso artistico, per Federico è rimasto sempre molto importante il suo rapporto con il pianoforte e con la purezza del suo suono, e così gli ascolti onnivori stratificati negli anni tra colonne sonore e i grandi pianisti come Keith Jarrett e Michel Petrucciani hanno contribuito alla creazione di un repertorio proprio spingendolo alla ricerca di soluzioni armoniche diverse, che tenessero conto delle sue radici classiche, ma anche del suo background pop e rock.

“Battiti” è il perfetto esempio di questo incontro, un brano composto originariamente per essere suonato con una band e che oggi, nella sua versione per piano solo, accende la scintilla delle sue radici rock. 

 

www.facebook.com/federicosagona

www.instagram.com/federicosagona

www.federicosagona.it

 

 

The Pineapple Thief annunciano nuove date del loro tour europeo nel 2022

THE PINEAPPLE THIEF ANNUNCIANO

NUOVE DATE DEL LORO

TOUR EUROPEO NEL 2022

 

The Pineapple Thief hanno recentemente completato la prima parte del tanto atteso Versions Of Truth UK & European tour. Questo tour di grande successo li ha visti suonare per i loro fan entusiasti e desiderosi di vederli di nuovo dal vivo, rendendo The Pineapple Thief una delle prime band dopo la pandemia a realizzare un tour oltre i confini del proprio Paese. La band ha annunciato ulteriori concerti nella seconda parte del tour europeo, previsto nel 2022, che inizierà proprio dall’Italia.

Bruce Soord commenta: “Il nostro recente tour in Europa ci ha ricordato quanto sia bello suonare dal vivo di fronte a persone in carne e ossa, finalmente. Siamo stati una delle prime band ad avventurarci di nuovo in Europa, lo si poteva percepire dall’energia del numeroso pubblico. È stato molto speciale. Ora sappiamo che si può fare, abbiamo appena aggiunto 4 nuove date in Italia, Svizzera e Germania! Non vediamo l’ora di tornare in tour l’anno prossimo”

 

VERSIONS OF THE TRUTH EUROPEAN TOUR 2022

23.2.22 Trezzo sull’Adda (Milano) (IT) – Live Club

24.2.22 Roncade – Treviso (IT) – New Age

25.2.22 Roma (IT) – Auditorium Parco della Musica

26.2.22 Firenze (IT) – Viper Theatre

27.2.22 Aarau (CH) – KIFF

1.3.22 Barcelona (ES) – La Nau

2.3.22 Madrid (ES) – Caracol

3.3.22 Toulouse (FR) – Metronum

5.3.22 Zoetermeer (NL) – Boerderij

6.3.22 Zoetermeer (NL) – Boerderij

9.3.22 Oberhausen (DE) – Turbinenhalle 2

10.3.22 Aschaffenburg (DE) – Colos Saal

11.3.22 Dresden (DE) – Tante Ju

12.3.22 Vienna (A) – Szene

13.3.22 Bratislava (SK) – MMC

15.3.22 Ostrava (CZ) – Brick House

16.3.22 Hamburg (DE) – Fabrik

17.3.22 Berlin (DE) – Kesselhaus

18.3.22 Copenhagen (DK) – Amager Bio

20.3.22 Haugesund (NO) – Hovleriet

21.3.22 Gothenburg (SE) – Pustervik

22.3.22 Oslo (NO) – Rockefeller

23.3.22 Stockholm (SE) – Nalen

25.3.22 Tampere (FIN) – Olympia Kortteli

26.3.22 Helsinki (FIN) – Tavastia

 

 

The Pineapple Thief nel 2022 suoneranno anche in Nord America dove mancavano dal 2019. Controlla il sito ufficiale della band per maggiori informazioni su tutte le prossime date, i biglietti e gli aggiornamenti VIP – www.thepineapplethief.com/tour

Dopo l’uscita del loro ultimo album in studio Versions Of The Truth, nel settembre 2020 su Kscope, i concerti della band sono stati messi in pausa a causa della pandemia globale. Ancora desiderosi di esibirsi e connettersi con i loro fan in tutto il mondo, nell’aprile 2021 The Pineapple Thief hanno filmato un evento live on demand intitolato Nothing But The Truth, la versione fisica multiformato è uscita da poco ed è ordinabile QUI

