LARS ROCK FEST 2024

Si è chiusa la memorabile undicesima edizione


DITZ in concerto, foto di Emiliano Migliorucci

 

Ieri, domenica 7 luglio a Chiusi (SI), si è concluso il LARS ROCK FEST 2024, rassegna internazionale di tre giorni ad ingresso gratuito, confermandosi come uno dei festival più interessanti e amati del panorama alternative italiano.

Più di 10.000 persone provenienti da tutta Italia e dall’estero, hanno affollato durante il weekend il parco dei Giardini Pubblici di Chiusi, celebrando in grande stile le coraggiose e lungimiranti scelte artistiche del festival e tutte le sue attività collaterali.

Ancora nei nostri occhi e nelle nostre orecchie il ricordo degli incredibili live che hanno dato spettacolo sullo stage centrale come le rivelazioni italiane The StandFlame Parade e Psyché, le deflagrazioni noise degli inglesi Benefits, il mestiere garage dei Crocodiles, le carezze indie-pop di Any Other nella novità della matinée in terrazza nel centro storico di Chiusi, tappa finale della rassegna Suoni dal Labirinto che ha coniugato la musica con il patrimonio culturale e artistico dei comuni della Valdichiana Senese, l’incendiario live dei DITZ, il post-punk cerebrale dei Gilla Band e il trascinante live dell’artista americano Fantastic Negrito che ha concluso in bellezza la rassegna davanti a una folla entusiasta.

Un pubblico numerosissimo e variegato ha potuto godere anche della qualità delle proposte extra musicali, prime tra tutte quelle dello spazio OPEN BOOK, dedicato all’editoria indipendente con i suoi dibattiti e le sue presentazioni; ed inoltre l’area FOOD & DRINKSdivisa tra ristorante e pub, il MERCATINO DEL DISCO, il LARS ROCK MARKET all’insegna dell’artigianato creativo e originale, i live drawing del talentuoso collettivo BECOMING X, le mostre dell’area ART&FUN, il Chill Out Space di Yoga Bloom e i dj set di Outsiders, prima e durante i concerti, e Saro Becoming-x a chiudere le serate sul secondo palco.

Controradio Firenze ha trasmesso in diretta le giornate di venerdì 5 e sabato 6 luglio, raccontando la musica, i personaggi e i contenuti culturali del festival. Una partnership tra il Lars Rock e la storica radio toscana che si è approfondita ulteriormente, oltre alla già attiva collaborazione con il suo longevo concorso nazionale Rock Contest.

Degna di nota, per sottolineare l’attenzione del festival verso il numeroso pubblico venuto da fuori, l’estrema utilità del LARS ROCK SHUTTLE, la navetta gratuita per spostarsi da Chiusi e dal Camping verso l’area dei concerti.

Un’altra edizione perfetta sotto ogni punto di vista che sottolinea il grande impegno dell’Associazione Culturale GEC Gruppo Effetti Collaterali e di un numero sempre più numeroso di infaticabili volontari, senza dimenticare il sostegno del Comune della Città di Chiusi che appoggia la manifestazione dalla sua nascita.

Il LARS ROCK FEST ringrazia tutti coloro che hanno contribuito allo straordinario successo della sua undicesima edizione, dando appuntamento al 2025 per una nuova e fantastica avventura.

 

linktr.ee/larsrockfest

 

 

Comments.

Currently there are no comments related to this article. You have a special honor to be the first commenter. Thanks!

Leave a Reply.

* Your email address will not be published.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.