Nothing But The Truth – la stampa europea dice:
A must-own collection’ Prog Magazine (UK)
captivating” Classic Rock (UK)
“The DVD provides a fantastic, one and a half hour experience which presents extremely versed musicians in their best form” Rock Hard (DE)
All played and recorded to perfection.’’ Rockportaal (NL)
“The Pineapple Thief is among the major and remarkable players in modern rock.  Nothing But The Truth is a must-have album.” Chair Your Sound (FR)

Segui The Pineapple Thief:
Website
Facebook
Twitter
Instagram
Spotify
YouTube
Apple Music

 

C’MON FEEL THE NOIZE – 10 e 11 Dicembre 2021 al Foro Boario di Lucca con ingresso gratuito

A LUCCA TORNANO I GRANDI APPUNTAMENTI

CON LA MUSICA DAL VIVO
 

C’MON FEEL THE NOIZE
 

10 e 11 Dicembre 2021

Foro Boario di Lucca

Ore 21,30 con ingresso gratuito
 

 

Tornano gli eventi musicali in presenza a Lucca: C’MON FEEL THE NOIZE porterà in città nei giorni 10 e 11 dicembre presso il Foro Boario, alcune delle realtà più interessanti della scena indipendente italiana.

Una due giorni musicale con ingresso gratuito che nasce dalla volontà e dall’esperienza del team WØM FEST, costretto forzatamente ad arrestare le sue celebrate attività sul territorio a causa dell’emergenza pandemica.

Protagonisti della prima serata del 10 dicembre saranno Ciulla, il local hero ex Violacida attualmente al lavoro sul nuovo album, i Campos, pronti ancora una volta a stupirci dopo il successo dell’ultimo album “Latlong” uscito per l’etichetta discografica Woodworm e Nava, l’affascinante e mistica cantante che ha stregato giuria e pubblico nell’ultima edizione di X Factor.

Nella serata conclusiva dell’11 dicembre saliranno sul palco cecilia, cantautrice in ascesa tra cantautorato classico e sperimentazione sonora, Emma Nolde, sicuramente tra le giovani artiste emergenti più seguite nello Stivale e Bruno Belissimo, dj, produttore e polistrumentista Italo-Canadese in bilico tra la Italo Disco, il Funk, l’Elettronica e l’Acid House.

La zona Bar sarà affidata all’associazione Beerifrangente in collaborazione con il De Cervesia di Lucca, che da tempo propone oltre 200 etichette tra le migliori birre artigianali italiane.

L’evento, con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, sarà organizzato nel pieno rispetto delle misure di prevenzione sanitaria e per tale motivo sarà richiesta l’esibizione del Green Pass all’entrata e l’utilizzo della mascherina.

C’MON FEEL THE NOIZE è realizzato grazie al contributo e al patrocinio del Comune di Lucca e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Un ringraziamento particolare va anche ai partner che hanno creduto in questo progetto: Consiglio Territoriale FRATRES di Lucca e Piana, Lucca Promos, Gesam reti e ACI.

Durante la serata saranno presenti anche i ragazzi del progetto “Volontariato in scena – L’arte di ricevere donando” promosso dall’A.P.S. Cre.A. Creatività e Apprendimento specializzata in difficoltà e Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Il progetto che ha lo scopo di promuovere l’inclusione dei ragazzi con disturbi del neuro-sviluppo e disabilità, si inserisce all’interno del bando “I giovani per il volontariato 2020” del Cesvot finanziato con il contributo di Regione Toscana – Giovanisì in accordo con il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, con la partecipazione e il finanziamento della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

 

C’MON FEEL THE NOIZE
 

Venerdì 10 dicembre ore 21,30 

CIULLA
CAMPOS 

NAVA

Sabato 11 dicembre ore 21,30

CECILIA
EMMA NOLDE
BRUNO BELISSIMO

 

 

web: https://www.womfest.it
fb: www.facebook.com/wommovement
insta: www.instagram.com/wom_fest

Entra nel vivo il progetto “B.I.P. Jazz” ideato da Siena Jazz, finanziato dal MIBAC e supportato dal programma Erasmus +

Entra nel vivo il progetto “B.I.P. Jazz”

ideato da Siena Jazz finanziato

dal MIBAC e supportato

dal programma Erasmus +
 


Foto di Massimo Bartali

 

Il progetto “B.I.P. Jazz”, acronimo di Blended Intensive Program, ideato da Siena Jazz e vincitore del Bando del MIBAC per sostenere il settore dei festival, dei cori, delle bande musicali e della musica jazz, e supportato anche attraverso il Programma Erasmus +, risponde all’esigenza di trovare soluzioni in grado di contribuire al rilancio del settore, di individuare metodologie utili alla costruzione di occasioni di dialogo e concertazione tra i diversi soggetti che compongono la filiera della formazione musicale e jazzistica, di favorire lo sviluppo di prospettiva lungimirante in grado di affrontare le sfide della contemporaneità, con tutte le difficoltà che la pandemia ha amplificato e fatto emergere.

“B.I.P. Jazz” conta sull’adesione di tre accademie musicali europee, Dipartimento di jazz del Conservatorio van Amsterdam, Conservatorio Liceu di Barcellona e Universidade Lusiada di Lisbona, quattro Licei musicali della Regione Toscana, Siena, Firenze, Arezzo e Pisa, della rete nazionale dei Licei musicali, con la partecipazione dei giovani musicisti e dei docenti coinvolti nel Seminario Kind of Blue, la residenza per i giovani musicisti del jazz italiano provenienti dai licei musicali di tutto il territorio nazionale, che si è svolta a Siena dal 24 al 29 Agosto scorso e che ha costituito la prima fase del progetto “B.I.P. Jazz”.

Dalla prossima settimana il progetto entrerà nella sua fase finale, supportato dal Programma Erasmus +, in collaborazione con gli istituti musicali partner stranieri, dove Siena Jazz darà vita ad un programma di scambio (prima virtuale e poi in presenza) tra allievi e docenti dell’alta formazione europea, per promuovere azioni a sostegno della promozione del talento giovanile e della formazione di ensemble allargati a 10 elementi.
Il programma comprende:

·       Scambi Virtuali: gli allievi di tutti gli istituti parteciperanno ad un programma di lezioni online offerte dai 4 istituti di alta formazione coinvolti; docenti e allievi, con differenti background e approcci, avranno modo di confrontarsi a distanza su un percorso di approfondimento sulla musica jazz, con particolare riguardo alle composizioni per larghi ensemble.

·       Mobilità di docenti e allievi (Novembre – Dicembre 2021): ogni istituto straniero invierà a Siena Jazz quattro studenti e un docente, per sviluppare insieme a docenti ed allievi di SJ attività didattiche connesse allo sviluppo di composizioni originali o arrangiamenti di brani da elaborare con l’obiettivo di presentarli durante le esibizioni finali a testimonianza del lavoro svolto nel progetto. Le performance si svolgeranno con formazioni miste fra i dieci musicisti dei due gruppi in modo che tutti siano egualmente coinvolti nell’esibizioni, docenti inclusi. Il risultato dello scambio sarà la costituzione di una formazione mista di 10 elementi tra studenti e docenti di Siena Jazz e degli istituti ospiti.

In calendario, dal 15 al 19 novembre Siena Jazz ospiterà la formazione del Liceu di Barcellona, che lavorerà con il gruppo di Musica d’insieme del docente Achille Succi.
Il risultato sarà presentato in concerto giovedì 18 novembre alle ore 21.30 a Siena, presso il Santa Chiara Lab (ingresso gratuito, secondo le disposizioni del protocollo di sicurezza e le limitazioni del numero di presenze stabilito in 50 presenze).
Dal 13 al 18 dicembre l’accademia senese ospiterà il gruppo dell’Universidade Lusiada di Lisbona, l’esibizione finale è prevista per venerdì 17 dicembre sempre alle ore 21.30 a Siena, presso la Sala Unistrasi (ingresso gratuito, anch’esso con le procedure stabilite dal protocollo di sicurezza).
Al fine di promuovere il jazz italiano anche all’estero, ogni istituto straniero sarà a sua volta impegnato nell’ospitare le formazioni composte da allievi e docenti italiani per la realizzazione di un programma di attività che includa confronti didattici, lezioni, prove e concerto dell’ensemble di 10 elementi.
Gli studenti e allievi di Siena Jazz saranno quindi ospitati dal 22 al 27 novembre sia a Barcellona che a Lisbona, mentre dal 1 al 5 dicembre un gruppo di studenti dei corsi di specializzazione dell’accademia senese sarà ospite del Conservatorio Van Amsterdam.

L’ultima azione promossa dal progetto “B.I.P. Jazz” riguarda il  Ciclo di incontri con i Licei Musicali della regione Toscana, quattro lezioni concerto che verranno ospitate dagli Istituti scolastici di Pisa, Firenze, Siena e Arezzo nel periodo che va da metà novembre a metà dicembre. Le lezioni concerto, nella formula delle matinée della durata di due/tre ore ciascuna, saranno condotte da docenti di Siena Jazz e docenti degli istituti stranieri partner accompagnati dai loro migliori allievi, in modo da incentivare pratiche di insegnamento “peer to peer” tra i giovani.

Franco Caroni, direttore artistico e didattico di Siena Jazz, che aprirà le lezioni concerto presentando l’offerta formativa dei corsi accademici dell’Accademia senese, così descrive le finalità di “B.I.P. Jazz”: “L’obiettivo principale è di operare sinergicamente per la formazione e la promozione dei giovani jazzisti, l’internazionalizzazione delle loro carriere e l’innovazione delle pratiche di produzione dei giovani talenti. Fondamentale per Siena Jazz spingere le istituzioni a favorire gli scambi fra i giovani musicisti, dai liceali agli studenti dell’alta formazione universitaria, promuovendo la loro crescita personale fino al livello nazionale ed europeo”.

Il Presidente di Siena Jazz Giannetto Marchettini esprimendo soddisfazione per questo progetto internazionale, dichiara: “‘B.I.P. Jazz’, suggella un anno di grande attività dell’Accademia Nazionale del Jazz. Siena Jazz è sempre più protagonista nell’Europa dell’ Alta Formazione Musicale.”
 

 

Siena Jazz
Accademia Nazionale del Jazz
Fortezza Medicea, 10
53100 – Siena
www.sienajazz.it

 

 

Johnny Marr pubblica due nuove tracce e presenta il concerto in streaming

JOHNNY MARR

Johnny Marr pubblica le due nuove tracce
“Tenement Time” e “Sensory Street” da
“Fever Dreams Pt 2”
secondo EP che anticiperà il suo nuovo album

Link pre-ordine: johnnymarr.lnk.to/feverdreamspt2

 

In streaming dal 10 al 14 novembre
“Live At The Crazy Face Factory”
l’esclusiva performance live
I biglietti sono disponibili QUI
 

Guarda il video di “Tenement Time” QUI

 

Johnny Marr pubblica “Tenement Time” e “Sensory Street”, due nuovi singoli che faranno parte dell’EP “Fever Dreams Pt 2”. In uscita il 17 dicembre, l’EP presenterà in anteprima quattro tracce nuove di zecca che compongono il secondo quarto del prossimo album di Johnny Marr, “Fever Dreams Pts 1-4”, un doppio LP composto da 16 tracce che sarà pubblicato il 25 febbraio 2022 per BMG.

Presentato in anteprima da Steve Lamacq su BBC 6Music, “Sensory Street” segue il filone anthemico del primo singolo electro-soul “Spirit, Power and Soul”, una traccia sorprendente con elettronica stridente che Marr descrive come “la storia di 48 ore surreali nell’Inghilterra sotterranea“. “Tenement Time” segna la chiusura della prima metà del doppio album. Una creazione entusiasmante e riflessiva che fonde il potere sonoro con una potenza emotiva. Entrambi evidenziano la progressione sonica di “Fever Dreams Pts 1-4”.
 

Pre-ordina “Fever Dreams Pt 2” QUI

Guarda il video di “Tenement Time” QUI

 

Live At The Crazy Face Factory

Sarà presentato in anteprima mondiale mercoledì 10 novembre e sarà disponibile on-demand fino a domenica 14 novembre. Sarà un evento curato da Johnny che offrirà ai suoi fan la possibilità di entrare nel suo studio, Crazy Face Factory, dove è stato creato “Fever Dreams Pts 1-4”. Johnny racconterà il processo creativo del disco, come sono nate le sue canzoni, attraverso anche una serie di performance live della sua carriera.
La prevendita degli biglietti è disponibile qui  QUI
 

“Fever Dreams Pts 1-4” sarà disponibile su CD e doppio vinile, con lo store ufficiale che offrirà un’esclusiva edizione limitata in vinile bianco e la versione in cassetta, oltre a bundle di merch con stampe firmate. HMV e i negozi di dischi indipendenti avranno anche un’edizione limitata in vinile turchese. Pre-ordine  QUI.

 

“Fever Dreams Pts 1-4” Tracklist
1. Spirit Power & Soul
2. Receiver
3. All These Days
4. Ariel
5. Lightning People
6. Hideaway Girl
7. Sensory Street
8. Tenement Time
9. The Speed of Love
10. Night and Day
11. Counter-Clock World
12. Rubicon
13. God’s Gift
14. Ghoster
15. The Whirl
16. Human

 

 


Foto di Andy Cotterill

Follow Johnny Marr:
Official site | Spotify | Facebook | Twitter | Instagram | YouTube

 

 

Partono i Corsi per l’anno Accademico2021-2022 dell’Università del Jazz di Siena/Siena Jazz ed EDT presentano:”Storia del Jazz” di Ted Gioia

Corsi “SJU – Siena Jazz University”
Partono i Corsi per l’anno
Accademico 2021-2022
dell’Università del Jazz di Siena

 

Siena Jazz ed EDT presentano:
“Storia del Jazz” di Ted Gioia
nuova edizione curata e
tradotta da Francesco Martinelli 


Foto di Massimo Bartali

 

Corsi “SJU – Siena Jazz University”
Partono i Corsi per l’anno Accademico
2021-2022 dell’Università del Jazz di Siena

Con l’inizio dei corsi Corsi Triennali per il conseguimento del Diploma accademico di 1° livello prendono il via, oggi Mercoledì 3 Novembre, i Corsi per l’anno Accademico 2021-2022 dell’Università del Jazz di Siena. La prossima settimana, Mercoledì 10 Novembre, sempre presso la storica sede situata nella Fortezza Medicea di Siena, sarà la volta dei Corsi Biennali specialistici per il conseguimento del Diploma accademico di 2° livello.
I corsi quest’anno saranno totalmente in presenza, rispettando tutte le normative vigenti in materia di sicurezza sanitaria, attraverso
un protocollo anti-covid molto solido e articolato, al fine di garantire la sicurezza per gli studenti, i docenti e il personale, e permettere a tutti di potersi dedicare con la massima concentrazione e la dovuta serenità alla musica.
I corsi di alta formazione musicale organizzati dall’Università del Jazz di Siena sono autorizzati dal Ministero e rilasciano titoli aventi valore legale, riconosciuti in Italia e nell’Unione Europea, ed equiparati ai Diplomi di Laurea Universitari, costituendo proposta formativa unica nel suo genere perché Siena Jazz oltre ad essere la prima istituzione musicale non statale in Italia a essere autorizzata dal Ministero a rilasciare Diplomi una accademici di 1°Livello, è l’unica realtà europea specializzata soltanto nell’alta formazione artistica della musica Jazz.

Il Direttore Artistico e Didattico di Siena Jazz, Franco Caroni saluta così l’inizio dell’anno Accademico 2021-2022: “Siena Jazz inaugura il nuovo anno accademico grazie alla spinta propulsiva e all’entusiasmo di studenti e docenti che insieme al personale hanno condotto all’avvio delle lezioni e alla ripresa delle relazioni artistiche e degli scambi internazionali che inizieranno già da novembre e dicembre con il gemellaggio con i conservatori di Lisbona, Barcellona e Amsterdam. Altri incontri si effettueranno sempre prima della fine dell’anno con i licei musicali di Siena, Firenze, Arezzo e Pisa. Con questo è iniziato anche il rinnovamento delle attività, frutto di un impegno condiviso tra la nuova governace e il Comune di Siena. Si parte alla grande, il futuro ci attende, e la Città attende i nostri studenti e la loro presenza.”

Dalla fine degli anni ’70, dalle aule di Siena Jazz sono passati oltre ventimila musicisti che oggi sono diventati concertisti internazionali, docenti di conservatorio e di scuole private di musica, direttori o dirigenti di scuole di musica italiane e internazionali, critici musicali, giornalisti, organizzatori.
I corsi Biennali e Triennali di Siena Jazz riguardano i seguenti strumenti: pianoforte jazz, chitarra jazz, contrabbasso jazz, basso elettrico, tromba jazz, trombone jazz, clarinetto jazz, sassofono jazz, batteria e percussioni jazz, canto jazz.

 

Siena Jazz ed EDT presentano:
“Storia del Jazz” di Ted Gioia,
curata e tradotta da Francesco Martinelli

Esce in libreria per EDT in collaborazione con Siena Jazz, la nuova versione riveduta ed aggiornata della “Storia del Jazz” di Ted Gioia, curata e tradotta da Francesco Martinelli. La nuova edizione esce dopo il grande successo che la prima edizione nel 1997 aveva suscitato tra gli appassionati ed i critici musicali, con la sua capacità di raccontare la storia del jazz e le sue leggende con una grande freschezza narrativa. Gioia racconta le vicende del jazz, come non era mai stato fatto prima,  attraverso i leggendari maestri del passato e i grandi musicisti del presente, portandoci con l’ultimo capitolo completamente nuovo fino ai nostri giorni cone quello che Gioia chiama il rinascimento del jazz grazie ad artisti come Esmeralda Spalding e Robert Glasper.
La collana di cultura jazzistica coprodotta da Siena Jazz e dalla torinese EDT è giunta ormai a una decina di volumi e costituisce per la qualità dei testi originali, per il qualificato lavoro di cura e traduzione e per la qualità produttiva, un punto di riferimento per la vasta platea di appassionati di musica e per gli studenti dei corsi di jazz dei conservatori italiani.

STORIA DEL JAZZ
di Ted Gioia, traduzione di Francesco Martinelli
Collana EDT/Siena Jazz
Pagine 632

Copertina libro “Storia del Jazz”
 

 

Siena Jazz
Accademia Nazionale del Jazz
Fortezza Medicea, 10
53100 – Siena
www.sienajazz.it

 

 

RENEE annuncia il suo debutto “A Casa Mia” e presenta il video del secondo singolo estratto

RENEE annuncia

il suo debutto “A Casa Mia”

e presenta il video del

secondo estratto “Ridere”


Album cover
 

ASCOLTA IL SINGOLO “RIDERE”

GUARDA IL VIDEO DI RIDERE
 

 

“A Casa Mia” è il primo album di Renato D’Amico, che quando scrive canzoni diventa RENEE, in uscita il 26 novembre per Ferramenta Dischi. Un debutto plasmato durante 23 anni che contiene viaggi, persone e parole in 12 canzoni vissute come tappe.

Il secondo singolo estratto dall’album è “Ridere” che da oggi diventa anche un video di Enrico Poli

Guarda il video di “Ridere”

Parallelamente all’attività di cantautore, oltre ad aver concepito un brand di vestiti insieme all’artigiana Francesca Lombardi, RENEE lavora come produttore artistico: nel 2018 produce il disco “Latte di Soia” di Postino nel Labella studio di Montelupo Fiorentino e nel 2019 produce il disco “Toccaterra” di Emma Nolde registrato al 360 Studio di Livorno. In entrambi progetti RENEE li accompagna come musicista live, per la prima parte del tour.
A maggio 2021 entra a far parte del roster di Ferramenta Dischi che lo porta a pubblicare il suo primo singolo “A Casa Mia” che insieme al singolo “Ridere” anticipano il suo primo LP.
 

“A Casa Mia” è stato prodotto e composto da Renato D’Amico e registrato da Marco Gorini a maggio 2020 al Sam Studio di Lari di Mirco Mencacci.
Andrea De Bernardis ha contribuito al master presso lo studio Eleven Mastering di Busto Arsizio.

 

Foto di Giulia Bersani

 

www.facebook.com/RENEECANZONI

www.instagram.com/_______renee________/

 

 

Anaïs Mitchell annuncia il primo album solista da oltre un decennio

ANAÏS MITCHELL ANNUNCIA

IL PRIMO ALBUM SOLISTA

DA OLTRE UN DECENNIO

ANAÏS MITCHELL IN USCITA

IL 28 GENNAIO 2022 PER BMG

Foto di Jay Sansone

 

ASCOLTA IL PRIMO SINGOLO BRIGHT STAR

 

NUOVE DATE IN UE/UK E TOUR DA HEADLINER

NEGLI STATI UNITI DA GENNAIO 2022

 

 

La cantautrice vincitrice di Grammy e Tony Award Anaïs Mitchell (Hadestown, Bonny Light Horseman, Big Red Machine) annuncia oggi il suo primo disco da solista da oltre un decennio. L’omonimo full-length sarà disponibile il 28 gennaio 2022 per BMG e da oggi disponibile per il pre-ordine QUI.

Prodotto da Josh Kaufman, l’album, composto da 10 canzoni, vede la presenza dello stesso Kaufman insieme a Michael Lewis, JT Bates, Thomas Bartlett e Aaron Dessner, con arrangiamenti di archi e fiati a opera di Nico Muhly.

Definita da NPR come “one of the greatest songwriters of her generation“, la Mitchell, che vive nel Vermont, con la sua poetica e le sue ballate è considerata tra le migliori esponenti della canzone popolare narrativa, e le 10 canzoni di questo disco mostrano al meglio tutte le sue capacità.

Da oggi è possibile ascoltare lo splendido primo singolo dell’album, “Bright Star”. Ascoltalo QUI.
Il video ufficiale sarà presentato oggi in anteprima alle ore 18:00 QUI

Dopo aver lasciato la sua vita a Brooklyn al nono mese di gravidanza ed essere tornata a casa durante la pandemia, la Mitchell con li nuovo album racconta il suo ricongiungimento con le sue profonde radici nel Vermont, così formative per la sua vita e la sua musica.
“Bright Star” la vede ritrovare l’equilibrio e sentirsi in pace nella casa dei suoi nonni.

Durante la prima estate della pandemia mi trovavo nella fattoria di famiglia dove sono cresciuta, nella casetta che apparteneva ai miei nonni quando erano vivi. Potevo vedere le stelle per la prima volta dopo tanto tempo“, ha ricordato la Mitchell. “Non stavo viaggiando da nessuna parte e non avevo niente da fare, per la prima volta dopo tanto tempo. ‘Bright Star’ parla di guardare indietro agli anni della ricerca inquieta e di fare pace con la causa di quel desiderio: le Muse, il Grande Ignoto, ciò che è passato, tutto quello che ci motiva e che non possiamo mai toccare.”

La Mitchell sarà headliner di un tour negli Stati Uniti che prenderà il via a gennaio 2022, dove sarà affiancata dai musicisti del disco, così come dai suoi stessi compagni di band Bonny Light Horseman, con cui aprirà il suo set. Oggi vengono comunicate nuove date del tour negli Stati Uniti e nel Regno Unito/Europa per il prossimo anno. Vedi tutti gli show qui sotto.

 

.Album cover
Leggi la BIO ufficiale in inglese
QUI

Tracklist:

  1. Brooklyn BridgeBright Star
  2. Revenant 
  3. On Your Way (Felix Song)
  4. Real World
  5. Backroads
  6. Little Big Girl
  7. Now You Know
  8. The Words
  9. Watershed

 

“… formidable songwriting talent” – The New York Times

“… one of our great modern singer-songwriters.” – Time Out

“… a skilled storyteller” – Pitchfork

“… most original artist working in the field of new American folk music”
The Independent

“… stands comparison with the great singer-songwriters of the past few decades
The Daily Telegraph

 

Tour US da headliner

26/1/22 Solana Beach, CA Belly Up Tavern

27/1 Los Angeles, CA Ace Hotel

28/1 Berkeley, CA The UC Theatre

29/1   Santa Barbara, CA Lobero Theatre

30/1     Stanford, CA Bing Concert Hall

1/2       Boulder, CO Boulder Theater

2/2       Beaver Creek, CO Vilar Performing Arts Center (VPAC)

4/2      Iowa City, IA Englert Theatre

5/2       Eau Claire, WI Pablo Center at the Confluence

8/2 Cincinnati, OH Longworth-Anderson Series at Memorial Hall

10/2     Springfield, OH Kuss Auditorium

11/2 North Bethesda, MD The Music Center at Strathmore

12/2 Princeton, NJ McCarter Theatre Center

14/2 New York, NY Webster Hall

15/2 Hanover, NH Hopkins Center for the Arts

16/2 Tarrytown, NY Tarrytown Music Hall

17/2 Portland, ME Merrill Auditorium

18/2 Boston, MA Berklee Performance Center

19/2 Burlington, VT Flynn Center for the Performing Arts

20/2 Kingston, NY Old Dutch Church

23/2 Roanoke, VA Jefferson Center

24/2 Charlotte, NC Knight Theater

26/2 Athens, GA Hugh Hodgson School of Music

27/2 Auburn, AL Jay and Susie Gogue Performing Arts Center at Auburn University

28/2 Greenville, SC The Peace Center

28/4 Evanston, IL Space

1/5 Minneapolis, MN Turf Club

4/5 Seattle, WA The Crocodile

5/5 Portland, OR Revolution Hall

 

UK/EU Tour

3/11 Berlin, DE Lido 

4/11 Hamburg, DE Mojo

8/11 Paris, FR Les Etoiles

9/11 Brussels, BE Botanique

11/11 Manchester, UK YES

12/11 Glasgow, UK St. Luke’s

13/11 Newcastle, UK Newcastle University Student Union

14/11 Bristol, UK Fleece

15/11 London, UK KOKO

 

More about Anaïs Mitchell:

La Mitchell con il musical di Broadway Hadestown, di cui ha scritto il libro, la musica e i testi, ha vinto otto Tony Award, tra cui quello come Best Musical, e un Grammy come Best Musical Theater Album. Nel 2020 la Mitchell è stata nominata dal TIME nella prestigiosa classifica TIME100 e il suo primo libro, “Working on a Song – The Lyrics of Hadestown” è stato pubblicato da Penguin/Plume nello stesso anno. Le sue registrazioni includono l’album originale in studio di Hadestown (2010, con Justin Vernon e Ani DiFranco) e Young Man in America (2012), insieme a reinterpretazioni di musica tradizionale tra cui Child Ballads (2013, con Jefferson Hamer) e con il gruppo Bonny Light Horseman, anche loro nominati ai Grammy Award. Si è esibita in tutto il mondo e ha aperto i tour di Bon Iver, Josh Ritter e Punch Brothers, e la sua musica è stata inserita nelle migliori classifiche di fine anno tra cui NPR, Wall Street Journal, MOJO, Uncut, The Guardian, Sunday Times e The Observer. Recentemente, la Mitchell è stata ospite dell’ultimo album dei Big Red Machine, “How Long Do You Think It’s Gonna Last?”, e si è unita al gruppo per il Late Show di Stephen Colbert.
Qui potete vederla nei brani “Phoenix” e “New Auburn.”.

 

Segui Anaïs Mitchell
WEBSITE | YOUTUBE | INSTAGRAM | TWITTER

 

 

 

 Page 1 of 47  1  2  3  4  5 » ...  Last »